Home Bellezza Consigli di bellezza Le regole per una corretta abbronzatura che dura a lungo

Le regole per una corretta abbronzatura che dura a lungo

Ultima modifica: 17 luglio 2016

2063
0
CONDIVIDI
rischi e rimedi per abbronzatura

Quali sono i danni che provoca un’eccessiva esposizione al sole? Come possiamo prevenirli? Come possiamo mantenere a lungo l’abbronzatura?

Questo e altro ancora lo abbiamo chiesto a Francesco Ciani, naturopata accreditato presso l’Universita AEMETRA di Torino, in questa intervista.

Bentrovato Francesco, ormai tutti sappiamo che una prolungata esposizone al sole può provocare danni. Vuole spiegarci nel dettaglio quali sono i danni che il sole può provocare alla nostra pelle?

Le ustioni dovute ad eccessiva esposizione ai raggi solari, chiamate comunemente “scottature solari”, possono es­sere di primo e di secondo grado.
La prima precauzione ai raggi solari è quella di iniziare l’esposizione con un massimo di 15 minuti, aumentando gra­dualmente giorno per giorno.
L’eccessiva esposizione non è salutare, infatti una bella abbronzatura asciuga la pelle e facilita la formazione di rughe, alcune volte può insorgere anche un tumore (epitelioma).

Una regola importante è sapersi ascoltare, la gravità dell’ustione non la si avvisa sempre, ed è inversamente proporzionale al dolore che si percepisce, certe persone non provano dolore, fastidio, e il fatto deve comunque far prendere consapevolezza e preoccuparci, ricorrendo ai ripari.

Capire il tipo di scottatura
Ustione di 1° grado: Cute arrossata, gonfia e molto dolente.
Ustione di 2° grado superficiale: Cute fortemente arrossata, quasi viola, con bolle ripiene di liquido.

 

Per fortuna la natura ha sempre un rimedio a tutto, ci sveli qualche trucco per prevenire i danni del sole ed avere un colorito sano, uniforme e dorato

Possiamo Usare oli medicati, come l’Elicriso o l’Iperico ottimo per tutti i tipi di ustioni, applicato a livello locale è anche un ottimo anestetizzante; possiamo usare piante come la Viola tricolore, sia in decotto che come tintura madre.

Fondamentale però è la preparazione dell’organismo all’esposizione solare tramite gli alimenti: la provitamina A è considerata, unitamente alla vitamina A, fondamentale per il nutrimento della pelle, le cui affezioni (pelle secca, acne, rughe, eritemi) dipendono da un deficit specifico.

Il Betacarotene è il pigmento colorato della frutta e della verdura, che agisce sulle piante per difenderle dai raggi solari (la stessa azione svolta dalla melanina sulla cute umana).

Considerando che frequentemente si utilizzano pasti con basso contenuto di beta­carotene, sia per la lavorazione che per la preparazione degli alimenti, un apporto supplementare di beta-carotene, è raccomandato per chi vuole prevenire le rughe, l’invecchiamento cutaneo, l’eritema solare ed in generale i problemi della pelle.

Il betacarotene è inoltre indispensabile per la cura della cecità crepuscolare, un disturbo visivo collegato proprio ad un deficit di tale sostanza.
Il Betacarotene, in sinergia con la vitamina E ed il selenio, prevengono la perossidazione lipidica delle membrane cellulari inibendo i radicali perossili (antiossidanti).

Anche l’esposizione prolungata a luce artificiale (neon, lavoro al computer), l’inquinamento, il fumo di sigarette sono fattori che contribuiscono ad aumentare il fabbisogno di vitamina A e beta-carotene.
A differenza della vitamina A, il BETACAROTENE non presenta rischi di accumulo. Ottima associazione si ottiene anche con dell’Acido Ialuronico ad alto peso molecolare, per mantenere inalterato il collagene, la pelle, l’umor vitreo, liquido sinoviale, ecc.
     

Dopo aver trascorso una giornata al sole la nostra pelle è piuttosto provata dai raggi UV e ha bisogno di  cure particolari. Come possiamo idratare correttamente la nostra pelle dopo una prolungata esposizione al sole?

Naturalmete l’idratazione è fondamentale, sia introdotta da alimenti come frutta (frullati) e verdura alla julienne macerata con olio extravergine e limone in frigo prima dei pasti, sia con creme come l’avena o la calendula (con un minimo di principi attivo al 25%, senza parabeni, e derivati dal petrolio) che svolgono un’azione decongestionante, lenitiva e idrantante. Poi c’è l’Aloe in gel da applicare direttamente sulla parte da trattare.

Anche gli oli essenziali sono di aiuto. Oli essenziali come l’Elicriso, (che svolge un’importante azione contro couperose, infiammazione e arrossamento della pelle) Camomilla blu (con la sua azione antinfiammatoria), Patchouli (decongestionante), Carota (stimola la melanina) e Lavanda spica (decongestionante, cicatrizzante), emulsionati tra loro su una base di oli vegetali come Olio di Sesamo, Olio di Canapa, Olio di Jojoba e mallo di noce con qualche gocce di olio essenziale di menta è sicuramente uno spettacolo per la pelle e per l’olfatto.
 

Un colorito ottenuto con calma e prudenza è più duraturo, cos’altro ci consiglia di fare per mantenere l’abbronzatura a lungo?

La durata del colorito dipende dal tipo di esposizione e di premura che si è adottati nel “prendere” il sole: più il corpo è mantenuto sano, depurato e alimentato con sostanze nobili, fresche, vive e sane, più la risposta di bellezza sarà presente nel tempo. Anche una corretta idratazione, da effettuare dopo ogni esposizione prolungata, svolge un ruolo fondamentale.

E’ vero che una corretta esposizione al sole può aiutarci a migliorare la nostra salute? Quali sono i benefici dei raggi solari e dell’abbronzatura?

 I meccanismi che si attivano grazie alla giusta esposizione solare sono innumerevoli, dai processi elettrici alla densità ossea, al buonumore al ripristino della PNEI, il Sole giallo fuori è il Sole nero al centro della terra dicevano gli antichi, e il Cuore che è il nostro sole vibra di frequenze come un diapason al solo pensiero di vibrare di tutti i colori dell’universo.
 
Con questo desidero dire che l’ambiente fuori e il benessere che ne gustiamo non è altro il segnale manifesto del nostro Sole interiore, e siccome che l’universo ci dona ciò che siamo.. se vibrassimo di tutti i colori dell’universo.. staremo bene con noi stessi, con gli altri, e con ogni forma di vita che entra in assonanza con noi. perchè il Sole è vita. 

Hai letto: Le regole per una corretta abbronzatura che dura a lungo
Francesco Ciani
Diplomato come Naturopata all'Universita AEMETRA di Torino, collabora con l'unica Cattedra Universitaria di Antroposofia Medica di Genova, gestisce Attività mirate al Benessere della Persona, usa tecniche e metodiche naturali, piante officinali, cellule staminali vegetali, MicroDosi, al fine di ristabilire a livello energetico l'equilibrio di Mente Spirito Anima e Corpo. SERVIZI: Naturopatia, Cronoriflessologia, MicroDosi, Aromaterapia, Pranoterapia, Integratori Alimentari, Piante Officinali, PSC® "Cellule Staminali Vegetali", Test intolleranze, Problem & Solving, Facilitatore PSYCH-K®, Cromoterapia, Fiori di Bach, Servizio di Cosmesi. CONTATTI: Via Piave 22 Fano, 61032 (PU) - Tel: 0721.824500

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here