Home Bellezza Trattamenti fai-da-te Come preparare in casa l’oleolito alla calendula

Come preparare in casa l’oleolito alla calendula

Ultima modifica: 4 marzo 2016

5997
0
CONDIVIDI
Come preparare l'olio di calendula - ricetta facile

Preparare in casa l’olio di calendula è davvero semplicissimo. Fantastico per la cura della nostra pelle, economico e 100% naturale.

Proprietà dell’olio di calendula

L’olio di calendula si prepara dalla macerazione dei fiori essiccati di calendula. È importante che i fiori siano ben secchi per evitare la formazione di muffe e l’irrancidimento dell’olio.

Quest’olio gode di proprietà cicatrizzanti e lenitive è un ottimo calmante, antiarrossamento, antinfiammatorio, decongestionante e idratante. Migliora l’aspetto della pelle ed è utile anche contro le rughe e la pelle irritata e screpolata.

Quale olio vegetale scegliere per preparare questo oleolito?

L’olio vegetale per preparare l’oleolito di calendula, va scelto in base al proprio tipo di pelle e all’uso che si vuol fare dell’olio. Per capire quale olio vegetale è il più adatto per la tua pelle leggi l’articolo Olio vegetale: qual’è quello più adatto alla tua pelle?

INGREDIENTI E MATERIALI
  • Olio vegetale a scelta › 500 ml
  • Fiori di calendula secchi bio › 100 gr
  • Barattolo di vetro
  • Telo
  • Bottiglia di vetro scuro
PROCEDIMENTO
  • Prendete il barattolo di vetro e metteteci dentro i fiori di calendula secchi;
  • Versateci sopra 500 ml dell’olio vegetale scelto;
  • Mescolate con un cucchiaio e schiacciate bene i fiori per immergerli completamente nell’olio;
  • Chiudete il barattolo. Se effettuate il procedimento in estate esponetelo al sole per 20 giorni, se siamo in inverno mettete il barattolo in un luogo caldo ma non direttamente sulla fonte di calore;
  • Ogni giorno scuotete e agitate il barattolo per evitare la formazione di muffe e permettere ai fiori di calendula di rilasciare le loro preziosissime sostanze nutritive;
  • Trascorso il periodo indicato, utilizzate un telo di cotone per filtrare l’olio (potete ricavarlo ad esempio da un vecchio lenzuolo);
  • Strizzate bene il tessuto in modo da far fuoriuscire anche il residuo di olio trattenuto dai fiori;
  • Versare l’olio in una bottiglia di vetro scuro provvista di tappo.

Come conservare l’oleolito di calendula?

L’oleolito di calendula realizzato con questo procedimento si conserva per 8 mesi in un luogo fresco e buio (ad esempio nel mobiletto del bagno). Va conservato in una bottiglia di vetro scuro per preservarlo dalla luce.

Come utilizzare l’olio di calendula?

L’oleolito di calendula è un ottimo cicatrizzante e lenitivo per la pelle. Poche gocce possono essere utilizzate sulla pelle per lenire irritazioni, punture di insetto, dermatiti da contatto e sulla pelle arrossata in generale; è quindi perfetto anche come doposole. Utilissimo per lenire la pelle dei bambini in caso di arrossamento da pannolino, può essere utilizzato anche su tutto il corpo del neonato.

L’olio di calendula si può utilizzare direttamente sulla pelle o come ingrediente per preparare creme, detergenti e oli profumati da massaggio: efficaci, economici e rispettosi dell’equilibrio della nostra pelle!

Dove acquistare il libro di Lucia Cuffaro

Fatto in Casa

Il saper fare ci rende più liberi e informati, ed è questa consapevolezza, assieme a valori di sobrietà, condivisione e recupero della tradizione, che l’autrice vuole trasmetterci.

Hai letto: Come preparare in casa l’oleolito alla calendula
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Lucia Cuffaro
Personalità eclettica e frizzante, Lucia Cuffaro collabora con la trasmissione Unomattina in Famiglia in diretta su Rai Uno, conducendo dal 2012 la rubrica Chi fa da sé, con laboratori pratici di autoproduzione ispirati al progetto Università del Saper Fare del Movimento per la Decrescita Felice. A novembre 2014 ha pubblicato il suo primo libro con il gruppo editoriale Macro: FATTO IN CASA. Smetto di comprare tutto ciò che so fare. Vicepresidente del Movimento per la Decrescita Felice, è impegnata nella divulgazione di riflessioni su tematiche di riduzione degli sprechi, scrivendo anche articoli su testate ecologiche e magazine. Lavora come collaboratore parlamentare presso la Camera dei Deputati occupandosi di rifiuti, comunicazione e materie ambientali. Si diletta sui palchi teatrali recitando con la compagnia di improvvisazione AstrAtti. www.autoproduciamo.it


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here