Come vestirsi durante l’attività sportiva

Come vestirsi durante l’attività sportiva

0 45

Vediamo nel dettaglio quali sono i capi giusti da indossare quando si pratica attività sportiva

PANTALONI

Quelli comodi e senza cuciture sono sicuramente i più accreditati: possono essere lunghi,se si frequenta ad esempio la sala con i macchinari per il potenziamento dei muscoli dove i movimenti sono piuttosto “statici” e costanti. I pantaloncini corti, o leggins, invece sono più indicati per chi vuole affrontare il tapis roulant per una camminata veloce o una corsa.
E’ importante però prestare attenzione nello scegliere sempre pantaloni realizzati con tessuti di qualità e anche se attirati dai colori sgargianti, controllare bene che l’indumento non “stinga” e non perda il colore.
Anche i pantaloni o pantaloncini antitraspiranti o acrilici, possono creare problemi, proprio perché il sudore non viene bene assorbito e ristagna sulla pelle creando sgradevoli arrossamenti. Per il fitness (aerobica, step, danza moderna ecc..) vanno bene pantaloncini corti, leggins o pantacollant.

MAGLIE

Le magliette a maniche corte, spesso in cotone, sono abitualmente quelle che gli sportivi indossano in palestra: sono comode, ampie e permettono di muoversi con agilità.
Vengono utilizzate da chi si allena nelle sale con i macchinari, mentre per lo spinning (disciplina sportiva in cui si pedala su una bike fissa in terra),è più facile vedere i “ciclisti” vestiti con canottiere colorate, spesso elasticizzate, le quali però quasi sempre sono costituite da nyon.

SCARPE

Occorre sceglierle bene, perché in questo caso i problemi che potrebbero derivare da una postura sbagliata (creata dalle scarpe) sono veramente molteplici e di difficile soluzione.
Innanzitutto le scarpe che si utilizzano per qualsiasi disciplina sportiva devono tutte, necessariamente, avere un plantare interno: mai utilizzare quelle totalmente basse perchè in questo caso i contraccolpi derivanti dai movimenti non vengono “attutiti” e si rischiano contratture muscolari e mal di schiena.

  • Per gli esercizi di potenziamento dei muscoli, sono indicate semplici scarpe da ginnastica (rigorosamente con il plantare interno) perché i movimenti da compiere con le gambe sono veramente pochi.
  • Per il fitness, invece, sarà bene utilizzare scarpe che contengono la caviglia, perché in questa disciplina i movimenti sono piuttosto veloci e rapidi e le distorsioni sono un problema quasi quotidiano per molte persone.
  • Infine per gli amanti delle bike ci sono in commercio scarpe con speciali attacchi incorporati sotto la pianta che si integrano perfettamente con gli attacchi di cui solitamente le bike dispongono.

Anche sulle scarpe, come sui tessuti è bene compiere delle scelte consapevoli e non lasciarsi ingannare, ad esempio, da scarpe a basso prezzo di qualità scadente: dopo pochi giorni di sport le problematiche non mancheranno.

ECO ABBIGLIAMENTO

Parlando ancora di tessuti, oltre al cotone (che  ha il vantaggio di far traspirare la pelle , essendo un tessuto naturale, ma se si suda molto vi sarete accorti che permane la sensazione di bagnato sulla pelle) e al sintetico (molto usato per la capacità di eliminare il sudore, ma di ostacolo alla corretta traspirazione) esiste un nuovo modo di fare sport parlando di eco-abbigliamento: nuovi tessuti combinano caratteri positivi per gli amanti dello sport.

L’azienda toscana H-earth ha lanciato sul mercato da poco una linea di abbigliamento apposita per gli sportivi.

I tessuti che la caratterizzano sono gli stessi della produzione base dell’azienda, si tratta di fibre ecologiche, a basso impatto ambientale e ideali per il benessere della pelle e quello intimo, anche durante l’attività sportiva.
La linea sportiva di H-earth è composta da top, pantacollant, leggins, canotta spalla larga e vogatore, ma non si deve per forza limitarci ad indossarla durante lo sport: le caratteristiche di questi tessuti sono adatte infatti per chi ha problemi alla pelle e non tollera i sintetici, chi ama l’ambiente e vuole tessuti ecologici e per tutti coloro che cercano il benessere che accompagna lo sport e la vita quotidiana.

LA NUOVA FRONTIERA DELLE FIBRE NATURALI: L’AMIDO DI MAIS

A contatto con la pelle la fibra di amido di mais, dona una piacevole sensazione di fresco e asciutto, non surriscalda e drena  il sudore verso lo strato esterno (generalmente in fibra di legno o bamboo). Lo strato esterno assorbe i liquidi fino al 30% in più rispetto al cotone, lasciando traspirare la pelle e attenuando notevolmente la sensazione di bagnato.
L’amido risulta inoltre morbido al tatto, non irrita l’epidermide, riduce la formazione di batteri e attenua i cattivi odori, prerogative quest’ultime, fondamentali per chi pratica abitualmente sport.
Si tratta quindi di tessuto che riprende i vantaggi di entrambe le fibre (naturali e sintetiche) eliminandone gli svantaggi.

Hai letto: Come vestirsi durante l’attività sportiva
Silvia Bulgarelli
Silvia Bulgarelli lavora come Biologa presso H-earth, azienda tessile Toscana che produce tessuti dermocompatibili, frutto della combinazione di fibre naturali dalle particolari qualità. Collabora con aziende che si fanno portavoce di una nuova economia sostenibile che rispetti l'uomo, la sua salute e l'ambiente, producendo e promuovendo prodotti ecologici, quali pannolini lavabili e assorbenti lavabili presso l'azienda toscana GG Innovation. www.h-earth.com www.gginnovationsrl.it

Altri articoli che potrebbero interessarti:

percarbonato di soio

Per il bucato, per le stoviglie, per le pulizie di casa: scopriamo cos'è e come si usa il percarbonato di sodio. Il percarbonato di sodio...

alimentazione vegetariana per sportivi

Parliamo di alimentazione vegetariana e attività sportiva. Qual'è l'alimentazione corretta per chi fa sport non agonistico? Vediamolo in questo articolo. L’ abbinamento “alimentazione corretta” e...

Nessun commento

Rispondi


*

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.