Home Salute Corpo umano Colite: scopriamo i sintomi e le cause scatenanti

Colite: scopriamo i sintomi e le cause scatenanti

Ultima modifica: 31 luglio 2016

4123
0
CONDIVIDI
Sindrome del colon irritabile: cause e sintomi della colite

La colite o sindrome del colon irritabile è un disturbo molto comune. Vediamo quali sono i sintomi e quali le cause.

Ci sono tante forme di colite

Con il termine colite si intende, in maniera generica, un problema del colon, spesso di tipo infiammatorio. Esistono tantissime forme di colite, alcune secondarie e altre primarie. La forma più comune, e quindi la più conosciuta, è quella denominata anche sindrome del colon irritabile, ed è a questo disturbo che ci riferiremo nel presente articolo.

Sintomi della colite

La sindrome del colon irritabile è un disturbo della motilità che interessa tutto il tratto gastrointestinale e comprende un insieme di sintomi a carico delle vie digestive basse e alte.

I sintomi principali della colite sono dolore addominale più o meno intenso, distensione post-prandiale, stitichezza o diarrea, che spesso si alternano.

I sintomi si verificano caratteristicamente durante lo stato di veglia; cioè è molto raro che compaiono, per esempio, durante il riposo notturno, e sono in genere scatenati dall’ingestione di cibo, soprattutto alimenti irritanti per l’intestino, e da situazioni di stress.

Questa forma di colite è molto comune e rappresenta la causa di circa la metà di tutti i ricorsi a visita specialistica dal gastroenterologo. Le donne sono più predisposte a soffrire di colite rispetto agli uomini, con un rapporto di 3:1.

Cause della colite

Non è stata ancora trovata una causa organica di questa forma di colite. Il disturbo, in base all’esperienza clinica e agli studi che sono stati fatti, sembra essere scatenato o aggravato dai fattori che andiamo ad elencare.

Fattori emozionali, quali ansia e stress. Tutte le situazioni che creano un forte stato di stress emotivo e ansia possono scatenare o aggravare i sintomi della colite, nelle persone predisposte: discordie matrimoniali, separazioni e divorzi; ansie relative ai figli, al lavoro e allo studio; la perdita di una persona cara; forti preoccupazioni legate al quotidiano… Nelle persone che soffrono di depressione o di disturbi d’ansia, la sindrome del colon irritabile è piuttosto comune.

Dieta scorretta ed errate abitudini alimentari. Mangiare di fretta, magari davanti al PC; non consumare pasti regolari; bere abitualmente alcolici; eccedere con il caffè; mangiare cibi con condimenti troppo grassi ed elaborati, ecc.. sono tutte abitudini che favoriscono l’insorgenza o l’aggravarsi dei sintomi della colite.

Uso di farmaci. Ci sono alcuni farmaci, tra cui antibiotici o medicinali a base di ormoni (per esempio, contraccettivi orali) che contribuiscono all’insorgenza o all’aggravarsi dei sintomi della colite.

Abitudine al fumo di sigarette. Oltre a creare tantissimi altri danni all’organismo, il fumo di sigarette contribuisce all’insorgenza di disturbi a carico dell’apparato gastrointestinale, tra cui anche la colite.

Intolleranze alimentari. Qualche volta la colite può essere la manifestazione di intolleranze alimentari o allergie. Se si sospetta che sia questo il caso, prima di eliminare completamente un alimento dalla dieta, rivolgersi a un medico.

Hai letto: Colite: scopriamo i sintomi e le cause scatenanti

LASCIA UN COMMENTO