Home Bellezza Consigli di bellezza Pelle Vata: i rimedi ayurvedici per la pelle secca, arida e screpolata

Pelle Vata: i rimedi ayurvedici per la pelle secca, arida e screpolata

Ultima modifica: 15 maggio 2016

892
0
CONDIVIDI
Pelle vata: i rimedi ayurvedici per pelle secca e arida

La pelle Vata è una pelle sottile, olivastra, secca che necessita di particolare nutrimento per idratarsi, distendersi e ammorbidirsi. Scopriamo quali sono le tecniche e i rimedi che offre l’ayurveda per prendersi cura della pelle di tipo vata.

Idratare con cura la pelle Vata

L’Ayurveda, la Scienza della Vita dell’antica India, attribuisce una costituzione a ogni tipo di persona e un tipo di pelle a ogni costituzione.

Quindi Vata, Pitta e Kapha, le tre tipologie, oltre ad avere una struttura, un carattere e una fisiologia specifica, hanno anche una pelle diversa tra loro, nell’aspetto e nelle esigenze.

Il tipo di pelle che appartiene alla persona Vata ha bisogno prima di tutto di idratazione e nutrimento perché tende alla secchezza e alla disidratazione. L’Ayurveda viene in aiuto con rimedi naturali utili per idratare la pelle e ritrovare l’equilibrio cutaneo.

Come riconoscere la persona Vata

Il Vata è un elemento corporeo composto di etere e aria ed è collegato al movimento, quindi regola tutto ciò che si muove o che determina il movimento nel corpo (sistema nervoso, circolazione sanguigna, respirazione, ecc.).
Le sue qualità tipiche sono: freddezza, secchezza, leggerezza, sottigliezza, mobilità, nitidezza, durezza, ruvidità e irregolarità. Quindi anche la persona Vata presenta caratteristiche affini.
La persona Vata è snella, attiva, vivace, flessibile e creativa. Di carattere è veloce in tutto, un po’ nervosa e spesso incostante. Può soffrire di disturbi nervosi, insonnia, ansia e problemi intestinali.

La pelle Vata appartiene a individui con le seguenti caratteristiche:

  • Capelli castani, secchi e sottili
  • Occhi piccoli, scuri, mobili
  • Corporatura esile
  • Peso scarso e ossatura sottile
  • Difficoltà a ingrassare
  • Mani affusolate e dita sottili

La pelle Vata

La pelle Vata è una pelle sottile, olivastra, secca che necessita di particolare nutrimento per idratarsi, distendersi e ammorbidirsi. Il nutrimento e l’idratazione sono indispensabili perché questo tipo di pelle tende alla formazione precoce di rughe e può diventare ruvida, opaca e poco elastica. La pelle Vata appartiene a persone con carnagione piuttosto scura e sopporta bene i raggi solari, ma questa caratteristica rende questo tipo di pelle ancora più delicata.

Problematiche Vata della pelle

Nella persona di tipo Vata, la pelle tende a presentare alcune problematiche tipiche:

  • Pelle secca e ruvida
  • Macchie scure della pelle
  • Desquamazione
  • Screpolature
  • Mancanza di tono della pelle
  • Poca elasticità
  • Pelle poco luminosa

Ricette ayurvediche per la pelle Vata

Quando la pelle Vata perde lucentezza e tono e si presenta ruvida, arida e screpolata, si può ricorrere ad alcune ricettine ayurvediche molto naturali, semplici da preparare a casa e sempre efficaci.

  • Fare una miscela idratante e illuminante con 50 ml olio di sesamo in cui versare 5 gocce di olio essenziale di rosa e 5 di geranio. Questo olio va applicato tutti i giorni sulla pelle del viso al mattino e alla sera.
  • Nel caso di pelle molto secca si può effettuare anche un trattamento settimanale: fare una miscela a base di 1 cucchiaio di farina di ceci, 1 cucchiaio di polvere di cannella, 1 cucchiaio di miele e mezzo bicchiere di succo di aloe. Fare un impacco spalmandolo bene sul viso, lasciare in posa per 15 minuti e poi sciacquare bene. Questi ingredienti rendono la pelle liscia e setosa, riescono a distendere le piccole rughe e sono un’ottima protezione dagli agenti esterni.
  • Per trattare il corpo si possono utilizzare preparati nutrienti e riscaldanti sempre a base di olio di sesamo, con olio essenziale di cannella, chiodi di garofano e fieno greco.

