Home Salute Benessere psicofisico Amicizia, amore e relazioni nell’epoca dei social network

Amicizia, amore e relazioni nell’epoca dei social network

Ultima modifica: 20 settembre 2015

9648
0
CONDIVIDI
amicizie e social network

Facebook… Twitter… Google+… e altri ancora! Da quando è esploso il boom dei social network, il mondo si è riempito di “amici” e contatti, dando spesso la sensazione di essere meno soli. Ma i rapporti virtuali sono davvero in grado di sostituire una solida rete di amicizie fatte di incontri, gesti, sguardi e parole? Scopriamo insieme alcune regole per imparare a distinguere le relazioni vere da quelle fittizie!

Cos’è per te la vera amicizia?

Sei anche tu tra quelli che sostengono che “il vero amico si vede nel momento del bisogno?” O invece ritieni che le vere amicizie “nascano soltanto sui banchi di scuola”? O piuttosto pensi che “il vero amico sia colui che è capace di gioire dei tuoi successi, senza provare invidia o competizione”? Oppure che “il vero amico sia colui che sa ascoltarti per ore, standoti vicino senza giudicare”? O invece ami crogiolarti nella convinzione pessimistica che “la vera amicizia non esiste e che viviamo in un mondo egoista ed opportunista, nel quale ognuno si limita a curare i propri interessi”?

Se interpelliamo mille persone su un tema vasto e emotivamente coinvolgente come il significato dell’amicizia, ne ricaveremo una quantità non indifferente di definizioni ed opinioni, tutte diverse tra loro… E allora come mai è così difficile mettersi d’accordo? In questo mondo in cui sembra così facile fare amicizia, in cui tutti sembrano amici ma pochi lo sono veramente, è molto importante imparare a riconoscere quelle che sono le relazioni davvero importanti!

I piccoli-grandi tranelli delle amicizie virtuali

Internet, così come i social network, costituiscono senza dubbio un validissimo mezzo di comunicazione, oggi più che mai. Tuttavia, come ogni cosa, se utilizzati in eccesso e nel modo sbagliato, rischiano di farci dimenticare l’importanza che rivestono, nei rapporti umani, empatia, sguardi, gesti e parole.
Vediamo insieme alcuni dei tranelli “relazionali” nei quali è più facile imbattersi:

  • Scambiare gli “amici virtuali” per veri amici
    Quante persone senti dire: “Io su Facebook ho 2000 amici!”? “Ah beh, io invece su Twitter…” I social network, se utilizzati correttamente, sono senza dubbio un valido strumento per stabilire contatti che possono essere d’aiuto nel mondo del lavoro, così come in quello personale. Tuttavia, è opportuno compiere una scissione tra realtà concreta e virtuale: il fatto di avere 1000 o più amici non significa necessariamente essere popolari o, tanto meno, essere amati per quello che si è. Impariamo a mantenere il contatto con la realtà!
  • Il bisogno di riconoscimento sociale
    L’essere umano è un “animale sociale”, si sa… E molto spesso si basa sulla considerazione e sul riconoscimento degli altri per valutare se stesso. Purtroppo questo non può che portare a cocenti delusioni, tanto più evidenti se ci si basa su giudizi “virtuali” che non necessitano di un confronto vis-à-vis. Ciò è vero in entrambi i sensi: facendo derivare la nostra autostima dai consensi esterni, correremo il rischio di esaltarci se quello che diciamo o facciamo viene approvato dai nostri “amici” virtuali, e di abbatterci ogni volta che veniamo ignorati o criticati.

    Così facendo, se la nostra personalità non è matura e ben integrata, finiremo per improntare la nostra vita sui “like” che riceviamo nel profilo del nostro social network preferito. Tuttavia, è sempre utile tenere presente che il primo, vero, e più importante riconoscimento sociale è quello che diamo a noi stessi, con Amore e Rispetto anche verso quelle parti di noi più fragili ed imperfette. Solo integrando e accettando pienamente noi stessi, saremo in grado di ottenere quella maturità affettiva necessaria per creare e mantenere valide e solide amicizie.

  • Sostituire le relazioni virtuali a quelle reali
    Ti è mai capitato di incontrare ragazzi che escono in compagnia e passano tutto il tempo, in silenzio, a condividere post o messaggi, magari anche inviandoseli l’un l’altro? Questo è un segnale di come, alle volte, sia preferibile, soprattutto perché più facile e meno “rischioso” sul piano emotivo, evitare di investire i propri sentimenti in relazioni concrete, con amici in carne ed ossa, in grado di criticarci, risponderci male o magari deluderci con atteggiamenti che, di persona, potrebbero essere più complicati da gestire.

    Ricorda sempre che le amicizie più profonde sono quelle sulle quali investi maggiormente in termini di tempo ed energie! Non possiamo pretendere di dedicare la nostra vita unicamente a noi stessi e alla nostra carriera, per poi lamentarci se le nostre amicizie virtuali non accorrono in nostro aiuto nei momenti di tristezza e solitudine! Quando è stata l’ultima volta che hai chiamato un amico solo per sentire come stava e per proporgli di trascorrere del tempo insieme?

