Home Alimentazione Mangiare sano Zenzero e limone: i benefici e 5 ricette per assumerli ogni giorno

Zenzero e limone: i benefici e 5 ricette per assumerli ogni giorno

Ultima modifica: 31 maggio 2017

147112
15
CONDIVIDI
Zenzero e limone: tutti i benefici e 5 ricette

Zenzero e limone sono alimenti che offrono noti benefici per la salute. Se assunti insieme però gli effetti benefici aumentano, rendendo questo binomio una bevanda ricchissima di proprietà per la salute. Scopriamo quindi i segreti di zenzero e limone e tanti preziosi consigli su come assumerli e beneficiarne ogni giorno.

Zenzero e limone insieme godono di numerosissimi benefici. Lo zenzero e il limone sono due importanti piante che possiamo considerare due potenti rimedi naturali.

Se assunti in sinergia, potenziano reciprocamente i loro benefici, in particolare gli effetti depurativi, regolatori della digestione e del metabolismo, antinfiammatori e rafforzanti del sistema immunitario, grazie alla combinazione dei loro numerosi principi attivi, antiossidanti e vitamina C. Diamo ora uno sguardo alle proprietà dello zenzero e del limone.

I benefici della radice di zenzero

Lo Zenzero è una radice, ormai conosciuta anche in Occidente per le sue numerose proprietà salutari. In particolare è ricco di principi attivi anti-infiammatori e di sostanze utili per il sistema digestivo. Le sue componenti piccanti e riscaldanti lo rendono un alimento adatto ai regimi dimagranti perché non solo migliora le funzioni digestive, ma produce anche un effetto “termogenico”, che aiuta ad attivare il metabolismo, e lo rende un potente brucia-grassi e calorie.

Come è arrivato lo zenzero in Europa? Lo hanno portato dal Medio Oriente i reduci delle campagne asiatiche di Alessandro Magno, nel terzo secolo Avanti Cristo. La Grecia fu il primo paese a farne uso, poi lo zenzero si diffuse rapidamente in tutta Europa, dove veniva impiegato sia fresco che in polvere.

Da secoli in oriente lo zenzero è considerato al pari di una medicina. Basti pensare all’Ayurveda e alla Medicina Cinese. Le sue virtù terapeutiche sono dovute in particolare a due principi attivi chiamati gingerolo e zingiberene con effetti antiossidanti, antinfiammatori, antisettici, antibatterici.  

I benefici del limone

Il limone è uno dei più efficaci alimenti-medicina messi a disposizione della natura. Anticamente veniva usato più per le sue virtù curative che in cucina. La forte concentrazione di Vitamina C lo rende un antiossidante molto efficace, che favorisce l’eliminazione delle tossine, aiuta a disintossicare, combatte ritenzione idrica, potenzia il sistema immunitario, equilibra il pH dell’organismo contribuendo alla salute globale.

L’origine della pianta del limone ci porta lontano, in Cina e in Indocina. Nel tempo attraverso il Medio Oriente i limoni giunsero in Sicilia e da lì entrarono in Europa intorno al primo secolo dC, al tempo dell’antica Roma. Si diffusero in cucina soprattutto per il succo e come rimedio popolare per la cura della pelle e di altri disturbi comuni.

Come assumere zenzero e limone: 5 ricette pratiche

Dati per certi gli effetti positivi, vediamo ora in che modo assumere zenzero e limone, con diverse ricette in forma di te caldo o infuso freddo, dal gusto piccante o dolce.

1 Acqua calda, limone e zenzero per la depurazione

Ottima abitudine, quella di iniziare la giornata con una tisana a base di zenzero e limone. Fornisce una sferzata di energia e di antiossidanti che favoriscono la depurazione e mantengono pulita la pelle. Per preparare la tisana, bisogna fare bollire per alcuni minuti un pezzo di 5 centimetri di radice di zenzero, spegnere il fuoco e quando la bevanda si è intiepidita aggiungere del succo di limone e bere come prima cosa al mattino, prima di colazione. L’effetto è anche alcalinizzante quindi ottimo per mantenere in equilibrio il livello del pH fisiologico.

