Home Salute Corpo umano 10 rimedi naturali contro il gonfiore addominale

10 rimedi naturali contro il gonfiore addominale

Ultima modifica: 2 luglio 2016

22043
2
CONDIVIDI
10 rimedi contro il gonfiore addominale

Uno dei disturbi più lamentati, soprattutto dalle donne è il gonfiore addominale. Oltre a provocare fastidio e disagio, costituisce un problema estetico ingombrante. Vediamo insieme quali sono le cause e i rimedi più veloci ed efficaci per avere un addome piatto e snello.

Il gonfiore addominale è una sensazione piuttosto fastidiosa e assai frequente, riconducibile a diversi fattori. La pancia è la parte del corpo che durante il giorno subisce diverse modificazioni. Si dilata, si svuota poi torna a gonfiarsi. Questo aspetto tiene in considerazione gli organi in essa contenute e le relative funzioni (intestinali, digestive, endocrine).

La sensazione di pancia “che tira” (o gonfiore addominale) associata frequentemente ad altri sintomi come eruttazione, emissione di aria (meteorismo), crampi o intestino pigro sono indice di un problema che deve essere risolto.

Diverso invece è il caso in un cui ci si avvicina al ciclo (sindrome premestruale) o durante la menopausa (destabilizzazione ormonale), e che sono comunque eventi fisiologici e temporanei. La stessa costituzione di appartenenza può influire sul gonfiore addominale così come una muscolatura addominale poco tonica. Altre cause sono l’insorgenza di cisti ovariche o fibromi.

Esiste anche il gonfiore da “malnutrizione”. È un fenomeno raro ma possibile. Ci sono infatti donne magrissime con la pancia prominente. Questa dilatazione anomala della pancia è la conseguenza di un apporto insufficiente di nutrienti e di proteine. Come già abbiamo visto, l’alimentazione gioca un ruolo importante sul fattore “pancia gonfia” per quanto riguarda la causa quanto nella soluzione.

L’appendice infiammata, i calcoli e le malattie tiroidee, sono altre possibili cause della pancia gonfia, ma poco evidenziate nel diagnosticare il problema del gonfiore addominale.

In questo articolo, consideriamo le cause che rappresentano la maggior parte dei casi di pancia gonfia: l’alimentazione e la disbiosi intestinale.

Pensiamo alle intolleranze alimentari e alla combinazione errata di cibi consumati nello stesso pasto. Due situazioni che garantiscono un gonfiore cronico e quotidiano. Ci sono cibi poi, che creano questo fenomeno più di altri (legumi, zuccheri, farine glutinate, pizza e farciture, creme, panna, alcuni formaggi come il mascarpone). Un’eccesso di carboidrati inoltre, durante la digestione produce gas di tipo fermentativo, a volte doloroso, mentre le proteine in eccesso mal combinate quello di tipo putrefattivo (maleodorante).

Uno svuotamento intestinale rallentato e irregolare, un colon poco tonico e la flora batterica alterata sono fattori che favoriscono la pancia gonfia.

10 rimedi contro il gonfiore addominale

1 La dieta dissociata contro la pancia gonfia

Le regole per una corretta associazione alimentare sono piuttosto semplici e aiutano a risolvere il gonfiore praticamente da subito. I carboidrati (zuccheri) e la frutta non devono essere associati nel medesimo pasto.

Quindi è assolutamente sconsigliato consumare il pane (o le fette biscottate) con la marmellata, così come la pasta con la frutta. Questo rappresenta un errore piuttosto frequente. Le proteine si combinano bene con le verdure o con i legumi. Quest’ultimi dovranno essere privati della buccia se è il caso. Si devono dissociare i carboidrati con le proteine dallo stesso pasto. Si evitino i “cibi gonfiati ad aria” come frappè, panna e la schiuma del cappuccino.

2 Test per le intolleranze alimentari

In taluni casi è utile verificare la presenza di eventuali intolleranze alimentari. Il test più affidabile è quello effettuato tramite le analisi del sangue rilevabile ormai in molti ambulatorie centri medici. In ogni caso, che siate intolleranti o meno, eliminando i lieviti, il lattosio o riducendo il glutine dal vostro abituale modo di mangiare (e preferendo comunque sempre cereali integrali), il gonfiore si ridurrà notevolmente.