  • Dimenticarsi della vita reale
    Sempre più spesso assistiamo a scene, anche di coppia, in cui un lui o una lei, fuori a cena, trascorrono il tempo a pubblicare su facebook o altro tutte le portate dei cibi che ordinano al ristorante. Ma non solo! Ci sono persone che, una volta in vacanza, pubblicano le foto di ogni singolo istante, dal momento in cui partono – aeroporto di partenza e di destinazione inclusi – alle giornate in spiaggia, al cibo, alle serate in compagnia…

    E, se invece di pubblicare ogni attimo della nostra vacanza, imparassimo a viverla e a godercela? In vacanza impariamo ad assaporare ogni attimo speciale in compagnia delle persone che amiamo! Al ritorno troveremo sicuramente il tempo per pubblicare le foto e condividere i momenti migliori con i nostri amici!

Come distinguere, allora i veri amici?

Abbiamo visto alcuni dei tranelli più ricorrenti nelle amicizie all’epoca dei social network, ma allora come riconoscere i veri amici, quelli reali? E come farsene di nuovi? Scopriamolo insieme!

  • Elimina giudizio, critiche e aspettative
    Uno dei maggiori ostacoli alla vera amicizia è rappresentato dal perpetuarsi, nella nostra mente, dell’ideale adolescenziale dell’”amico del cuore”, perfetto, unico e irripetibile. In realtà, se applichiamo questo modello alla nostra vita attuale di persone adulte, finiremo per subire grandi delusioni.

    Se senti di investire le persone che ami di forti aspettative le quali, se deluse, si trasformano in atteggiamento di critica e giudizio, tieni conto che questo è un riflesso di qualche tua insicurezza! Nel momento in cui siamo sicuri del nostro valore e in pace con noi stessi, accettiamo pienamente le nostre responsabilità nel rapporto con l’altra persona, senza però caricarci di quelle che sono le sue scelte e responsabilità. Questo significa essere in grado di dare e ricevere affetto e sostegno senza pretenderlo, sempre nella comprensione ed accettazione dei limiti propri e altrui.

  • Non esiste l’amico “perfetto”, esiste il vero amico!
    Si dice sempre che “i veri amici si contano sul palmo della mano”. Forse è vero, però, a ben pensarci, ognuno di noi ha qualche amico, magari uno soltanto… Anche tu, sicuramente ce l’hai! Eppure molte volte siamo talmente presi a cercare l’amico “perfetto”, quello che ricalca in pieno il nostro modello ideale, che non ci accorgiamo neanche di avere intorno quegli amici, magari non proprio perfetti, ma che ci sono silenziosamente accanto e ci amano per quello che siamo. Abituati a sentire con il cuore la presenza di quelle persone che, con calore e affetto sincero, arricchiscono la tua vita!
  • Accetta la “fine”
    Molto spesso, per bisogno di continuità e sicurezza, finiamo per tenere in piedi ad ogni costo, in amore così come nell’amicizia, rapporti che si trascinano da anni, come se il legame con il passato dovesse ad ogni costo essere un punto fermo della nostra vita. Ma non è così! Noi ci evolviamo, prospettive ed interessi cambiano, ed è perfettamente naturale che anche chi ci circonda si evolva e, in alcuni casi, prenda strade diverse dalle nostre. Accetta e lascia andare amorevolmente quelle persone che ora senti lontane da te! Non considerarla una rottura dolorosa, ma piuttosto una naturale evoluzione che porterà più spazio nella tua vita!
  • Lavora sulle credenze inconsce limitanti
    Se hai difficoltà a creare relazioni appaganti, se ti senti sfiduciato e ti sembra di rivivere sempre uno stesso film con questi sottotitoli: “I veri amici non esistono”, “La vita è lotta”, “Ognuno cura il proprio orticello”, “Nessuno mi ama!”, “Al mondo esiste solo competizione e lotta” o altro, potrebbe essere utile effettuare un lavoro sulle credenze inconsce limitanti attraverso il ThetaHealing, una tecnica molto efficace di riprogrammazione delle convinzioni limitanti e di riscoperta dei tuoi talenti, per trasformarti, da vittima del destino, in co-creatore, felice e appagato, della tua Vita!
Hai letto: Amicizia, amore e relazioni nell’epoca dei social network
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Antonella Martellini
Naturopata ad indirizzo psicosomatico accreditata presso l’Université Européenne Jean Monnet di Bruxelles, Master Reiki Metodo Usui Tradizionale Giapponese, Insegnante certificata ThetaHealing® iscritta a The ThetaHealing Institute of Knowledge® (THInK). Svolge la sua attività a Milano integrando l’iridologia e le discipline naturopatiche (Floriterapia (Fiori di Bach) – Fitoterapia – Aromaterapia) con tecniche e discipline energetiche ed emozionali (Reiki Tradizionale – ThetaHealing® – FastReset® - Massaggio Energetico-Spirituale – Quanti-Ka – Campane Armoniche). Nel 2011 mette a punto VisualTouch, poi rielaborato e approfondito in VisuaLife, una tecnica che insegna come impiegare la Legge di Attrazione per potenziare i propri Talenti ritrovando Fiducia, Perdono e Gratitudine, ristabilendo armonia tra mente razionale e inconscio e facilitando la creazione della realtà che si desidera. Conduce Seminari Reiki Metodo Usui Tradizionale Giapponese, Corsi di ThetaHealing®, Corsi di Massaggio Energetico-Spirituale, Workshop VisuaLife e Corsi di Meditazione incentrati su Chakra, Respiro e Visualizzazione Creativa. Riceve a Milano. www.darshanatura.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here