Home Ricette Secondi 5 ricette vegan con il topinambur

5 ricette vegan con il topinambur

Ultima modifica: 18 ottobre 2017

1690
0
CONDIVIDI
5 ricette vegan con il topinambur

Conoscete il topinambur? Ci sono molte ragioni per amarlo, a partire dalle spiccate proprietà benefiche. Ma c’è di più, il suo sapore deciso sa donare un tocco creativo ai piatti più tradizionali. Ecco 5 ricette vegan con il topinambur da sperimentare!

La prima cosa che ci viene in mente, osservando i topinambur è: come si puliscono? Non è il caso di scatenare allarmismi: i topinambur vanno sciacquati e strofinati con una spugnetta (possibilmente in cocco) per rimuovere eventuali tracce di terra. La seconda fase è quella della sbucciatura, a volte complicata a causa della superficie irregolare: munitevi di pelaverdure e di un coltello con cui rimuoverete le parti più dure.

La seconda domanda che ci si pone di fronte al topinambur è: che sapore ha? Partendo dal presupposto della soggettività di questo tipo di percezioni, potremmo descrivere il gusto del topinambur come un mix intrigante di fungo e carciofo, ma più delicato. Più saporito della patata ma di una consistenza simile, si presta alla preparazione di molte ricette vegane, dai primi piatti alle insalate.

Il topinambur è conosciuto come rapa tedesca o carciofo di Gerusalemme. L’apparente confusione geografica è dovuta alle sue origini lontane: la coltivazione del topinambur nasce in America e viene portata in Europa nel ‘600. In Inghilterra, il tubero viene battezzato carciofo di Gerusalemme per via del suo sapore inconfondibile. Molto consumato in Germania, è curioso sapere che nel Baden-Württemberg, il 90% della sua produzione è destinata alla distillazione di un liquore caratteristico noto come “Topinambur” o “Topi”.

Al di là delle diatribe geografiche, il topinambur è chiamato anche “tubero della salute”. Il merito di questa lusinghiera etichetta va alle sue proprietà, capaci di aumentare le difese immunitarie, combattere l’anemia, ridurre i livelli di zuccheri nel sangue, accelerare il metabolismo e combattere stanchezza e stitichezza. In più, il topinambur è proteico, privo di colesterolo e naturalmente senza glutine e ricco di fibre.

Consumato crudo o cotto, il topinambur può anche essere trasformato in farina mediante un processo di essiccazione e macinatura. La sua farina può sostituire, nei prodotti da forno, la farina di grano fino a un 10%. Vediamo ora

5 ricette vegan con il topinambur

Una volta compreso l’ingrediente spesso incompreso, introdurlo in cucina diventa facile e molto divertente. Vediamo 5 ricette vegane con il topinabur facili, golose e sane.

1Chips di topinambur al forno

Sfiziose e non fritte, le chips di topinambur al forno sono un finger food da sfoggiare all’aperitivo come sostituto della chips di patata in sacchetto. Una tira l’altra, senza sentirsi in colpa: bello no?

INGREDIENTI per 4 persone
  • Topinambur › 300 gr
  • Olio evo › 2 cucchiai
  • Sale integrale › 1 cucchiaino
  • Origano › q.b.
  • Rosmarino › q.b.
  • Pepe nero › q.b.
PROCEDIMENTO
  • Lavate con cura i topinambur sotto l’acqua corrente, sbucciateli e tagliateli a fettine molto sottili;
  • Riponete i topinambur a fette in una ciotola e conditeli con le erba aromatiche, l’olio e il sale e il pepe;
  • Disponete i topinambur, senza sovrapporli, in una teglia ricoperta di carta forno e infornate a 190° per circa 15 minuti.

2 Timballo di pasta al topinambur

Il topinambur ridotto in crema e unito a un po’ di latte di cocco diventa una besciamella irresistibilmente morbida e saporita. Usarla per un timballo da cuocere al forno è un’idea di sicuro successo per i fan del comfort food.

INGREDIENTI per 2 persone
  • Topinambur › 400 gr
  • Fusilli integrali › 180 gr
  • Latte di cocco › 6 cucchiai
  • Piselli cotti › 5 cucchiai
  • Sale e pepe › q.b.
  • Erba cipollina › q.b.
  • Olio evo › q.b.
PROCEDIMENTO
  • Lavate, pelate e tagliate a fette sottili il topinambur. Saltatelo in padella con poco olio evo, aggiungendo un mestolo d’acqua e cuocete con coperchio per un quarto d’ora;
  • Scolate il topinambur e frullatelo. Successivamente unitelo ai piselli e al latte di cocco, mescolando;
  • Cuocete la pasta lasciandola molto al dente molto al dente e conditela con la crema di topinambur, cocco e piselli aggiustando di sale e pepe. Aggiungete dell’erba cipollina a piacere;
  • Ungete la pirofila con dell’olio evo e versate la pasta condita al suo interno. Cuocete a 180° per 20 minuti.

