Home Salute Benessere psicofisico Orticaria da stress: cause, sintomi per riconoscerla e rimedi efficaci

Orticaria da stress: cause, sintomi per riconoscerla e rimedi efficaci

Ultima modifica: 5 ottobre 2017

3215
0
CONDIVIDI
Orticaria da stress cause sintomi e rimedi naturali

A volte le eruzioni cutanee sono da associare all’orticaria da stress: ecco come riconoscere i sintomi ed intervenire per lenire il prurito.

L’orticaria da stress è una reazione a livello vascolare dell’epidermide, una vera e propria forma psicosomatica che colpisce nei periodi di forte tensione. Quando si vivono situazioni delicate, si è presi da impegni importanti e si è sommersi dalle preoccupazioni, i livelli di stress si innalzano e producono micro-cambiamenti nel nostro organismo.

A volte si è talmente abituati a correre senza tregua, a saltare da un impegno all’altro, che neanche ci si rende più conto della pesantezza delle proprie giornate. Tensione, ansia e nervosismo diventano i principali nemici del benessere psico-fisico e a farne le spese è proprio l’organismo.

Questa condizione di squilibrio potrebbe riversarsi sulla pelle, l’organo che per eccellenza entra in contatto con il mondo esterno, il nostro personale bigliettino da visita. Ed ecco che compaiono così quei caratteristici ponfi dell’orticaria da stress. Questa forma, insieme alla dermatite psicosomatica, si manifesta con una certa frequenza nella popolazione mondiale. Si è stimato che colpisca almeno il 20% delle persone, senza distinzione tra bambini e adulti, uomini o donne.

Quando la causa non è determinata dallo stress, ma da agenti causali specifici, allora si è in presenza di reazioni allergiche a particolari alimenti o sostanze. In queste situazioni è molto più semplice intervenire, in quanto una volta noto l’elemento infettivo bisogna solo eliminarlo per poter tornare ad una condizione di normalità. Nel caso dello stress, sono tanti i fattori che creano disagio emotivo, quindi è necessario un lavoro più lungo.

Sintomi fisici e psichici dell’orticaria da stress

I sintomi dell’orticaria da stress sono ben specifici e la rendono subito riconoscibile:

  • Ponfi di colore rosso o rosa;
  • Forte prurito e bruciore.

Nei casi più gravi potrebbero verificarsi anche degli angioedemi, gonfiori a livello di mani, piedi e viso. Le macchie compaiono all’improvviso e possono manifestarsi in qualsiasi zona del corpo.

In tali casi è importante sapere quanto dura l’orticaria da stress, perché questo aiuta a distinguere i singoli episodi dalle forme croniche. Gli episodi acuti difatti non superano le 6 settimane ed hanno un picco sintomatico di circa 12 ore per poi rientrare. Qualora i sintomi dovessero persistere oltre questo lasso di tempo significa che ci troviamo di fronte ad un’orticaria cronica e recidivante.

Cause principali dell’orticaria da stress

Come specificato, l’orticaria psicosomatica compare in coincidenza di momenti particolarmente stressanti e difficili da gestire. In queste situazioni vengono rilasciati cortisolo e adrenalina, i due ormoni deputati a gestire lo stress. Se la loro quantità va ad eccedere i livelli standard, ecco che si attiva anche il sistema immunitario, il quale inizia a produrre istamina, una sostanza che interviene tutte le volte che viene rilevata una condizione allergica o infiammatoria.

Quando l’orticaria da stress diventa un problema clinico

L’orticaria da stress diventa un rischio per la salute emotiva e fisica quando inizia a manifestarsi in forma frequente e periodica. Ciò è indice di una condizione di malessere intenso che necessita di essere affrontato con una certa urgenza. Rivolgersi ad uno psicologo per individuare le cause sottostanti potrebbe rivelarsi utile per eliminare alla radice il problema.

