Home Bellezza Trattamenti fai-da-te Scrub per peli incarniti: ricetta fai da te

Scrub per peli incarniti: ricetta fai da te

Ultima modifica: 22 luglio 2016

1285
0
CONDIVIDI
Ricetta per preparare uno scrub contro i peli incarniti

Con questa ricetta naturale fai da te avrete una pelle liscia e morbida risolvendo il problema dei peli incarniti, anche nelle zone più delicate del corpo. Prendetevi cura della vostra pelle con questo trattamento esfoliante delicato.

Il fenomeno dei peli incarniti è un grande problema per molte donne e uomini perché, oltre a creare un evidente inestetismo, può causare irritazioni e infiammazioni anche rilevanti.

Le cause di questo disturbo sono soprattutto i trattamenti depilatori con il rasoio e la ceretta: normalmente, dopo qualche giorno dall’ultimo trattamento depilatorio, i peli ricominciano a crescere e, se la pelle non è sufficientemente pulita, levigata ed idratata, gli stessi possono faticare ad uscire in superficie, con la conseguenza che svilupperanno la loro crescita sottopelle.

Purtroppo, in certi casi, determinano la comparsa di piccole pustole o cisti molto dolorose, fino a sviluppare vere e proprie follicoliti, infezioni acute che possono lasciare delle cicatrici.

Soprattutto in quest’ultimo caso è spesso necessario intervenire con pomate antibiotiche per debellare l’infiammazione. Più la pelle è sensibile e più ha la probabilità di manifestare questo problema: per le donne, la zona dell’inguine e delle ascelle è particolarmente delicata, mentre per gli uomini il viso può presentare il problema dei peli incarniti come conseguenza della rasatura.

Per prevenire e limitare questo problema potete realizzare questa ricetta fai da te dello scrub anti peli incarniti: è un rimedio naturale che vi permetterà di mantenere liscia e levigata la vostra pelle, rigenerandola e stimolando la microcircolazione.

Scrub per peli incarniti: le proprietà degli ingredienti

Per fare questo scrub si utilizzeranno ingredienti naturali come lo yogurt, l’oleolito di calendula, le perle di jojoba esfolianti, l’olio essenziale di rosmarino e l’olio essenziale di camomilla. Vediamo di seguito le proprietà di ognuno:

  • Yogurt naturale intero: ha una consistenza molto morbida e ha proprietà purificanti, antisettiche e lenitive sulla pelle.
  • Oleolito di calendula: è un olio dalla consistenza media, ricco di sostanze funzionali lenitive e disinfiammanti per la pelle.
  • Microsfere di jojoba: è la parte esfoliante di questa ricetta, ottenuta dalla lavorazione dei semi di jojoba. Le microsfere svolgono un’azione levigante delicata, ma efficace.
  • Olio essenziale di rosmarino: ha proprietà antisettiche e antibatteriche e agisce sulla pelle come purificante.
  • Olio essenziale di camomilla: la camomilla è molto utile come lenitivo e cicatrizzante e va ad agire sulla pelle irritata.
INGREDIENTI E MATERIALI per circa 100 gr di prodotto
  • Yogurt naturale intero › 80 gr
  • Oleolito di calendula › 15 gr
  • Microsfere di jojoba › 4 gr
  • Olio essenziale di rosmarino › 8 gocce
  • Olio essenziale di camomilla › 8 gocce
  • Ciotola di vetro
  • Cucchiaio di plastica o legno
  • Vasetto di vetro vuoto
PROCEDIMENTO
  • Versate lo yogurt naturale interno in una ciotola di vetro ben pulita e asciugata;
  • Aggiungete l’oleolito di calendula e cominciate ad amalgamare il composto con l’aiuto di un cucchiaio di plastica o di legno;
  • Inserite le gocce di olio essenziale di rosmarino e camomilla e continuate a mischiare fino ad ottenere una crema morbida;
  • Infine, aggiungete le microsfere di jojoba per creare l’effetto esfoliante dello scrub anti peli incarniti. Uniformate il composto fino a che le microsfere non si saranno perfettamente amalgamate;
  • La vostra ricetta fai da te è pronta per essere applicata sulla vostra pelle. Una volta utilizzata potete riporre il composto all’interno di un vasetto di vetro o plastica ben chiuso.

Come conservare il prodotto

Questa ricetta dello scrub per peli incarniti si può conservare in frigorifero per qualche giorno. Il composto è costituito da ingredienti a base di sostanze grasse e non ha bisogno di conservanti. Tuttavia vi consigliamo di utilizzare questo scrub entro 5-6 giorni. 
Una volta utilizzato il prodotto riponetelo in un vasetto di vetro o di plastica bene pulito e asciugato e chiudetelo molto bene.

Consigli d’uso: come utilizzare la scrub

Questo scrub è molto delicato e può essere utilizzato sia sul viso che sul corpo. Se volete applicarlo sul viso, vi consigliamo di evitare la zona del contorno occhi che potrebbe irritarsi al contatto con gli oli essenziali.

Applicate questo composto cremoso sulle zone da trattare e cominciate a massaggiare la pelle delicatamente per qualche minuto, insistendo sulle zone più ruvide e che necessitano di una maggiore azione esfoliante.

Massaggiate lo scrub con movimenti circolari che possano favorire l’azione levigante; in questo modo riattiverete la circolazione sanguigna e la vostra pelle avrà un aspetto più luminoso e sano. Risciacquate con dell’acqua tiepida per rimuovere ogni residuo di prodotto.

Subito dopo l’uso di questa ricetta fai da te applicate una crema nutriente a base di burro di karité oppure di olio di mandorle dolci, per donare elasticità e idratazione.

La vostra pelle apparirà subito morbida e liscia e dopo poche applicazioni noterete un effetto rigenerante e una riduzione del fenomeno dei peli incarniti. Per ottenere dei benefici duraturi nel tempo vi consigliamo di fare questo scrub anti peli incarniti due volte alla settimana.

Hai letto: Scrub per peli incarniti: ricetta fai da te
Fiorenza Lepore
Appassionata di aromaterapia e cosmesi naturale e biologica, ha frequentato diversi corsi e lavorato per un'azienda del settore. Da alcuni anni si occupa anche di autoproduzione di profumi e cosmetici naturali. Scrive nel suo blog Fleuri en Provence per condividere e far conoscere la meraviglia degli oli essenziali e delle materie prime naturali, fonti di armonia e benessere. Inoltre, è on line con Il Mercante di Essenze, uno shop dedicato alla vendita di prodotti per l'aromaterapia e la cosmesi naturale, valorizzando piccoli produttori della Provenza e del resto del mondo. www.fleurienprovence.com

LASCIA UN COMMENTO

*