Home Alimentazione Mangiare sano Come usare le noci in cucina: idee, abbinamenti e consigli

Come usare le noci in cucina: idee, abbinamenti e consigli

Ultima modifica: 29 agosto 2017

221
0
CONDIVIDI
Come usare le noci in cucina: idee e abbinamenti

La noce è un alimento molto salutare, basta pensare all’alto contenuto di acidi grassi omega 3 e omega 6, importanti per la salute cardiovascolare. Se consideriamo che le noci sono anche gustose e versatili, inserirle nella nostra alimentazione risulterà ancora più piacevole. Ecco alcuni consigli semplici e veloci!

La noce: un seme dalle innumerevoli proprietà benefiche


La noce è il seme dell’albero della noce, appartenente alla famiglia delle Juglandaceae ed originario del Medio Oriente. Questa pianta oggi è molto diffusa anche nel nostro paese. Rientrando nella categoria della frutta secca ha tutte le proprietà tipiche di questa famiglia.

Tra le proprietà delle noci, quella più importante è sicuramente quello di riuscire ad abbassare i livelli di colesterolo e quindi di limitare i rischi di malattie cardiovascolari. Questo grazie all’acido linoleico, sostanza in grado anche di rafforzare unghie e capelli e di ridurre i fastidiosi disturbi della sindrome premestruale.


Sono ricche di sali minerali (soprattutto zinco, calcio e magnesio), di proteine, di vitamine del gruppo B e della vitamina E, la quale risulta un potente antiossidante. 
Un frutto autunnale che si adatta perfettamente all’esigenza del corpo di assumere le giuste energie e sostanze nutritive per affrontare al meglio il cambio di stagione. 
Bisogna ricordarsi di non eccedere con le quantità perché le noci risultano abbastanza caloriche. La dose giornaliera consigliata è di circa 6-7 noci al giorno.

Esistono molte varietà di noci, le più famose sono sicuramente le noci di Sorrento e le noci californiane. Scopriamo insieme quali sono i migliori accostamenti ed utilizzi delle noci in cucina.

Come usare le noci in cucina: idee e abbinamenti

Tipologia e preparazione delle noci

Quando le noci arrivano a maturazione (il periodo di raccolta è l’autunno), il mallo si secca lasciandole cadere in terra. 
Prima di metterle in commercio il mallo viene eliminato, liberando la noce completa del suo guscio.

Sul mercato si possono trovare le noci fresche e quelle secche: le noci fresche sono disponibili per poche settimane mentre le noci secche sono reperibili durante tutto l’anno. Le noci sono formate da un guscio legnoso, l’endocarpo, che racchiude il seme commestibile chiamato gheriglio.

I gherigli di noce sono ricoperti da una pellicina che è opportuno eliminare quando la noce è fresca, in quanto ha un sapore leggermente amaro. Le noci, ridotte in granella o a farina, possono essere inserite in varie ricette sia dolci che salate, come biscotti e torte oppure insalate e pesti.


Dalle noci si ricava un olio che ha le stesse proprietà benefiche ed organolettiche del seme. Questo va usato a crudo e può condire diverse pietanze, per esempio insalate e verdure grigliate.

In Italia l’olio di noce è poco diffuso ma è possibile trovarlo in alcuni negozi specializzati. Una volta aperto si conserva per periodi brevi, 3-4 mesi, in quanto rischia di irrancidirsi facilmente. Per chi non lo sapesse, le foglie dell’albero del noce sono commestibili e spesso vengono usate per la stagionatura di alcuni tipi di formaggi come il pecorino.

Gusto ed utilizzo delle noci in cucina

Le noci fresche e secche hanno un gusto leggermente diverso. Quelle fresche, se private della pellicina che risulta amara, hanno un sapore più delicato che ricorda il latte, mentre quelle secche sono più croccanti, con un gusto più deciso, tipico della frutta secca. Le noci secche sono molto versatili in cucina grazie al loro sapore neutro, se ne fa largo uso nei prodotti da forno: pane, torte, biscotti; e come ingrediente per condimenti di diversi piatti: pesti, insalate e salse; oppure per accompagnamento a diverse pietanze come formaggi.

Con un robot da cucina in pochi secondi si ottiene facilmente una farina a partire dai gherigli delle noci secche, ideale per la preparazione di ogni tipo di dolce: crostate, biscotti, muffin, torte. Una farina senza glutine che può essere associata a farine glutinose come la farina di farro, oppure con altre farine senza glutine, come quella di grano saraceno, che ben si sposa con tutta la frutta secca in generale.

Per i dolci preparati con farine in cui è assente il glutine vi consigliamo di usare le uova che faranno da legante nell’impasto, oppure un sostituito vegetale. Per sapere quali sono, potete leggere il nostro articolo: 16 idee per sostituire le uova in cucina.

Abbinamenti consigliati con le noci

Per chi ama gli snack salutari le noci sono una valida alternativa, 6-7 noci sono ideali come fonte di vitamine ed energia. Dopo una giornata stressante o un’attività sportiva ancora meglio un buon frullato energetico ottenuto frullando un bicchiere di latte di mandorle o di soia, 1 banana e 3 noci. Come già anticipato le noci secche, ridotte in granella, sono un ingrediente molto apprezzato anche nelle ricette salate.