3 Vellutata di topinambur con tofu e nocciole

Il topinambur sostituisce egregiamente le patate nelle vellutate. Otterrete una consistenza altrettanto cremosa ma dal gusto più deciso (così non serve condire troppo la zuppa!).

INGREDIENTI per 2 persone
  • Topinambur › 500 gr
  • Patata › 1
  • Scalogno › 1
  • Brodo vegetale › 5 cucchiai
  • Sale e pepe › q.b.
  • Olio di lino › 1 cucchiaio
  • Olio evo › 1 cucchiaio
  • Tofu morbido › 50 gr
  • Nocciole tostate › 80 gr
PROCEDIMENTO
  • Lavate, pelate e tagliate patata e topinambur, la prima a tocchetti e i secondi a fettine. Tritate lo scalogno;
  • Ripassate lo scalogno in una casseruola con dell’olio d’oliva e aggiungete anche topinambur e patate. Lasciate insaporire per 1 minuto e coprite con il brodo vegetale;
  • Una volta raggiunto il punto di ebollizione cuocete per 20 minuti e unite le nocciole a metà cotture;
  • Prima di servire, frullate brevemente la zuppa e impiattate completando con il tofu morbido e un filo di olio di lino a crudo.

4 Polpette di topinambur al forno

Golose e decisamente alternative, queste polpette di topinambur cotte al forno sono un secondo piatto che si fa amare da tutta la famiglia. Servitele con del ketchup o una tzatziki vegana fatta in casa.

INGREDIENTI per 2 persone
  • Topinambur › 400 gr
  • Senape › 1 cucchiaio
  • Farina di ceci › 8 cucchiai
  • Lievito alimentare inattivo › 3 cucchiai
  • Curcuma › 1 cucchiaino
  • Erba cipollina › 1 cucchiaio
  • Olio evo › q.b.
  • Farina di mais › q.b.
  • Sale e pepe › q.b.
PROCEDIMENTO
  • Lavate sotto l’acqua corrente, pelate e tagliate a fettine il topinambur. Saltatelo in padella con poco olio evo, sale e pepe e cuocetelo, con coperchio, aggiungendo poco per volta l’acqua sufficiente a renderlo tenero;
  • Frullate il topinambur, non più caldo, e incorporate la farina mescolando con una frusta per evitare grumi. Aggiungete la curcuma, la senape, il lievito in fiocchi e l’erba cipolla. Aggiustate di sale e pepe;
  • Formate delle polpette con le mani e ripassatele nella farina di mais. Cuocete le polpette a forno a 180° fino a quando non si saranno dorate in superficie.

5 Insalata fresca di topinambur

Si può mangiare il topinambur crudo? La risposta è sì, a patto di utilizzarlo per un’insalata leggera e gustosa, proprio come questa.

INGREDIENTI per 2 persone
  • Topinambur › 150 gr
  • Carote › 100 gr
  • Germogli di soia › 50 gr
  • Yogurt di soia non zuccherato › 3 cucchiai
  • Senape › 1 cucchiaino
  • Semi di girasole › 1 cucchiaio
  • Semi di chia › 2 cucchiai
  • Succo di limone › q.b.
  • Sale › q.b.
PROCEDIMENTO
  • Pulite, pelate e tagliate a julienne sia le carote che il topinambur. Per evitare che il secondo annerisca, immergetelo in acqua e succo di limone;
  • Create il dressing aggiungendo allo yogurt la senape, il succo di limone e un pizzico di sale;
  • Unite le carote al topinambur in una terrina, aggiungete i germogli di soia, i semi e condite con la salsa allo yogurt vegana.

Conoscete qualche altra ricetta vegan con il topinambur di sicuro successo? Condivida con noi lasciando un commento!

Hai letto: 5 ricette vegan con il topinambur
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Martina Tallon
Martina ama tutto ciò che ruota attorno alla natura, la cucina vegana e lo storytelling. Copywriter, blogger e articolista freelance, oltre a collaborare con alcune testate online, gestisce dal 2012 un blog personale dedicato alla cultura e alla cucina vegana in cui racconta le sue esperienze di vita legate al cibo, che si svolgano tra le mura di casa oppure nei ristoranti vegan friendly di tutta Europa. Esperta di cucina vegana sana ma golosa, non smette mai di sperimentare dentro e fuori la cucina. www.vegancucinafelice.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here