Home Salute Corpo umano Riso rosso fermentato e colesterolo alto

Riso rosso fermentato e colesterolo alto

Ultima modifica: 6 gennaio 2017

106225
10
CONDIVIDI
Riso rosso fermentato e colesterolo

Il riso rosso fermentato può costituire un’alternativa naturale alle statine nella terapia contro il colesterolo alto. Vediamo cos’è e come assumerlo in sicurezza.

Che cos’è il riso rosso fermentato

Il riso rosso fermentato contiene monacolina K, una sostanza con una struttura chimica molto simile a quella della lovastatina, un farmaco appartenente alla categoria delle statine, i medicinali d’elezione per il trattamento del colesterolo alto.

Il riso rosso fermentato altro non è che riso comune (Oryza sativa) fermentato da vari ceppi del Monascus purpureus, chiamato anche lievito rosso per via della sua colorazione. Durante l’attività fermentatrice, questo lievito si arricchisce di monacoline, un gruppo di sostanze note per la capacità ipolipemizzante.

Il riso rosso fermentato è un rimedio naturale molto noto nella medicina popolare cinese contro la diarrea e le indigestioni, oltre che per migliorare la circolazione sanguigna.

Riso rosso fermentato e colesterolo

Il meccanismo secondo cui il riso rosso fermentato sia in grado di ridurre i livelli di colesterolo nel sangue non è ancora del tutto chiaro. L’attività ipolipemizzante di questo prodotto naturale sembra, però, essere addirittura maggiore rispetto alla lovastatina, probabilmente a causa di un’attività sinergica tra i vari costituenti del riso rosso fermentato.

I prodotti a base di riso rosso fermentato sono classificati come integratori e non come farmaci. Di conseguenza, a differenza delle statine di sintesi, che necessitano sempre di prescrizione medica, possono essere acquistati senza presentare una ricetta. In realtà, però, è assolutamente consigliabile che la terapia venga seguita comunque da un medico. I prodotti naturali, infatti, non sono privi di effetti collaterali; inoltre, il colesterolo alto è un importante fattore di rischio cardiovascolare e non va sottovalutato.

Effetti collaterali e controindicazioni del riso rosso fermentato

Il riso rosso fermentato, se assunto ad alte dosi e per lunghi periodi, in alcuni casi potrebbe dare effetti collaterali simili a quelli delle statine. La terapia contro il colesterolo alto è cronica, va cioè continuata per tutta la vita; appena si smette di assumere le statine, i valori di colesterolo nel sangue cominciano ad aumentare nuovamente, e la stessa cosa accade anche con gli integratori a base di riso rosso fermentato.

Essendo una terapia lunga, è quindi importante affidarsi sempre al controllo di un medico, anche se i prodotti a base di riso rosso fermentato sono stati classificati come integratori.

Gli integratori a base di riso rosso fermentato non vanno mai assunti insieme alle statine, ma solo in alternativa ad esse, se il medico lo ritiene opportuno. L’assunzione congiunta, infatti, è molto pericolosa perché gli effetti collaterali, in tal caso, si sommano, anzi si potenziano.

Attenzione! Gli integratori a base di riso rosso fermentato non sono tutti uguali e non tutti possono vantare pari efficacia. La loro capacità di ridurre i livelli di colesterolo nel sangue dipende dalla quantità di monacolina K, che varia da prodotto a prodotto, motivo in più per non affidarsi al fai da te, ma al consiglio di un medico, anche per la scelta dell’integratore giusto.

Gli integratori a base di riso rosso fermentato, così come le statine, vanno inseriti nel contesto di uno stile di vita attivo e di un’alimentazione adeguata, due provvedimenti imprescindibili quando si ha la necessità di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue.

Dove trovare integratori a base di riso rosso fermentato

Colesolv – 30 Compresse

Utile per favorire il corretto metabolismo del colesterolo grazie all’azione sinergica dei principi vegetali attivi contenuti.

Kogi Plus – 24 Capsule

La monacolina K del riso rosso fermentato contribuisce al mantenimento di normali livelli di colesterolo nel sangue.

Hai letto: Riso rosso fermentato e colesterolo alto
Margherita Russo
Traduttrice, redattrice e blogger specializzata in contenuti per la medicina. Ha un blog, Apprendista mamma, in cui tratta vari temi legati alla maternità, con particolare attenzione a benessere di mamma e bambino. Scrive per portali e blog che si occupano di salute naturale e stile di vita sano.www.testimedici.com

10 COMMENTI

  1. Infatti il costo e differente, ma se aveste passato una settimana come la mia ultima, dopo aver preso il farmaco ” statine” avreste speso mille euro per prendere il lievito di Riso Rosso. Sono stato male da cani!!! Preferisco il colesterolo alto!!! Mal di testa… vertigini… pressione a mille… vomito.. esplosione di macchie nel corpo!! Il veleno dei topi era meglio..
    Dovevano togliere le medicine ” statine” dal mercato per i troppi effetti collaterali.. le hanno tolte?
    Meglio spendere 15 euro per altri rimedi…

  2. io ho abbinato riso rosso fermentato puro biodisponibile con 50 capsule l’ho pagato circa 10 euro
    e ho aggiunto un integratore a base di aglio Kwai. sono passato da un colesterolo totale 270 a 220 in circa 2 settimane, domani ho un controllo dal cardiologo.

  3. Sto usando il riso rosso fermentato puro biodisponibile in compresse, saprebbe consigliarmi un integratore tipo l’armocolest da abbinare per abbassare i livelli di colesterolo

  4. Ma infatti se avessi letto prima questo articolo,non avrei speso proprio di recente,36€ per un integratore a base di riso rosso, quindi opterò per il farmaco

  5. “Il riso rosso fermentato, se assunto ad alte dosi e per lunghi periodi, può avere effetti collaterali simili a quelli delle statine.”
    Mi chiedo perché pagare quasi il triplo (0,46euro/compressa contro 1,20euro) per avere lo stesso risultato e gli stessi effetti collaterali

    • Non è assolutamente vero che il riso rosso fermentato ha effetti collaterali paragonabili alle statine poiché nel caso specifico gli effetti collaterali per questa classe di molecole sono dose dipendente quindi un conto è assumere monacolina K al dosaggio di 10 mg un conto una statina di sintesi da 20 o 40 mg. Il rischio di effetti collaterali è evidentemente molto maggiore nelle statine

      • Ma perche’ usare riso rosso fermentato anziche’ Omega3? sono piu’ efficaci e non hanno assolutamente effetti collaterali, anzi proteggono tutto il sistema cardiovascolare.

        Mi piacerebbe sapere i vantaggi del riso rosso

        • Salve Cristina, come riportato nell’articolo, il riso rosso fermentato è ricco di una sostanza chiamata monacolina K la quale presenta una struttura chimicamente molto simile alla lovastatina. Quest’ultima appartiene alla categoria delle statine, farmaci d’elezione per abbassare i livelli di colesterolo alto. Infatti, oggi esistono numerosi integratori a base di riso rosso fermentato, che si sono dimostrati efficaci nella riduzione della colesterolemia. Vorrei ricordare che per tenere sotto controllo il colesterolo alimentare, è fondamentale fare attenzione alla dieta evitando fritti, formaggi e carni grasse e grassi di origine animale come il burro, e consumando verdure fresche, cereali integrali e legumi.
          Dott.ssa Barbara Ziparo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here