Home Salute Benessere psicofisico Come smaltire l’acido lattico? Consigli e rimedi naturali

Come smaltire l’acido lattico? Consigli e rimedi naturali

Ultima modifica: 23 settembre 2016

9057
0
CONDIVIDI
Rimedi per eliminare acido lattico

Combattere l’acido lattico con metodi naturali è possibile? Sì, grazie a qualche piccolo accorgimento. Vediamo quale.

L’acido lattico viene prodotto dal nostro organismo sia a riposo che durante le fasi di sforzo. Quando siamo sotto sforzo prolungato, però, può capitare che il nostro organismo raggiunge la cosiddetta soglia anaerobica, ovvero la soglia oltre la quale l’organismo produce più acido lattico di quanto ne riesce a smaltire, lasciandolo in eccesso nei muscoli. Le conseguenze? Muscoli tirati, appesantiti e lievemente addolorati. Attenzione però: i dolori che sentite quando il muscolo si contrae e appaiono i crampi non sono dovuti all’acido lattico, ma a “micro rotture” del muscolo.

Smaltimento acido lattico: prevenire è meglio che curare

Per evitare che i muscoli producano un eccesso di acido lattico è bene preparali all’allenamento. Sedute di stretching mirato aiutano a limitare i danni. Ma non solo: è importante bere molto e assumere vitamine e sali minerali anche con l’alimentazione.

Infatti il nostro organismo per debellare acido lattico ha bisogno di alimenti basici. È importante dunque assumere verdura a foglia verde, meglio se crude e frutta a digiuno. Tra la frutta privilegiare banane e albicocche ricche di potassio, sostanza che favorisce l’allontanamento dell’acido lattico. Anche il magnesio è fondamentale per ridurre i crampi post-allenamento. Per questo si consiglia di mangiare 5 o 6 mandorle (buone fonti di magnesio) prima di ogni allenamento.

Acido lattico nei muscoli: i rimedi

Quando però l’acido lattico è in circolo cosa fare?

  • Bagno caldo: Un bagno caldo con l’aggiunta di aghi di rosmarino e sale aiuta a ritrovare il naturale equilibrio. Il rosmarino può anche essere sostituito con aceto.
  • Bere bere e ancora bere: assumere molti liquidi, meglio se acqua o integratori di sali minerali per sportivi, aiuta ad evitare accumulo di acido sia nelle braccia che nelle gambe.
  • Bicarbonato di sodio: aiuta a ritrovare l’equilibrio alcalino dell’organismo. Va assunto almeno 1 ora prima dell’allenamento sciogliendone un cucchiaino raso di bicarbonato in una tazza d’acqua.
  • Ghiaccio: fare delle sedute di ghiaccio sulla parte dolorante alternando 10 minuti di posa con 10 di “libertà” aiuta ad accelerare lo smaltimento.
  • Stretching: nei giorni successivi gli esperti consigliano di fare un po’ di stretching, senza esagerare con l’intensità, in base al dolore che sentite ai muscoli. Anche una camminata veloce o una corsa leggera possono aiutare ad eliminare l’acido lattico nei muscoli.
  • Magnesio: per aiutare a smaltire l’acido lattico può essere utile integrare magnesio con l’alimentazione (mandorle, semi di zucca, spinaci, fichi secchi, ecc…) ma anche con integratori a base di magnesio (in questo caso prima dell’uso è buona regola chiedere il parere del medico) che accelerano il processo di smaltimento e riducono i crampi post-sforzo.

Inoltre è buona regola alternare gli esercizi in modo da non sovraccaricare troppo i muscoli. Come abbiamo già sottolineato è necessario allungare la muscolatura con esercizi adatti sia prima che dopo l’allenamento.

Hai letto: Come smaltire l’acido lattico? Consigli e rimedi naturali
Francesca Oliva
Mamma ed esperta di comunicazione online, si occupa di content marketing per diversi blog e siti e di social media marketing. Appassionata di salute e benessere per Viversano.net è redattrice. www.francescaoliva.it

LASCIA UN COMMENTO