I benefici del massaggio ayurvedico

Il massaggio in Ayurveda è uno dei rimedi elettivi per la secchezza della pelle Vata, non solo perché la idrata dall’esterno, ma perché riequilibra le sue caratteristiche anche internamente e contrasta le cause fisiologiche della secchezza. La caratteristica fondamentale del massaggio ayurvedico è proprio l’uso dell’olio, che ne è parte integrante e fondamentale. Gli oli più indicati sono quelli di sesamo o di mandorla, particolarmente spessi e nutrienti.

I vapori al viso

Ma non solo. La persona Vata apprezza il caldo umido, quindi i bagni di vapore sono un momento molto gradito. Questo trattamento riscalda, leviga, idrata la pelle e stimola la circolazione. Per trattare il viso, si possono fare bagni locali di vapore mettendo in due litri di acqua calda 2 manciate di una miscela di polvere secca di alloro, sandalo e buccia d’arancia. Si possono aggiungere 2 gocce di olio essenziale di rosa e 2 gocce di geranio, così la miscela è ancora più gradevole.

Il trattamento del corpo

Per curare la pelle Vata si può coprire il corpo con un fango o un impacco di erbe e spezie. Quest’ultimo trattamento lenisce anche i dolori e decontrae i muscoli, altri punti focali del Vata insieme alla pelle secca. Un buon impacco si può preparare con 8 cucchiai di farina di avena e 3 di polvere di coriandolo. Mescolare con acqua fino a ottenere una crema omogenea, spalmare sul corpo, lasciare in posa per almeno trenta minuti rilassandosi e facendo in modo che la miscela possa riequilibrare il Vata.

Riequilibrare il Vata anche a tavola

La persona Vata teme il freddo e sta decisamente meglio al caldo. Per il suo equilibrio dovrebbe ricevere un massaggio con olio caldo tutti i giorni. Se non è possibile, gli farebbero bene almeno una decina di massaggi nel periodo invernale, seguiti sempre da una sauna.

A tavola, per il Vata sono meglio i cibi caldi con aggiunta di spezie piccanti, da evitare invece assolutamente le bevande e i cibi freddi o ghiacciati. È preferibile ridurre gli alimenti crudi, fare attenzione ai legumi ed evitare le crucifere (cavoli, broccoli, verza, ecc.). Buona norma è quella di prediligere cibi caldi e umidi come le zuppe e bere di frequente delle tisane. Tutti questi accorgimenti si rifletteranno sulla salute generale del Vata e sulla sua pelle.

Dove acquistare prodotti per la cura della Pelle Vata

Crema Corpo Vata

Emulsione a cristalli liquidi naturali, molto fluida, formulata per idratare la pelle in profondità. Piacevole al massaggio, di facile applicazione è ideale per il trattamento quotidiano delle pelli secche.

Olio Massaggio Vata

La pratica quotidiana del massaggio ayurvedico, o abhyanga, rappresenta una della strategie più importanti per la salute e la prevenzione.

Tonico Viso Vata e Pitta

Tonico a base di acqua di sorgente di alta montagna, acqua di Rosa, ricco in principi superidratanti ed autentici estratti ayurvedici. La presenza di Miele Vedico di altissima qualità e il delicato aroma a base di oli essenziali conferiscono una delicata fragranza pacificante Vata e Pitta.

Hai letto: Pelle Vata: i rimedi ayurvedici per la pelle secca, arida e screpolata
Simona Vignali
Simona Vignali da oltre venticinque anni si occupa di Naturopatia, Nutrizione sana, Ayurveda e Tecniche corporee. A Milano gestisce lo Spazio SoloSalute, il centro di Salute Naturale dove eroga le sue consulenze di naturopatia. Ha fondato e dirige la SIMA Scuola Integrata Moderna di Ayurveda e la Scuola di Cucina Naturale, Vegana e Crudista. Nel suo canale di Youtube offre consigli sui rimedi naturali, l’alimentazione e la bellezza olistica. Tiene corsi e conferenze in tutta Italia, ha pubblicato oltre sei libri con RED edizioni, scrive per le principali riviste italiane e per diversi portali del settore. È appassionata di astrologia. www.spaziosolosalute.it - www.simonavignali.it

LASCIA UN COMMENTO