Home Ricette Tisane e Tè Tisana alla malva: proprietà e 5 ricette per farla in casa

Tisana alla malva: proprietà e 5 ricette per farla in casa

Ultima modifica: 10 marzo 2017

893
1
CONDIVIDI
Tisana alla malva: 5 ricette per farla in casa

La malva è una pianta officinale dalle proprietà emollienti e antinfiammatorie, benefiche per intestino e gola. Scopriamo insieme 5 ricette naturali per preparare una tisana alla malva per la salute e il benessere.

La malva (Malva silvestris) è una pianta officinale che fa parte della famiglia delle Malvacee, ricca di tannini, vitamine, sali minerali e mucillagini, con proprietà benefiche sia sull’intestino che sulla gola. Può essere utilizzata per preparare delle ottime tisane, perché svolge un’azione emolliente e antinfiammatoria.

La tisana alla malva, infatti, svolge un’azione sedativa sulla tosse, sia grassa che secca, il mal di gola e tutti i disturbi legati all’apparato respiratorio, inoltre è un valido aiuto in caso di stitichezza, grazie alle sue proprietà lassative e favorisce la digestione.

Non ha particolari controindicazioni, quindi è possibile assumerla regolarmente, anche per periodi medio lunghi. L’infuso alla malva è quindi molto utile per il benessere del nostro organismo. Ma come si può preparare a casa? Vediamolo.

Come preparare la tisana con sola malva

Realizzare la tisana alla malva base, senza l’aggiunta di altre erbe, è semplice: vi basta acquistare in erboristeria le foglie e i fiori essiccati della pianta oppure le bustine già preconfezionate, meglio se biologiche.

Partendo dalle foglie e dai fiori essiccati, è necessario fare attenzione alle dosi di malva che userete per preparare il prodotto. Una tisana alla malva si prepara aggiungendo due cucchiaini di pianta essiccata a circa 200 ml di acqua bollente. Si lascia in infusione per 10 o 15 minuti, si filtra il tutto con un colino e la tisana è pronta per essere gustata, aggiungendo, se lo ritenete necessario, qualche dolcificante naturale o del succo di limone.

Tisana alla malva: 5 ricette per farla in casa

Dopo aver visto come preparare la tisana base, vediamo ora come realizzare 5 tisane fai da te combinando la malva con altre piante officinali per la salute e il benessere del nostro organismo.

1 Tisana alla malva e camomilla per l’intestino

Una o più tazze al giorno di infuso di camomilla e malva è un rimedio naturale molto efficace per proteggere lo stomaco, in caso di gastrite e dolori.

Miscelate 30 gr di capolini di camomilla dalle proprietà antispasmodiche, a 30 gr di foglie di malva, che dall’azione calmante e antinfiammatoria. Fate bollire 250 ml di acqua, aggiungete un cucchiaio di miscela di erbe, coprite e lasciate in infusione per circa 10 minuti. Filtrate con un colino e trasferite il liquido in una tazza. La tisana è pronta per essere consumata, preferibilmente dopo i pasti.

2 Tisana contro la cistite alla malva e calendula

La calendula è un’ erba dalle proprietà antimicrobiche molto efficace che va compensata con l’azione antinfiammatoria e lenitiva della malva.

Serviranno: 40 gr di fiori e foglie essiccati di malva e 20 gr fiori di calendula. Prendete le erbe curative e miscelatele insieme fino ad ottenere un composto omogeneo. A questo punto, portate ad ebollizione circa 250 ml di acqua in un pentolino e versate due cucchiaini di questo mix di calendula e malva. Lasciate in infusione almeno 10 minuti, filtrate e bevete nel corso della giornata come aiuto nanturale in caso di cistite.

3 Tisana rilassante alla melissa e malva

Questa tisana fai da te rilassante unisce le proprietà calmanti e sedative della melissa, che dona alla tisana un buon sapore, alle proprietà rilassanti della malva.

Per realizzare questa tisana alla malva e melissa miscelate 30 gr di foglie e fiori essiccati e sminuzzati di malva a 30 gr di foglie essiccate e tagliate a piccoli pezzetti di melissa, portate ad ebollizione 250 ml di acqua in un pentolino e versate due cucchiaini di miscela, coprite e lasciate in infusione per 10 minuti. Infine filtrate il liquido e bevete questa tisana la sera prima di coricarvi a letto.

4 Tisana alla malva e menta per la gola

L’infuso alla menta e malva è un valido aiuto per alleviare in breve tempo i sintomi legati al mal di gola. Questo infuso svolge anche un’azione tonificante sul nostro corpo, perché la menta agisce sul sistema nervoso centrale. Si sconsiglia di consumare la tisana moderatamente, in quanto la menta, essendo un ingrediente stimolante per il sistema nervoso centrale, potrebbe causare insonnia.

Per preparare questa tisana antinfiammatoria miscelate 30 gr di foglie e fiori essiccati di malva a 10 gr di foglie fresche o essiccate di menta. Si portano ad ebollizione 250 ml d’acqua, si spegne il fuoco, si versa l’acqua direttamente su due cucchiaini di miscela precedentemente posizionati sul fondo della tazza. Si copre lasciando in infusione per 10 minuti. Si procede poi filtrando con un colino e l’infuso è pronto. Se lo desiderate potete aggiuingere anche un cucchiaino di miele, per un effetto emolliente sulla gola.

5 Tisana depurativa al finocchio e malva

Per le sue proprietà depurative, digestive e drenanti, il finocchio aiuta ad eliminare i liquidi in eccesso e libera il corpo dalle tossine. Unendo il finocchio alla malva, questa tisana avrà anche un effetto calmante ed emolliente e sarà molto utile per il benessere intestinale.

Portate ad ebollizione 200 ml d’acqua in un pentolino, spegnete il fuoco, versate nell’acqua un cucchiaino di semi, foglie o radici di finocchio e un cucchiaino di foglie e fiori essiccati di malva sminuzzati. Coprite e lasciate in infusione per circa 10 minuti. Filtrate il liquido con un colino e la tisana è pronta per essere consumata. Si consiglia di consumarla dopo i pasti o nel corso della giornata.

Avete visto le 5 ricette per preparare in casa una tisana alla malva! E voi utilizzate la tisana come rimedio naturale? Come la preparare e a quali erbe la abbinate? Fatecelo sapere nei commenti!

Dove acquistare la malva sfusa

Malva fiori e foglie

Le piante di malva presenti all’interno della confezione crescono spontaneamente. La malva viene utilizzata per combattere stati febbrili e raffreddori, ma anche stitichezza, dal momento che è in grado di svolgere una notevole azione lassativa.

Hai letto: Tisana alla malva: proprietà e 5 ricette per farla in casa
Martina Rodini
Naturopata, esperta in alimentazione naturale, integratori alimentari, piante officinali, psicosomatica e cosmesi naturale. Collabora con il programma televisivo "Detto Fatto" in onda su Rai 2 all'interno del quale conduce una rubrica di cosmesi naturale. Organizza corsi di auto-produzione e propone ricette di cucina naturale e di bellezza naturale sul suo blog. Riceve a Zevio (Verona). www.martinarodini.it

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here