Aggiunte alle insalate, anche in associazione a semi oleosi come semi di lino e semi di papavero, completano una pietanza leggera. Che si tratti di insalata con lattuga, di insalate miste o di insalate con la frutta, si adattano alla perfezione. In caso di assenza di pinoli in casa, le noci secche sono un’ottima alternativa per la preparazione dei pesti.

Non c’è nulla di meglio per condire la pasta con una buona e sana salsa alle noci. Basta tritare una bella manciata di gherigli di noci con del pecorino secco, un pezzetto di aglio, e della mollica di pane ammollata nel latte (anche vegetale). Infine va aggiunto dell’olio extravergine d’oliva, in base ai vostri gusti, sale e noce moscata.

Tra gli alimenti con cui si sposano meglio le noci ci sono sicuramente i formaggi: possiamo suggerirvi il caprino, il formaggio di pecora, il gorgonzola, la feta greca e ricotta. Ancora meglio se serviti su un tagliere insieme a miele e noci, costituiranno un buon antipasto che potrete completare con un’insalata di pere kaiser, ravanelli, carote, e finocchi, tutto tagliato sottilmente e condito con sale e olio extravergine.

Come non ricordare poi il buonissimo e rustico pane alle noci? Ideale per fare delle bruschette con patè di olive o formaggi. Per condire al meglio piatti salati a base di noci potete scegliere ingredienti come noce moscata, aglio, basilico, maggiorana e timo.

In pasticceria, ma anche nei piatti salati, le noci formano un binomio perfetto con alcuni tipi di frutta come mele, banane, pere, arance, uva e fichi. Se avete intenzione di preparare un dolce, una macedonia o un’insalata a base di questa frutta, aggiungere della granella o farina di noci sarà un surplus per il gusto.

Come già avrete potuto intuire quando abbiamo parlato dei formaggi, le noci si sposano molto bene con il miele, sono infatti molte le ricette di torte e biscotti a base di noci e miele. Anche il torrone è un esempio di pasticceria con questi due ingredienti. Infine come non menzionare l’irresistibile abbinamento con il cioccolato e cacao?

Tra le spezie ed aromi che meglio si prestano ad insaporire dolci con le noci vi suggeriamo la cannella, i chiodi di garofano, la buccia di arancia e la vaniglia. Inoltre con le noci si prepara anche un ottimo liquore chiamato nocino. Per produrre questo liquore si utilizzano le noci acerbe ancora nel mallo. 
Il nocino viene servito come digestivo a fine pasto o per accompagnare i dessert.

Cucina nel mondo

I ma’amoul sono dei famosi biscotti siriani fatti da una base leggera di pasta frolla, senza uova, che accoglie un ripieno di frutta secca. I ripieni possono essere diversi da quelli a base di noci a quelli con i datteri, i quali vengono arricchiti da un mix di spezie.


Conservazione delle noci

Le noci fresche vanno conservate in frigorifero e consumate comunque entro pochi giorni in quanto sono soggette a muffe. Quelle secche vanno tenute in un contenitore ermetico in un luogo fresco e asciutto. Si conservano per diversi mesi, ma per maggiore sicurezza o per allungare tempi di conservazione, meglio tenerle in frigorifero.

Curiosità
Per le persone che sono soggette all’herpes è consigliato limitare l’uso di noci in quanto il contenuto di arginina può innescarne la comparsa. In ambito cosmetico molto utilizzato è l’olio del mallo delle noci, soprattutto per la preparazione di creme solari.


Sono davvero tantissimi gli usi cui si prestano le noci in cucina. E vio come le usate? Fateci sapere quali sono le vostre ricette preferite lasciando un commento!

Noci in cucina: acquisti consigliati

Noci Biologiche

Noci Biologiche raccolte direttamente nella natura. Un prodotto naturale da sgranocchiare in qualsiasi momento della giornata.

Olio di Noci Bio

Questo olio di noce è ottenuto da pressatura a freddo dei gherigli. Si abbina perfettamente ad insalate, pesce e formaggio. Ideale anche per insaporire a crudo verdure grigliate e dessert.

Pesto di Noci Biologico

Questo pesto di noci è una specialità vegan e Gluten free preparato con materie prime interamente italiane. Si può usare per condire i piatti di pasta oppure come salsa di accompagnamento per i secondi o per gustose bruschette.

Hai letto: Come usare le noci in cucina: idee, abbinamenti e consigli
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati.
Emanuela Burzi
Emanuela Burzi è esperta di cucina naturale e specializzata in ricette vegane. Da diverso tempo si occupa della scrittura di testi per molteplici siti ed è autrice del blog Ricette al femminile, un sito ricco di ricette e consigli utili per la cucina. Appassionata di benessere e prodotti bio si dedica con passione ad approfondimenti su temi legati al vivere e al mangiar sano. ricettealfemminile.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here