Home Eco-consigli Casa Aceto: 10 utilizzi per la pulizia domestica

Aceto: 10 utilizzi per la pulizia domestica

Ultima modifica: 19 luglio 2016

13545
0
CONDIVIDI
aceto utilizzi per la pulizia di casa

Anticalcare, smacchiatore, detergente: scopriamo gli usi dell’aceto di vino per le pulizie ecologiche di tutta la casa.

L’aceto è un ingrediente economico e facilmente reperibile in qualsiasi supermercato. Oltre che per l’uso alimentare, l’aceto è un prezioso alleato per le pulizie ecologiche di tutta la casa: ha infatti ha un’azione antibatterica, disinfettante e elimina il calcare grazie al contenuto di acido acetico.

Inoltre è un prodotto biodegradabile e non inquinante. Per le pulizie domestiche si utilizza l’aceto di vino bianco; chi dovesse trovare fastidioso l’odore pungente dell’aceto può aggiungere qualche goccia di olio essenziale di eucalipto alle ricette indicate nei prossimi paragrafi.

Pulire le stoviglie con l’aceto

Per il lavaggio delle stoviglie a mano, aggiungete un bicchiere di aceto nell’acqua in cui immergere le stoviglie per potenziare l’azione detergente del detersivo abituale.
In lavastoviglie si può sostituire il brillantante con l’aceto, inserendolo nella vaschetta del brillantante.
 

Togliere il bruciato dalle pentole e lucidare il rame con l’aceto

Se avete pentole con il fondo bruciato versate al loro interno l’aceto puro fino a coprire il fondo e mettete sul fuoco per qualche minuto; togliete dal fuoco, lasciate raffreddare e passate con una spugna.

Se utilizzate i brucia-essenze per diffondere gli oli essenziali, potete rimuovere i residui di bruciato allo stesso modo: riempite il diffusore con aceto puro e scaldatelo con la candelina per pochi minuti, dopodiché rimuovete i residui con una spugna e acqua.

Per eliminare l’ossido di rame che fa scurire le pentole e gli oggetti in rame, mescolate due cucchiai di sale fino in un bicchiere di aceto di vino bianco e strofinate con una spugna la soluzione sulle pentole o sugli oggetti da pulire. Risciacquate e asciugate: il rame brillerà.

Pulizia di vetri, superfici lavabili e pavimenti con l’aceto

Per togliere gli aloni da vetri e specchi e pulire le superfici lavabili della casa, preparate una soluzione con:

  • 150 millilitri di aceto di vino bianco
  • 250 millilitri di acqua distillata

Mescolate e versate tutto in uno spruzzino, anche riciclato da un detergente finito. Questo detergente ecologico può essere utilizzato per pulire i veri e le superfici lavabili con un panno di cotone.

Per i pavimenti, aggiungete un bicchiere di aceto all’interno del secchio e procedete con le pulizie. L’aceto non va utilizzato su pavimenti di marmo, travertino e parquet.

Per pulire forno e frigorifero con l’aceto

Per pulire il forno e il frigo preparate una soluzione con:

  • 250 millilitri di aceto bianco
  • 250 millilitri di acqua distillata

Spruzzate la soluzione sulle pareti del frigorifero o del forno, lasciate agire per cinque minuti dopodiché risciacquate con una spugna e asciugate con un panno di cotone.

L’aceto come anticalcare

Per eliminare il calcare da pentole, teiere e vaporiere in acciaio, riempitele con aceto di vino bianco puro fino al livello in cui sono incrostate.
Mettete la pentola sul fuoco basso e portate a bollore. Spegnete la fiamma, lasciate intiepidire l’aceto, poi strofinate con un una spazzola per piatti.
Di solito non è necessario, ma se l’incrostazione è particolarmente ostinata, potete ripetere l’operazione.

Aceto per la pulizia di sanitari e rubinetti

Puro o diluito in acqua, l’aceto si rivela un ottimo anticalcare eco-compatibile anche per la pulizia del bagno.
Per sciogliere il calcare dalle griglie rompigetto dei rubinetti, smontatele e lasciatele immerse nell’aceto puro per una notte; la mattina seguente risciacquatele e asciugatele, dopodiché montatele di nuovo sui rubinetti.

Per la pulizia del calcare all’interno del water, assorbite l’acqua all’interno del wc e versate l’aceto di vino puro. Lasciate agire per almeno un quarto d’ora, poi strofinate con lo scopino fino a rimuovere le incrostazioni.

Per eliminare il calcare da rubinetti, sanitari, piastrelle e dal box doccia, utilizzate uno spruzzino preparato con:

  • 200 millilitri di aceto di vino bianco
  • 300 millilitri di acqua distillata

Spruzzate sulle superfici, lasciate agire per una decina di minuti e riscqiacquate passando una spugna. Infine, asciugate con un panno di cotone.

Liberare gli scarichi intasati con l’aceto

L’aceto è uno degli ingredienti che servono per sgorgare gli scarichi lenti. Se avete questo problema, anziché ricorrere a prodotti inquinanti, provate a versare nello scarico:

  • un bicchiere di sale fino
  • un bicchiere di bicarbonato di sodio,
  • due bicchieri di aceto bianco

Lasciate che bicarbonato e aceto reagiscano, dopodiché versate acqua bollente.

Eliminare le macchie ostinate dai vestiti con l’aceto

L’aceto è un ottimo smacchiatore naturale. Per eliminare le macchie di erba, fango, inchiostro, frutta e pennarello, basta tamponare la macchia con aceto di vino bianco puro; si lascia agire per cinque minuti e si procede con il normale lavaggio a mano o in lavatrice. Per le macchie di ruggine si mescola un poì di sale all’aceto e si procede allo stesso modo.

Aceto come ammorbidente in lavatrice

L’aceto può sostituire il vostro abituale ammorbidente: versatene un bicchiere nella nella vaschetta dell’ammorbidente. L’aceto rimuoverà il calcare dalle fibre nell’ultimo risciacquo, evitando che queste si induriscano. Se non sopportate l’odore dell’aceto non temete, poiché non resterà sulla biancheria.

Disincrostare gli elettrodomestici con l’aceto

Per disincrostare lavatrice e lavastoviglie fate periodicamente un ciclo di lavaggio a vuoto a 60°C con 1 litro di aceto puro da versare direttamente nel cestello.
Anche la macchina del caffè può essere ripulita dal calcare in questo modo: versate nel serbatoio l’aceto puro, dopodiché azionatela finché non si sarà svuotata di tutto l’aceto.

Hai letto: Aceto: 10 utilizzi per la pulizia domestica

LASCIA UN COMMENTO

*