Home Alimentazione Mangiare sano Latte di mandorla: ricetta, proprietà e utilizzo

Latte di mandorla: ricetta, proprietà e utilizzo

Ultima modifica: 13 ottobre 2016

4486
0
CONDIVIDI
Latte di mandorla: ricetta e proprieta

Il latte di mandorla è una bevanda che viene assunta come alternativa al latte vaccino in caso di intolleranza al lattosio o se si è scelto di seguire una dieta vegana. Vediamo come preparare in casa il latte di mandorle e i suoi utilizzi in cucina e in cosmesi.

Latte di mandorle: proprietà e valori nutrizionali

Il latte di mandorla si ottiene dai semi del frutto del mandorlo (Prunus dulcis) albero appartente alla famiglia delle Rosaceae. I semi del mandorlo contengono circa il 25% di proteine e il 50% di grassi; dalla pressione a freddo di tali semi si estrae il famoso olio di mandorle dolci mentre tritando i semi posti in infusione si ricava il latte di mandorle.

A differenza di altri tipi di latte vegetale, come il latte di riso, il latte di mandorle dà un buon apporto di calcio oltre che di antiossidanti e acidi grassi insaturi.

Infatti, cento grammi di mandorle forniscono all’organismo circa 250 milligrammi di calcio. Le mandorle contengono anche altri sali minerali tra cui magnesio, ferro e fosforo; sono inoltre ricche di vitamina E, vitamina B1 e vitamina B2. Come il latte di riso e altre bevande succedanee del latte vaccino, il latte di mandorle non contiene glutine, lattosio e colesterolo.

Latte di mandorla fatto in casa: ricetta e procedimento per prepararlo

Preparare il latte di mandorle in casa è davvero molto semplice e non richiede cottura; basta infatti lasciare le mandorle in ammollo e frullarle successivamente con l’acqua.

Ingredienti per 1 litro di latte
  • 
100 grammi di mandorle pelate 

  • 1 litro di acqua

 

Come procedere
  • Ammorbidite le mandorle lasciandole in ammollo per un’ora coperte con una parte di acqua.
  • Trascorsa un’ora, scolatele recuperando l’acqua, alla quale aggiungerete la quantità necessaria per arrivare a un litro.
  • Ponete le mandorle in un contenitore e aggiungete l’acqua lentamente, frullando con un frullatore ad immersione. Potete aggiungere zucchero o sale a seconda che abbiate bisogno di un latte dolcificato o di un latte da utilizzare per ricette salate.
  • Tritate le mandorle il più possibile, dopodiché filtrare il latte di mandorle ottenuto, aiutandovi con colino o un canovaccio ben pulito. Conservate le mandorle tritate e utilizzatele nell’impasto per la preparazione di torte o biscotti.
  • Versate il latte di mandorle in una bottiglia di vetro da conservare in frigorifero e consumate nell’arco di tre o quattro giorni.

Uso del latte di mandorle in cucina

Il latte di mandorla è molto versatile in cucina. Dolcificato o al naturale può essere bevuto durante la giornata o la mattina a colazione, da solo o insieme a muesly o fette biscottate.

Si utilizza inoltre in sostituzione al latte vaccino nelle ricette di dolci come torte e biscotti e per preparare frullati e gelati a base di frutta.

Il latte di mandorle non dolcificato si adopera per cucinare piatti salati, ad esempio per preparare verdure al curry, spezia molto saporita oppure nel purea di patate al posto del latte.

Uso del latte di mandorle nella cosmesi fai da te

Il latte di mandorle non viene utilizzato solo in cucina ma anche nella cosmesi fai da te. Ha infatti proprietà emollienti e idratanti, che ammorbidiscono e rendono liscia la pelle. È ottimo ad esempio come detergente e struccante delicato per il viso e per il contorno occhi, da utilizzare la sera; basta bagnare un batuffolo di cotone con il latte di mandorle e passarlo delicatamente sul viso.

Il latte di mandorla può essere impiegato anche per la preparazione di maschere per il viso, insieme alla frutta frullata, all’amido o alle argille.

Hai letto: Latte di mandorla: ricetta, proprietà e utilizzo

LASCIA UN COMMENTO