2 Tè caldo per mal di gola e influenza

È indicato in particolare in inverno per contrastare l’insorgenza del raffreddore e tenere a bada i sintomi dell’influenza. Lo zenzero insieme al limone può essere paragonato a un antibiotico naturale, utile in caso di dolore e infiammazione alla gola. In questo caso si fa bollire in mezzo litro di acqua un pezzo di radice di zenzero di 4 centimetri per dieci minuti, poi si lascia intiepidire e solo a questo punto si aggiunge il succo di mezzo limone, per non denaturale la vitamina C che è termolabile. Se ne beve una tazza alla mattina e una alla sera con l’aggiunta di un cucchiaio raso di miele di eucalipto. Questo particolare miele non serve solo a dolcificare, ma svolge una naturale azione espettorante e lenitiva delle infiammazioni delle vie respiratorie.

3 Zenzero, limone e miele dopo pasto

Un ottimo modo di concludere il pasto con un effetto digestivo è una bevanda calda a base di zenzero, miele e limone. In questo caso bisogna sbucciare mezza radice di zenzero ed estrarre il succo con una centrifuga o un estrattore. Poi si scalda una tazza d’acqua, ma non troppo, si aggiunge un quarto di tazzina di succo di zenzero e mezzo limone spremuto. Con un cucchiaio di miele si ottiene un perfetto equilibrio tra dolce e piccante. Questa bevanda bevuta dopo pranzo sostituisce il caffè e dopo cena favorisce la digestione, evita il gonfiore e contrasta la flatulenza.

4 Decotto di zenzero e scorza di limone per la nausea

Il decotto della buccia di limone dà origine a un rimedio della nonna chiamato Canarino, una tradizionale bevanda dal colore giallo canarino e dal sapore amarognolo, usata per curare la nausea e il mal di stomaco. Se insieme alla buccia di limone si aggiungono dei pezzetti di radice di zenzero e si fanno bollire insieme, si ottiene un decotto ancora più potente dal sapore intenso, che sorseggiato a piccoli sorsi dopo i pasti favorisce la digestione, fa passare il mal di stomaco e blocca la nausea.

5 Infuso freddo di zenzero e limone

Una piacevole bevanda dissetante e ricca di elementi antinfiammatori è proprio l’infuso di zenzero e limone che si può bere anche freddo. In questo caso si prepara l’infuso di zenzero, facendo bollire quattro centimetri di radice per 5 minuti, poi si mette in frigo e prima di berlo freddo si aggiunge il succo di limone. Si può dolcificare con sciroppo di acero e bere in qualsiasi momento della giornata, per rinfrescarsi e ritemprarsi. Soprattutto per chi vuole stare a dieta, ma non solo, l’infuso freddo di zenzero e limone, dolcificato in modo naturale, tiene lontano da snack dolci e mantiene il metabolismo in equilibrio.

Zenzero e limone: alleati formidabili
Quando due sostanze così potenti vengono assunte in sinergia, i benefici per l’organismo sono garantiti e moltiplicati. Dalla mattina a digiuno, alla sera dopo pasto, c’è sempre un buon momento e una buona occasione per assumere lo zenzero insieme al limone.
Hai letto: Zenzero e limone: i benefici e 5 ricette per assumerli ogni giorno
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Simona Vignali
Simona Vignali da oltre venticinque anni si occupa di Naturopatia, Nutrizione sana, Ayurveda e Tecniche corporee. A Milano gestisce lo Spazio SoloSalute, il centro di Salute Naturale dove eroga le sue consulenze di naturopatia. Ha fondato e dirige la SIMA Scuola Integrata Moderna di Ayurveda e la Scuola di Cucina Naturale, Vegana e Crudista. Nel suo canale di Youtube offre consigli sui rimedi naturali, l’alimentazione e la bellezza olistica. Tiene corsi e conferenze in tutta Italia, ha pubblicato oltre sei libri con RED edizioni, scrive per le principali riviste italiane e per diversi portali del settore. È appassionata di astrologia. www.spaziosolosalute.it - www.simonavignali.it

15 COMMENTI

  1. Io a settimane alternate faccio riscaldare appena 200 cc di acqua minerale e dopo spremo un limone e il liquido lo verso nel pentolino.Inoltre aggiungo mezzo cucchiaino di zenzero.Faccio presente che tra bere il limone a digiuno e la colazione modesta passa circa un’ora. Allora due domande: faccio bene a non utilizzare la buccia di limone e anche dello zenzero in pianta?
    È una precauzione contro gli eventuali pesticidi perché tutti li adoperano.
    Seconda domanda: ho il colesterolo alto e sono a dieta. Questa soluzione limone e zenzero mi aiuta a combattere il colesterolo?
    Gino

