Home Alimentazione Mangiare sano Proprietà e usi della mela cotogna

Proprietà e usi della mela cotogna

Ultima modifica: 23 novembre 2016

6498
0
CONDIVIDI
Mela cotogna benefici

La mela cotogna è un frutto ingiustamente dimenticato dell’autunno, dalle molte proprietà benefiche. Vediamo quali sono le principali qualità della mela cotogna e come possiamo usarla nella nostra cucina.

La mela cotogna è un frutto tipicamente autunnale che appartiene alla famiglia delle pomacee, lo stesso di mela e pera. Secondo la varietà può essere maliforme o piriforme. È un frutto poco utilizzato e spesso si fa fatica a trovarlo, specie nella grande distribuzione.

Si può acquistare soprattutto nelle campagne dell’Italia meridionale, specie in Puglia, Sicilia, Campania e Basilicata; in realtà, comunque, è coltivato quasi ovunque nel nostro Paese. Lo scarso successo della mela cotogna dipende probabilmente dalle sue caratteristiche; si presenta, infatti, molto dura ed è difficile mangiarla cruda.

Sarebbe consigliabile approfittare dei mesi autunnali per consumare questo frutto e magari fare scorta di confetture a base di mela cotogna, da tenere in dispensa tutto l’anno. La mela cotogna è, infatti, un concentrato di proprietà e aiuta soprattutto il benessere cardiovascolare e gastrointestinale.

Valori nutrizionali per 100g di mela cotogna:
Acqua83,8 g
kcal57
Proteine0,4 g
Grassi0,1 g
di cui saturi0,01 g
Carboidrati15,3 g
di cui zuccheri0 g
Fibre1,9 g
Potassio197 mg
Indice glicemico35
Colesterolo0 g

La mela cotogna per il benessere dell’apparato cardiovascolare

La mela cotogna è ricchissima di pectina, una fibra alimentare solubile, con proprietà gelatinizzanti, stabilizzanti e addensanti che, grazie a queste sue qualità, aiuta a tenere sotto controllo i valori di glicemia e di colesterolo nel sangue.

La mela cotogna per il benessere dell’apparato digerente

L’elevato contenuto di pectina della mela cotogna aiuta a preservare e a ripristinare la motilità intestinale. Questo frutto, inoltre, contiene una buona quota di acido malico, una sostanza che favorisce la digestione e può vantare proprietà antinfiammatorie a carico di intestino e stomaco.

La mela cotogna è di stagione a Ottobre, Novembre e inizio Dicembre

Come usare la mela cotogna

La mela cotogna si consuma solitamente cotta. Si può cuocere in poca acqua con uno o due cucchiai di zucchero di canna e una stecca di cannella e la si può consumare a fine pasto, per colazione o come spuntino di metà mattina o metà pomeriggio. La mela cotogna cotta in questo modo è anche un ottimo ingrediente per la preparazione di torte e crostate dal sapore autunnale.

A differenza di altri frutti che si possono utilizzare crudi negli impasti dei dolci, la mela cotogna, avendo una polpa molto dura, è meglio cuocerla prima. Il succo che si ottiene dalla cottura della mela cotogna può essere utilizzato come parte liquida degli impasti.

La mela cotogna, inoltre, si presta particolarmente alla preparazione di conserve. Quella ottenuta solamente con questo frutto si chiama cotognata; ha un aspetto gelatinoso e viene spesso utilizzata per farcire crostate oppure ottenere biscotti ripieni.

La mela cotogna aiuta anche nella preparazione di ottime marmellate a base di altri frutti; una mela cotogna aggiunta a un chilo di altra frutta aiuta ad addensare la confettura senza che si sia bisogno di utilizzare altri prodotti gelatinizzanti. È, dunque, una valida alleata di chi voglia preparare in casa marmellate completamente naturali.

In alcune regioni d’Italia, si usa, infine, fare un profumatissimo liquore a base di mele cotogne.

Hai letto: Proprietà e usi della mela cotogna
Margherita Russo
Traduttrice, redattrice e blogger specializzata in contenuti per la medicina. Ha un blog, Apprendista mamma, in cui tratta vari temi legati alla maternità, con particolare attenzione a benessere di mamma e bambino. Scrive per portali e blog che si occupano di salute naturale e stile di vita sano.www.testimedici.com

LASCIA UN COMMENTO