Orticaria da stress: cosa fare? Consigli e rimedi naturali

Per eliminare le eruzioni cutanee e il prurito da stress si può intervenire anche con dei rimedi naturali, utili per tenere a bada questi fastidiosi sintomi. Oltre a questo, bisognerà poi affiancare un lavoro di ricerca interiore, volto a migliorare la propria quotidianità. Vediamo quali sono le soluzioni a disposizione:

1 Impacchi di acqua fredda

Può sembrare banale, ma questo antico rimedio della nonna può offrire sollievo da prurito e bruciore. Fate una doccia fredda o applicate un panno di cotone sulle zone coperte dalle macchie. Attenuerete questi fastidiosi sintomi per qualche minuto.

2 Oli essenziali

Contro il prurito vengono in aiuto numerosi oli essenziali. Tea tree oil, calendula, sandalo, melissa, lavanda e camomilla possono essere impiegati sotto forma di impacchi per ridurre la sensazione di prurito. Per un uso ottimale si consiglia di diluire le essenze in un olio vettore, come olio di iperico, di oliva o di mandorle.

3 Tisane

Passiflora, camomilla e melissa sono gli ingredienti base per chi ama rilassarsi con delle tisane. Rivolgetevi ad un erborista di fiducia per conoscere tutte le erbe che possono esservi d’aiuto in questa fase delicata.

4 Aloe vera

L’aloe vera è una pianta particolarmente indicata per lenire le infiammazioni. Potete utilizzarla sotto forma di pomata o gel naturale da applicare in loco.

5 Farina d’avena, amido di riso o bicarbonato di sodio

Queste sostanze possono essere utilizzate per creare delle creme da spalmare direttamente sui ponfi. In alternativa fatevi suggerire da un esperto come utilizzarle per dei bagni rilassanti in acqua tiepida.

6 Alimentazione

L’infiammazione si combatte a tavola, grazie a cibi dal potere antistaminico. Non tutti sanno ad esempio che la curcuma, la liquirizia e lo zenzero possono ridurre la sintomatologia. Utilizzateli per la preparazione di piatti oppure fate qualche tisana da sorseggiare nei momenti di pausa.

7 Rilassatevi

Suggerire di staccare la spina a chi è sotto stress è fondamentale. Se da soli non riuscite a rilassarvi, prendete in considerazione la possibilità di imparare degli esercizi di rilassamento, di respirazione e di immaginazione guidata. Molti psicologi praticano corsi di rilassamento in studio, anche di gruppo. Buoni risultati si possono ottenere anche frequentando un corso di yoga.

8 Liberatevi dagli eccessi

Il troppo lavoro, l’eccessiva presenza per gli altri, le aspettative troppo elevate, ogni cosa portata all’eccesso diventa un fattore di rischio per lo stress. Eliminate tutti questi fardelli con gradualità. Non potete smettere di colpo di fare qualcosa, abituate lentamente il vostro corpo a ritmi più pacati e vedrete che la pelle risponderà in maniera positiva.

9 Ripristinate le buone abitudini

Come sempre, noi vi suggeriamo di impostare uno stile di vita corretto. Non andate a letto tardi, praticate sport, frequentate parchi e luoghi incontaminati, stabilite relazioni sane con gli altri, eliminate cibi fritti, fumo e alcool. Se sentite di vivere una condizione di grande disagio emotivo, ricordate che intraprendere un percorso di terapia personale potrà aiutarvi a recuperare quella serenità perduta.

Avete mai avuto una forma di orticaria da stress? Quali rimedi avete adottato? Fatecelo sapere nei commenti!

Hai letto: Orticaria da stress: cause, sintomi per riconoscerla e rimedi efficaci
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Alessia Fistola
La dott.ssa Alessia Fistola è Psicologa e Psicoterapeuta Familiare. Si laurea a Roma presso l’Università degli Studi La Sapienza e consegue un Master in Psicologia dell’Emergenza e Psicotraumatologia. Riceve come libero professionista a Chieti e Popoli (PE), lavorando con adulti, coppie, bambini ed adolescenti. Presso lo studio esegue anche le tecniche di rilassamento. Svolge progetti con scuole, associazioni ed enti pubblici. Cura un blog personale di divulgazione psicologica rivolto a tutte le mamme - www.labottegadellopsicologo.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here