    • Caro Gino, fa bene a non utilizzare la buccia di limone e zenzero, specie se ha dei dubbi sull’utilizzo di eventuali pesticidi; a tal proposito, potrebbe però scegliere di utilizzare prodotti biologici. Inoltre lo zenzero è un valido aiuto per abbassare il colesterolo ematico e non pare siano descritte interazioni tra l’uso della radice e quello delle statine. Nel caso lei ne facesse uso, le consiglio comunque di parlarne al suo medico.
      Dott.ssa Caterina Perfetto

    • Buongiorno Lollo e grazie per l’interessante domanda.
      Le confermo che, se di suo gradimento, può sostituire al limone il lime.
      Infatti, anche il lime è molto ricco di vitamina C e le sue proprietà sono molto simili a quelle del ben più conosciuto limone, dal quale sembra derivi.
      Come ha potuto leggere dall’articolo l’effetto positivo dato dal consumo della bevanda è legato alla possibilità di avere un duplice beneficio, dovuto sia dal consumo dello zenzero, sia dal consumo del limone poiché ricco di vitamina C e altre molecole antiossidanti. Sostituendo il lime al limone, abbiamo il medesimo apporto di vitamina C e manteniamo un apporto elevato di polifenoli ad azione antiossidante.
      Dott.ssa Stefania Cocolo

    • Cara Ida, l’assunzione di acqua, limone e zenzero in caso di gastrite è un argomento dibattuto. Se da una parte lo zenzero è spesso utilizzato come rimedio casalingo per il trattamento della gastrite e per prevenire le ulcere gastriche (anche in caso di infezione da h. pylori), il limone, viceversa, in alcuni casi può essere controindicato e portare a un peggioramento dei sintomi.
      È importante anche considerare l’origine della sua patologia: se la gastrite è dovuta alla presenza di H. pylori, è necessario consultare il medico per un eventuale trattamento farmacologico.
      Nel caso in cui la sua gastrite avesse un origine nervosa o comunque non connessa con l’infezione, è utile rivolgersi a un nutrizionista che possa indicarle con precisione gli alimenti più consigliabili.
      Dott.ssa Stefania Cocolo

  2. desidero sapere x togliere un po di kili x quanto tempo posso prendere lo zenzero e limone solo al mattino? e il pomeriggio posso prendere la tisana di zenzero senza limone posso masticarlo un po e mangiarlo? grazie dei consigli cordiali saluti Francesca

    • Buongiorno Francesca e grazie per le sue domande.
      Inizio con il sottolineare che il consumo di questa bevanda non è risolutivo in ottica di dimagrimento: può essere tuttalpiù considerato come un coadiuvante di un regime ipocalorico.
      Se sta già seguendo un regime alimentare controllato e se vi ha già affiancato un po’ di esercizio fisico, allora questa bevanda può essere un attizzatore del metabolismo e un depurativo efficace, aiutandola nella perdita di grasso corporeo.
      Ciò premesso, le confermo che può consumare la tisana a base di zenzero e limone la mattina e una seconda tisana a base di zenzero nel pomeriggio, purché ne abbia già parlato con il suo medico curante, che possa valutare con attenzione eventuali interazioni con farmaci da lei assunti o controindicazioni legate a eventuali sue patologie.
      La radice di zenzero può anche essere masticata, così come lei suggerisce: lo zenzero fresco possiede proprietà anche maggiori rispetto allo zenzero in polvere!
      Dott.ssa Stefania Cocolo

  3. Buona sera, dato che al mattino non ho molto tempo per preparare la bevanda, se la tisana zenzero e limone la preparo alla sera posso berla al mattino? Le proprietà restano invariate?
    Grazie

    • Buongiorno Graziella e grazie per l’ottima domanda! È possibile preparare l’infuso di zenzero la sera e conservarlo in frigorifero per tutta la notte. Tuttavia consiglio di aggiungere il succo di limone la mattina, appena prima di consumare la bevanda poiché la vitamina C è una vitamina volatile, che si degraderebbe durante la notte.
      Allo stesso modo, se desidera scaldare la bevanda, è opportuno riscaldarla prima dell’aggiunta del succo di limone.
      Dott.ssa Stefania Cocolo

  4. Buongiorno. buccia di limone non trattato insieme ad un pezzetto di radice di ginseng in quale dose giornaliera si possono mangiare? Grazie

  5. Buongiorno Simona Vignali
    vorrei provare zenzero e limone per perdere questo gonfiore sulla pancia e perdere un po di chili che sono fastidiosi sempre di piu.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here