Home Salute Corpo umano Salvaguardare il cuore e vivere a lungo con la prevenzione cardiovascolare

Salvaguardare il cuore e vivere a lungo con la prevenzione cardiovascolare

Ultima modifica: 9 maggio 2016

2937
0
CONDIVIDI
La prevenzione cardiovascolare

Esistono alcune condizioni, dette fattori di rischio cardiovascolare, che mettono a repentaglio la salute e la vita stessa, in quanto espongono al rischio di eventi acuti quali infarti e ictus.

In questo articolo vediamo quali sono i princiapli fattori di rischio cardiovascolare e cosa fare per prevenirli, vivendo meglio e più a lungo.

1° Fattore di rischio cardiovascolare: pressione alta

L’ipertensione costituisce uno dei più importanti fattori di rischio cardiovascolare. Se la pressione è troppo alta per un periodo di tempo lungo, le arterie si deteriorano e, nel tempo, si danneggiano di conseguenza gli organi che più dipendono da un afflusso regolare di sangue; quindi non solo cuore, ma anche cervello e reni.

Cosa fare se si soffre di ipertensione arteriosa?

Per prevenire e abbassare la pressione è molto importante seguire uno stile di vita attivo; mangiare bene, evitando alimenti troppo ricchi di grassi e sale; non fumare; non abusare nel consumo di alcol; mantenere il peso corporeo nella norma.

2° Fattore di rischio cardiovascolare: colesterolo alto

Il colesterolo alto è, al pari dell’ipertensione, uno dei principali fattori di rischio cardiovascolare. Quando il colesterolo è troppo elevato si va, infatti, incontro all’aterosclerosi, con conseguente possibile formazione di pericolose placche.

Cosa fare se si ha il colesterolo alto?

Anche se esiste una predisposizione genetica, si può fare molto per prevenire il colesterolo alto con uno stile di vita e una dieta corretti. Le misure da prendere per prevenire il colesterolo alto sono le stesse che aiutano a proteggersi dall’ipertensione arteriosa. È, soprattutto, fondamentale, seguire una dieta povera di grassi saturi e idrogenati e fare tanta attività fisica.

3° Fattore di rischio cardiovascolare: glicemia alta

L’intolleranza al glucosio o il franco diabete sono altri fattori di rischio cardiovascolare molto importanti. L’iperglicemia, se non viene curata, determina danni a carico di diversi organi, soprattutto cuore, vasi, reni e occhi.

Cosa fare se si è diabetici o intolleranti al glucosio?

Anche per il diabete e per l’intolleranza al glucosio (una situazione che non è ancora franco diabete, ma in cui i valori di glicemia sono comunque superiori alla norma) esiste una predisposizione genetica. Però, per mantenere normali i livelli di glicemia nel sangue, si può fare molto mangiando bene, muovendosi tanto ed evitando di accumulare grasso, soprattutto a livello addominale.

A proposito di Alimentazione e Diabete:
Continua a leggere qui » Diabete e dieta: devi veramente rinunciare a tutto?

4° Fattore di rischio cardiovascolare: fumo di sigarette

Il fumo di sigarette è dannoso sotto tantissimi punti di vista. Gli organi che subiscono le maggiori conseguenze sono cuore e polmoni. Chi non fuma si fa un grande regalo; chi, invece, ha l’abitudine alla sigaretta, dovrebbe smettere. Dire addio alle sigarette riduce il rischio cardiovascolare di circa la metà; è, dunque, il gesto salvavita più efficace nelle mani del fumatore. Inoltre, il fumo incrementa moltissimo il rischio cardiovascolare di chi ha già altri fattori quali pressione alta, colesterolo alto o diabete.

Cosa fare se si fuma?

Semplice: chi fuma dovrebbe smettere di fumare. Ovviamente, chi non ha mai fumato dovrebbe evitare di provare.

5° Fattore di rischio cardiovascolare: sovrappeso e obesità

Il sovrappeso e la franca obesità sono altri fattori che mettono a serio rischio il sistema cardiovascolare. Il grasso più pericoloso è quello che si accumula nella zona addominale: la cosiddetta obesità centrale.

Cosa fare se si è in sovrappeso?

Valutare il proprio peso corporeo calcolando l’indice di massa corporea. Se questo risulta troppo elevato, consultare uno specialista che aiuterà a mettere a punto uno schema dietetico e darà importanti consigli sullo stile di vita e alimentare da seguire.
Mantenere in salute il sistema cardiovascolare aiuta a vivere meglio e più a lungo. Spesso, basta seguire sane abitudini quotidiane, come non fumare, non abusare di alcolici, mangiare bene e muoversi tanto. Ne vale la pena: no?

Hai letto: Salvaguardare il cuore e vivere a lungo con la prevenzione cardiovascolare
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here