Home Bellezza Consigli di bellezza Olio di Albicocca: proprietà, benefici e usi

Olio di Albicocca: proprietà, benefici e usi

Ultima modifica: 10 agosto 2016

7815
1
CONDIVIDI
Olio di albicocca: proprieta e usi

L’olio di albicocca viene utilizzato nel campo alimentare e quello cosmetico per le sue molte proprietà. Un olio vegetale ideale tanto per il benessere dell’intestino quanto per quello dell’epidermide.

L’albicocca è un frutto molto benefico per l’organismo ma, secondo gli esperti, è soprattutto il suo nocciolo, dal quale viene estratto l’olio per mezzo della spremitura a freddo, a migliorare la qualità generale della salute. Parliamo infatti di uno dei più potenti antiossidanti, capace di prevenire la formazione di cellule tumorali.

L’olio di albicocca si può acquistare in erboristeria e come già abbiamo accennato, si presta sia all’uso interno che quello esterno. La sua colorazione va dal giallo molto tenue e l’arancione, l’odore può ricordare quello della noce e la consistenza è molto liquida. Essendo un olio grasso, potrebbe essere necessario mescolarlo con l’olio di nocciola per favorire la sua penetrazione nella pelle.

Olio di albicocca: proprietà a livello alimentare

Il sapore di quest’olio vegetale è molto delicato ed è un ingrediente per molti indispensabile quando si tratta di preparare particolari dolci. L’effetto antiossidante, è dovuto dal fatto che è un olio ricco di vitamina E, la quale alza le naturali barriere protettive del corpo, combattendo anche i problemi legati al sistema cardiovascolare.

Quest’olio è composto da grassi insaturi i quali come sappiamo, sono molto benefici per il nostro organismo e più facilmente digeribili. Quello che in pochi sanno invece, è che si ossidano più facilmente rispetto agli altri. Tuttavia rimane un aspetto poco rilevante se, come nel caso dell’olio di albicocca, questo tipo di grasso è accompagnato dalla vitamina E, che svolge un’azione opposta.

Olio di albicocca: benefici in cosmetica

Elasticizzante, emolliente e protettivo. Sono queste le sue principali funzioni nei confronti della pelle. Viene consigliato in particolar modo a coloro che hanno una cute particolarmente secca, perché va a stimolare la produzione di sebo e regolarizzare quindi il film idrolipidico, indispensabile per la salute dell’epidermide.

Può essere utilizzato anche come anti-rughe naturale, idratando a fondo la pelle e combattendo i radicali liberi, previene i naturali segni dell’invecchiamento.

Grazie ai fitosteroli, la microcircolazione cutanea viene migliorata e si ha una barriera ulteriore nei confronti dei dannosi raggi UV. Fortunatamente vi è una consapevolezza crescente sull’importanza di difendere la pelle dal sole durante i mesi più caldi e, l’olio di albicocca, aiuta grazie alla sua azione lenitiva e protettiva. Attenzione a non utilizzarlo sotto il sole diretto, altrimenti si ha l’effetto opposto!

Olio di albicocca: usi in estetica

L’azione protettiva rende l’olio di albicocca perfetto per chi ha una pelle sensibile, soffre di couperose o fragilità capillare. E’ uno schermo non solo contro i fattori climatici (eccessivo caldo o freddo), ma anche verso l’inquinamento e i batteri che ogni giorno aggrediscono la pelle del viso, sempre esposta a queste “minacce”.

In questo caso è sufficiente applicare poche gocce di quest’olio vegetale sulla pelle del viso la mattina, prima di recarsi a lavoro. E’ sconsigliato in questo caso a chi ha la pelle grassa, ma è possibile comunque sfruttare i suoi effetti benefici di tanto in tanto, spalmandolo la sera prima di andare a letto.

Molto apprezzato anche il suo effetto calmante nel caso di una cute irritata, magari dall’eccessiva esposizione ai raggi del sole. Chi ha una pelle sensibile potrebbe decidere di utilizzarlo anche come struccante, si rivela molto meno aggressivo rispetto ai classici detergenti.

Sempre a livello cosmetico può essere utilizzato anche per il corpo. Mescolandolo con oli essenziali o creme, è possibile ottenere prodotti per la cura completa della persona e per effettuare massaggi drenanti e circolatori profondi.

Unendo l’olio di albicocca all’olio di lino, otterrete una perfetta maschera da applicare sui capelli prima dello shampoo. Questo rimedio naturale è consigliato a quelle persone che hanno i capelli sfibrati e spenti.

Olio di albicocca: usi in cucina

Trattandosi di un olio piuttosto dolce, non è indicato per il condimento di primi e secondi piatti. Potete piuttosto decidere di aggiungerlo a un dolce, ma i suoi effetti benefici verrebbero un po’ persi. Potete optare per assumere 1 cucchiaino di olio di albicocca ogni giorno a “crudo” o, se proprio non vi piace l’idea potete utilizzarlo per insaporire qualche biscotto fatto in casa con prodotti sani e nutrienti, aggiungendolo solo a cottura ultimata.

Dove trovare l’Olio di albicocca

Olio di Albicocca – Olio Base Puro

Prodotto dalla spremitura dei semi dell’albicocca, dal colore chiaro e dalla delicata fragranza, si può utilizzare sia sulla pelle sia in cucina nella preparazione di torte, biscotti e dolci in generale al posto dell’olio di oliva.

Olio di albicocca

Olio di albicocca 100% biologico ad uso alimentare. Particolarmente indicata per chi ha problemi di anemia o di spossatezza cronica, per le persone convalescenti, per gli anziani e per i bambini nell’età della crescita

Hai letto: Olio di Albicocca: proprietà, benefici e usi
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Claudia Lemmi
Web Writer, si occupa di creare testi per siti e blog, con una predisposizione verso ciò che riguarda il benessere. Alle spalle ha studi nel mondo dell'arte e dell'estetica. Negli anni si è poi specializzata nelle terapie reiki e di cristalloterapia, mantenendo sempre una viva curiosità verso le medicine alternative e quelle Tradizionali Cinesi. www.pennacreativa.it

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here