Home Eco-consigli Casa Come preparare un bagno aromaterapico con oli essenziali

Come preparare un bagno aromaterapico con oli essenziali

Ultima modifica: 25 giugno 2016

690
0
CONDIVIDI
I migliori oli essenziali per un bagno aromaterapico

Un bagno o una doccia possono diventare un’esperienza aromaterapica a tutti gli effetti, è importante però sapere quale olio essenziale aggiungere per ottenere il risultato sperato. Ecco alcune ricette per preparare un bagno energizzante, rilassante, antibatterico, espettorante o afrodisiaco.

Il bagno è un piacere che spesso ci concediamo troppo poco per mancanza di tempo ma che invece potrebbe aiutare a farci scaricare un po’ di stress o al contrario ricaricarci di buona energia per affrontare una giornata difficile. Anche la classica doccia può servire allo stesso scopo e se abbiamo voglia di rendere questo momento ancora più piacevole possiamo chiedere aiuto agli oli essenziali.

Un bagno aromaterapico o una doccia aromaterapica stimolano piacevolmente il corpo e la mente e sono semplicissimi da realizzare anche a casa propria, basta avere sempre a portata di mano gli oli essenziali giusti che devono essere 100% puri meglio se di provenienza biologica.

Vediamo adesso come preparare un bagno o una doccia con oli essenziali.

Come preparare il bagno o la doccia

Innanzitutto una cosa importante da sapere è che gli oli essenziali non sono solubili in acqua quindi per fare in modo che si sciolgano bene nella vasca da bagno è sempre meglio diluirli prima in una sostanza grassa come può essere un cucchiaio di latte oppure un cucchiaio di olio vettore (ad esempio l’olio di mandorle dolci). In alternativa si possono mettere le gocce di olio essenziale o il mix di oli scelti in un cucchiaio di bicarbonato, di sale marino integrale, rosa dell’himalaya oppure in una confezione di sali da bagno neutri già pronta.

Nel caso della doccia, invece, la soluzione più pratica è quella di diluire le gocce di olio essenziale in un bagnoschiuma o in uno shampoo. Importante però che siano neutri in modo tale che le essenze possano agire al meglio non trovandosi ad interagire con altri aromi già presenti nei detergenti. Vi consigliamo inoltre di scegliere il più possibile prodotti con buon Inci.

Nel caso del bagno, rimanete immersi nell’acqua calda per almeno 20 minuti. Sarebbe poi buona cosa appena entrati nella vasca, o subito prima, passare una spugna o meglio una spazzola per il bagno su tutto il corpo. In questo modo si mandano via le cellule morte e si contribuisce ad aprire al meglio i pori della pelle così da poter beneficiare appieno dei benefici degli oli.

Soprattutto nel caso del bagno, potete rendere l’atmosfera più rilassante utilizzando una lampada di sale oppure delle candele profumate, magari accompagnando il tutto con delle buona musica.

Bagno rilassante

Se quello che cercate è il relax, gli oli essenziali più indicati al vostro scopo sono senza dubbio la lavanda, la camomilla, il mandarino, l’arancio dolce, il geranio e la rosa.

Trovate l’olio che vi piace di più e prendete anche in considerazione l’opportunità di creare un mix personalizzato. Potete usare ad esempio lavanda e camomilla, lavanda e mandarino, geranio e rosa, ecc. L’importante è utilizzare sempre dalle 5 alle 10 gocce totali di oli essenziali. Questo bagno è ottimo anche prima di andare a dormire per favorire il sonno.

Bagno energizzante

A volte un bagno o una doccia possono dare anche grande carica. Se questo è quello che vi serve, i vostri oli alleati sono pompelmo, limone, menta, eucalipto, pino, rosmarino e timo. Alcuni di questi oli, come ad esempio il pompelmo e la menta, sono anche degli ottimi antidepressivi, perfetti quindi se volete ritrovare con più facilità il buon umore.

Bagno antibatterico ed espettorante

Un bagno o una doccia possono anche essere curativi, basta saper utilizzare gli oli essenziali giusti. Sicuramente tra gli antibatterici e antivirali più potenti c’è il tea tree oil, ma anche la lavanda e l’eucalipto possono servire a questo scopo. Quest’ultimo tra l’altro ha potere espettorante e aiuta a liberare le vie respiratore in caso di raffreddore o tosse. Ottimi anche il timo e il pino. Si può fare un bagno o una doccia a base di questi oli anche per prevenire l’influenza e il raffreddore nel caso in cui qualche famigliare si sia già ammalato e si voglia evitare il contagio.

Bagno per stimolare la circolazione

Un bagno o una doccia aromaterapica possono servire anche a riattivare la circolazione sanguigna e quella linfatica e rivelarsi utili quindi per sgonfiare le gambe. Tra gli oli più indicati a questo scopo c’è al primo posto il cipresso, che tonifica e decongestiona, seguito da limone, rosmarino, geranio e salvia. Dopo il bagno si possono utilizzare alcune gocce degli stessi oli sciolti in un olio vettore per fare un massaggio deciso ma delicato sulle zone dove si vuole stimolare la circolazione ed ottenere così un effetto maggiore.

Bagno di coppia

Un bagno aromaterapico può essere fatto anche in coppia per stimolare i sensi. Gli oli essenziali più indicati per trovare l’armonia a due sono l’ylang ylang, il pachouli, la rosa e l’essenza di zenzero.

Ci sono anche dei vantaggi extra che offrono i bagni che vi abbiamo proposto: ottenere una pelle più morbida, profumare il corpo e favorire la disintossicazione.

Controindicazioni

Gli oli essenziali sono sostanze molto forti, attive e concentrate. Attenzione quindi a non eccedere nelle dosi, non utilizzare in gravidanza, allattamento o su bambini molto piccoli (la maggior parte degli oli essenziali sono sconsigliati fino ai 3 anni). Sono possibili anche allergie e sensibilizzazioni ad alcuni oli ricavati da fiori o piante, se utilizzate il prodotto per la prima volta fate prima un test cutaneo utilizzando una goccia di olio essenziale diluito in un po’ di olio di oliva o mandorle dolci da spargere su una piccola zona della pelle, valutando eventuali reazioni prima di adoperarlo su tutto il corpo. Esistono poi degli oli essenziali foto sensibilizzanti (come le essenze agrumate), ciò significa che una volta utilizzati è bene non esporsi al sole per evitare reazioni indesiderate.

Hai letto: Come preparare un bagno aromaterapico con oli essenziali
Francesca Biagioli
Laureata in lettere moderne con il massimo dei voti all’Università Roma 3. Redattrice web, blogger e studentessa di naturopatia da sempre appassionata di benessere naturale, salute alternativa, vivere green, sana alimentazione e yoga. Dal 2012 cura il blog NaturoMania sul quotidiano online GreenMe.it. www.greenme.it/spazi-verdi/naturomania

LASCIA UN COMMENTO

*