Home Alimentazione Mangiare sano Come usare le pere in cucina: idee, consigli e abbinamenti

Come usare le pere in cucina: idee, consigli e abbinamenti

Ultima modifica: 29 novembre 2017

229
0
CONDIVIDI
Come usare le pere in cucina

Le pere, che rientrano nella categoria della frutta anche se in botanica sono ritenute un falso frutto, sono ricche di sostanze benefiche per l’organismo. Sarebbe opportuno mangiarle con la buccia in quanto è lì che sono presenti la maggior parte dei fitonutrienti e delle fibre. Vediamo alcuni consigli per usare le pere in cucina.

Le pere sono il frutto del pero, un albero appartenente alla famiglia delle Rosacee. Ad oggi il paese d’origine delle pere non è ancora certo, tuttavia oggi sono presenti in molte parti del mondo sotto forma di molteplici varietà.

Sono ricche di sali minerali, specialmente di calcio ed è per questo che sono delle alleate contro l’osteoporosi ed utili nel periodo di crescita dei bambini. 
Contengono vitamine e fibre, presenti soprattutto nella buccia, tra le fibre annoveriamo: la pectina (presente anche nella mela), una fibra particolare in grado legarsi al colesterolo “cattivo” in modo da farlo espellere facilmente dall’organismo, e la lignina (presente anche nei fagioli), che oltre ad aiutare la motilità intestinale, sembra avere effetti benefici per la prevenzione del tumore al colon.

Inoltre, contengono antiossidanti, vitamine e zuccheri, prevalentemente fruttosio, necessario alle cellule per la produzione di energia. 

Se siete curiosi di scoprire di più riguardo alle proprietà di questo frutto vi invitiamo a leggere il nostro articolo dedicato alle proprietà delle pere. Vediamo ora invece come usare questo frutto in cucina e come abbinarlo correttamente.

Come cucinare le pere: cottura, idee e abbinamenti

Tipologia e preparazione delle pere

Come già anticipato, molte proprietà nutritive delle pere sono presenti nella buccia quindi sarebbe opportuno eliminare solo il torsolo quando si mangiano. Occorre quindi scegliere delle mele biologiche e lavarle accuratamente sotto l’acqua corrente.

Ci sono moltissime varietà di pere, ognuna con sfumature di gusto, più o meno dolci, e con caratteristiche diverse, ad esempio ci sono quelle più ricche di acqua e quelle più asciutte e granulose. Queste diversità possono essere d’aiuto nella scelta del tipo di pera da usare per una determinata ricetta, infatti, cosa molto importate che non avevamo ancora detto, le pere possono essere mangiate anche cotte e si adattano per le preparazioni sia dolci che salate.

Gusto ed utilizzo delle pere in cucina

Abbiamo già accennato al fatto che esiste una grande varietà di pere differenti per colore, grandezza forma, consistenza e gusto. Nonostante ciò possiamo affermare che la maggior parte di esse hanno un sapore dolce, con più o meno intensità, mentre poche tipologie sono caratterizzate da un nota leggermente acidula.

Va da sé che le pere più dolci e più croccanti, come le pere Abate e Kaiser, sono adatte per preparazioni dolci che prevedono la cottura, come torte e strudel. Le pere più acidule, come la Decana, si adattano meglio per preparazioni salate, ne sono un esempio insalate e risotti, invece quelle succose sono ideali per la realizzazione di frullati, macedonie e centrifugati, in questo caso non c’è niente di meglio delle pere Williams.

Se le pere sono famose per essere protagoniste di frullati e centrifugati insieme ad altra frutta, in special modo con mele, banane e kiwi, restano meno note per altri tipi di preparazioni soprattutto piatti salati. Infatti, per quanto riguarda la pasticceria ormai è risaputo quanto le pere siano adatte a diverse ricette, dalla semplice torta alle pere allo strudel ripieno di pere, dove il binomio pere e cioccolato è diventato un accostamento di successo in cucina.

Invece, per chi non ne fosse a conoscenza, questo frutto può essere impiegato per la preparazione di piatti salati diventando per esempio protagoniste di insalate, primi piatti e rustici. Scopriamo insieme quali sono gli abbinamenti migliori sia nel dolce che nel salato.

Abbinamenti consigliati con la pera

I dolci sono le ricette dove le pere trovano maggior impiego. 
Spesso nelle torte, ma anche nei muffin e nel ripieno degli strudel, possono essere usate al posto delle mele o insieme ad esse, in quanto i loro sapori si amalgamano molto bene.

Il cioccolato ed il cacao esaltano al meglio il loro sapore, ma non sono gli unici ingredienti che potete usare in abbinamento con questo frutto. Provate anche aggiungendo ai vostri dolci della frutta secca, come noci, mandorle e uva passa, oppure spezie come cannella, zenzero, vaniglia e chiodi di garofano, giocherete delle carte vincenti.

Per quanto riguarda i piatti salati le pere si prestano per la preparazione di insalate, in questo caso pulita e privata del torsolo, vi basta tagliarla a fette ed inserirla all’insalata, che sia lattuga o rucola, potete associarla a finocchi, carote e condirla con olio extravergine d’oliva, sale e qualche goccia di limone. Potete servirla con della granella di noci o una manciata di chicchi di melograno, fanno sempre scena oltre ad essere ingredienti sani e gustosi.

Se siete alla ricerca di ricette di primi piatti optate per un’insalata di farro oppure d’orzo, aggiungendo al cereale bollito dei dadini di pera, rucola, tofu e condendo tutto sempre con olio d’oliva a crudo.

Un’altra bella idea è servire la marmellata di pere con un tagliere di formaggi, oppure realizzare un antipasto con dei rustici ripieni di pere, formaggio e noci. È di fatti famoso l’accostamento del formaggio con le pere, basta pensare all’espressione “al contadino non far sapere quanto è buono il cacio con le pere”. I formaggi che meglio si prestano per questi piatti sono il gorgonzola, il pecorino, il taleggio, il brie, la caciotta, e la lista potrebbe continuare all’infinito. Per tutti i piatti salati le spezie che vi consigliamo di usare sono il pepe nero e la noce moscata, mentre le erbe aromatiche più adatte sono il timo ed il coriandolo.

Cucina nel mondo

In Svizzera molto famoso è il miele di pere chiamato Birnenhonig, uno sciroppo che si ottiene dalla cottura lenta delle pere e che si utilizza sia semplicemente spalmata sul pane che come ingrediente di altre ricette tra cui il panpepato.


Conservazione delle pere

Dopo la raccolta le pere tendono a maturare velocemente quindi, una volta acquistate se sono mature o prossime alla maturazione, vanno mangiate subito oppure vanno conservate in frigorifero in modo che la maturazione tardi di qualche giorno. Se vi occorre accelerare la maturazione delle pere dovete inserirle in un sacchetto di carta a temperatura ambiente o riporle vicino alle mele, così nel giro di pochi giorni saranno pronte per essere mangiate.

Curiosità
La varietà di pere più utilizzata dalle industrie alimentari è quella delle Williams con le quali realizzano succhi di frutta, sciroppati e marmellate.
Hai letto: Come usare le pere in cucina: idee, consigli e abbinamenti
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Emanuela Burzi
Emanuela Burzi è esperta di cucina naturale e specializzata in ricette vegane. Da diverso tempo si occupa della scrittura di testi per molteplici siti ed è autrice del blog Ricette al femminile, un sito ricco di ricette e consigli utili per la cucina. Appassionata di benessere e prodotti bio si dedica con passione ad approfondimenti su temi legati al vivere e al mangiar sano. ricettealfemminile.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here