3 Fermenti lattici per il benessere intestinale

I fermenti lattici ripristinano la flora l’intestinale e sgonfiano l’addome. In base al tipo di disbiosi presente, si utilizzeranno ceppi diversi. Gli acidofili agiscono sul gonfiore da causa iatrogena, antibiotica e sull’intolleranza al lattosio. Il rhamnosus è di supporto nel caso vi siano intolleranze alimentari generalizzate che causano tensioni addominali. Il lactobacillus plantarum è un valido collaboratore contro il meteorismo. Il salivarius invece si utilizza per il gonfiore intestinale di tipo putrefattivo.

4 Finocchio: un aiuto per la digestione

Il finocchio è un erbacea perenne dai frutti molto profumati e dalle proprietà diuretiche, aromatiche e digestive. Combatte efficacemente il gonfiore addominale da flatulenza, meteorismo o aerofagia. Una tazza di tisana con semi di finocchio dopo i pasti può dare un sollievo immediato. Un’altra soluzione comoda sono le compresse spesso associate al carbone vegetale per potenziarne l’azione sgonfiante. La posologia è di una o due compresse in base alla singola necessità, dopo il pranzo e la cena. Controindicazioni: è sconsigliata la somministrazione di integratori nei primi anni di vita. È preferibile utilizzarlo per brevi periodi per evitare la manifestazione di possibili allergie.

5 Ananas: frutto sgonfiante per eccellenza

L’ananas è il frutto sgonfiante per eccellenza. Il principio attivo è la bromelina con effetti antiedematogeni e antiinfiammatori. Vi proponiamo un centrifugato super sgonfiante.

Ingredienti: due fette di ananas fresco, tre grosse fragole, una manciata di ciliegie, mezzo gambo di sedano e un pizzico di zenzero.
Preparazione: Pulite e tagliate a tocchetti la frutta e il gambo del sedano. Sistemateli nella centrifuga e aggiungete lo zenzero. Se non avete la polvere, può andare bene anche un tocchetto di zenzero in radice della grandezza di un pollice. L’effetto sgonfiante è assicurato.
Controindicazioni: è bene evitare di consumarlo se sotto terapia antibiotica o se si utilizzano medicinali antipiastrinici o anticoagulanti perché potrebbe potenziarne gli effetti con gravi conseguenze.

6 Limone contro la pancia gonfia

Il limone è il frutto delle virtù. In particolare, la quantità di vitamina C in esso contenuto, mobilita le scorie e favorisce il drenaggio. Per ottenere un invidiabile pancia piatta, eliminando il gonfiore alla radice, al mattino e alla sera preparate un’ottima tisana sgonfiante mescolando in una tazza di acqua calda il succo spremuto di mezzo limone e mezzo cucchiaino di zenzero in polvere. Dolcificate con succo d’acero nella quantità che preferite. Se usate la radice dello zenzero, conviene invece che la si faccia bollire per cinque minuti e lasciarla poi in infusione per altrettanto tempo. È controindicato in caso di bruciori di stomaco o in presenza di insufficienza epatica grave.

7 The verde: sgonfiante e drenante

Il the verde ha proprietà drenanti e sgonfianti, di cui non è possibile fare a meno, per chi desidera avere una pancia piatta. La teofilina e la teobromina, sono le due sostanze che partecipano allo smaltimento delle scorie e dei lipidi e favoriscono il drenaggio. La quantità indicata per ottenere un risultato apprezzabile varia dalle 3 alle cinque tazze al giorno. È sconsigliato in gravidanza, ai bambini e a chi soffre di insonnia o nervosismi dato il contenuto in caffeina.

8 Camomilla contro il gonfiore addominale

La camomilla può essere considerato come un rimedio d’emergenza in caso di gonfiore addominale. L’effetto carminativo agisce sul meteorismo intestinale che, come abbiamo visto, è una delle principali cause del gonfiore addominale.

Ricetta per una tisana sgonfiante con camomilla: occorrono una fettina di limone, un cucchiaino colmo di finocchio in semi e un cucchiaio di camomilla. Portate a ebollizione dell’acqua (q.b per riempire una tazza), spegnete il fuoco e aggiungete il mix. Lasciate in infusione dai tre ai cinque minuti e bevete calda. L’ideale è berla dopo un pasto, specie se abbondante.

9 Carbone vegetale per eliminare il gonfiore

Un‘altra sostanza funzionale che può aiutare è il carbone vegetale. La posologia è di una o due compresse dopo i pasti, associato ad altre erbe come il finocchio e il carvi. Il carbone vegetale è estratto dal legno della betulla alba tramite distillazione o dal pioppo. L’effetto assorbente sui gas intestinali, lo rende efficace per eliminare il gonfiore in eccesso, meteorismo e flatulenza. Il carbone vegetale è sconsigliato in gravidanza. Sotto terapia farmacologica è necessario distanziarne la somministrazione per evitare l’assorbimento dei principi attivi del farmaco.

10 Idrocolon terapia

L’idrocolon terapia è una pratica di pulizia intestinale antichissima venuta alla ribalta in questo ultimo decennio. È praticata da medici esperti e può rivelarsi utile per ripulire il colon dai vecchi fecalomi, spesso causa di gonfiori addominali. Il paziente è sdraiato su un lettino assistito da una figura sanitaria. Viene introdotto nell’orifizio anale del paziente una specula collegata con un tubo flessibile ad un macchinario in grado di portare acqua calda all’interno del colon e successivamente spingerla fuori tramite un secondo tubo insieme al materiale fecale. La seduta dura circa un’ora ed è ripetibile nel corso dell’anno soprattutto in occasione del cambio stagionale. È controindicato in caso di grave insufficienza renale, problemi di cuore,emorroidi. In presenza di altre patologie è bene parlarne prima con il medico.

Conclusione

L’alimentazione riveste un aspetto importante per il mantenimento di una pancia piatta. Non solo, anche la scelta degli alimenti con cui ci cibiamo abitualmente rappresenta una buona prevenzione per evitare il gonfiore addominale. Infine non dimentichiamoci le tisane a base di erbe che, oltre ad essere assolutamente gradevoli ed economiche, sono una soluzione immediata e di sicuro effetto contro la pancia gonfia.

Dove acquistare alcuni dei rimedi per il gonfiore

Fermenti lattici

Extra Dophilus: probiotici

Extradophilus Forte contiene l’esclusivo complesso probiotico che comprende L. acidophilus e 2 specie di Bifidobatteri: bifidum e lactis appositamente selezionati per garantire la massima compatibilità e adesione alla mucosa intestinale.

Carbone vegetale

Nutra Carbone Vegetale 60 Cps

Il Carbone Vegetale attivo, purissimo e finemente suddiviso, solitamente di legno dolce, tiglio o pioppo, è il più forte assorbente che si conosca al giorno d’oggi.

The verde in filtri

The Verde – 20 Filtri

Miscela di puro tè, accuratamente selezionata, proveniente dai migliori raccolti di Thea sinensis di agricoltura biologica controllata. Privo di Coloranti, Profumi sintetici, Conservanti, Zuccheri aggiunti, Colle di lavorazione.

Hai letto: 10 rimedi naturali contro il gonfiore addominale
Cinzia Zedda
Cinzia Zedda è naturopata, autrice di pubblicazioni e web writer sui principali portali del settore “benessere”. Lavora nel suo studio “Equilibra”nel torinese come naturopata, iridologa e reflessologa. È istruttrice di mindfulness. Ideatrice dei per-corsi “riparto da me!” e “five elements flow meditation”. “Figlia d’arte”, ha ereditato la passione per la cucina genuina “hand made” tenendo seminari sull’argomento. Sui suoi blog cura tematiche che abbracciano la cura e il benessere del corpo, e risponde a domande sull’argomento. cinziazeddanaturopataconsulting.wordpress.com

2 COMMENTI

  1. Buon giorno volevo sapere il gonfiore addominale dovuto per un ernia iatale abbastanza importante, potrebbe far bene aloe pura da prendere al mattino a digiuno. Io gia’ mi curo con Esomeprazolo da 40mg e Gaviscon Advance, ma il gonfiore persiste. Ci sono altri rimedi? Grazie per la vostra diponibilità.

    • Buongiorno Maria, non credo che l’aloe da sola possa essere risolutiva. Il mio consiglio è quello di lavorare cercando di “spegnere l’infiammazione”, ponendo maggior attenzione alla sua alimentazione e aiutando nel contempo la riparazione della mucosa gastrica con equilibranti ad azione lenitiva. Si ricordi che lo stress e l’ansia sono i nemici numero uno per il benessere dell’organismo e responsabili di molti disturbi fra cui anche quello da lei lamentato. Cervello – stomaco e intestino sono parenti molto stretti, se lo ricordi! Se desidera qualche consiglio più vicino al suo caso mi può scrivere in privato. Le auguro una buona settimana.
      Cordiali saluti. Cinzia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here