Home Alimentazione Mangiare sano Come cucinare le zucchine: idee, abbinamenti e consigli

Come cucinare le zucchine: idee, abbinamenti e consigli

Ultima modifica: 10 maggio 2017

687
0
CONDIVIDI
Come cucinare le zucchine: idee e consigli per le ricette

Fra tutte le verdure le zucchine rientrano nella categoria di quelle meno caloriche, questo unito al fatto che sono prive di colesterolo le rendono idonee per ogni tipo di dieta. Scopriamo come cucinare le zucchine e alcune idee semplici per usarle in cucina.

L’ortaggio più digeribile con pochissime calorie

La zucchina è il frutto immaturo di una pianta appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae, la stessa dei meloni. Venne importata in Europa dopo la scoperta dell’America, intorno al 1500.

Il periodo di raccolta delle zucchine coincide con la primavera/estate, anche se ormai con le serre si possono trovare in commercio tutto l’anno. Comunque sia vi consigliamo sempre di consumare gli alimenti nel loro periodo di naturale maturazione in quanto più nutrienti e disponibili ad un prezzo di mercato più conveniente.

Dal punto di vista nutrizionale la zucchina è composta principalmente da acqua, ha pertanto pochissime calorie e grassi, ma al contempo offre molte vitamine, tra cui vitamine A e C, e tanti sali minerali, come potassio, fosforo e magnesio. Contiene fibre ma non in grandi quantità per questo risulta adatta anche per chi ha problemi di colite e di digestione.

Sono consigliate per chi soffre di ipertensione e possono essere tranquillamente consumate da chi segue una dieta ipocalorica, stando sempre attenti al metodo di cottura. Hanno proprietà antinfiammatorie, utili soprattutto per l’artrosi, e proprietà diuretiche e disintossicanti. Vediamo ora come cucinare le zucchine e alcune idee per usarle nelle ricette.

Come cucinare le zucchine: cottura, idee e abbinamenti

Tipologia e preparazione delle zucchine

Sono molte le varietà di zucchine esistenti che variano per sfumature di colore, grandezza, forma (allungata e tonda) e per come si presenta la superficie, liscia o scanalata. 
In Italia tra le più famose ci sono la zucchina bolognese, la romanesca, la nana verde di Milano, la tonda di Firenze e la grigia genovese.

Le zucchine, quando molto fresche, presentano dei fiori gialli, anch’essi commestibili, usati in cucina soprattutto farciti e in pastella oppure come condimento per le pizze. La zucchina, dapprima lavata e spuntata, può essere servita cruda (tagliata a julienne insieme all’insalata) oppure cotta in qualsiasi modo: grigliata, fritta, bollita, al forno, cotta al vapore o in padella. Vediamo ora come procedere per cuocere le zucchine nei modi più light e i relativi tempi di cottura.

  • Zucchine al vapore: tagliate le zucchine a fette o dadini e adagiatele sul cestello adatto per la cottura a vapore. Inserite il cestello sulla pentola dopo che l’acqua ha preso a bollire, coprite con il coperchio e fate cuocere per pochi minuti, 5-7 minuti circa. Una volta cotte salatele e servitele con un filo d’olio d’oliva ed erbe aromatiche (come menta fresca o basilico) oppure, una volta raffreddate, usatele tranquillamente per la ricetta da voi scelta.
  • Lessatura: potete immergere le zucchine in acqua calda già salata per circa 8-10 minuti, se sono tagliate a pezzi, poi scolatele e conditele ancora calde. Altrimenti, se vi occorrono tagliate a metà per ricette particolari (come le zucchine ripiene), fate cuocere un paio di minuti in più.
  • Zucchine al forno: per cuorere le zucchine al forno dove prima lavarle sotto acqua corrente, asciugarle e quindi tagliarle a fette. Potete scegliere se tagliare a rondelle oppure a fette nel senso della lunghezza. Successivamente cuocete in forno preriscaldato a 200°C per circa 15/20 minuti, ricordandovi di mescolarle almeno 1 o 2 volte per evitare che si attacchino.

I fiori, che in genere si usano farciti con mozzarella e acciughe e fritti in pastella (anche in questo caso per una cottura più salutare potete optare per quella in forno) oppure sulle pizze, prima di essere cucinati vanno sciacquati delicatamente e privati del pistillo in quanto risulta amaro.

Gusto ed utilizzo delle zucchine in cucina

Essendo la zucchina composta maggiormente da acqua, ha un sapore abbastanza neutro che la rende adatta alla preparazione di diversi tipi di ricette. A volte però può capitare di trovare delle zucchine che hanno un gusto amarognolo, questo può dipendere da vari fattori tra cui la poca freschezza del prodotto. Per ovviare a questo problema vi basta scegliere delle zucchine sode al tatto e preferire sempre quelle provviste di fiore fresco.

Comunque sia, in caso dovesse trovarvi di fronte a questo problema, potete provare a mettere sotto sale le zucchine crude tagliate a fette per far spurgare un po’ di acqua di vegetazione. Poi sciacquatele, asciugatele e procedete con la cottura.

Come già anticipato le zucchine possono essere tagliate sottilmente ed inserite nelle insalate, in questo modo non perderete nessuna proprietà nutritiva. 
Potete arrostirle, bollire, cuocerle in padella ed ottenere un contorno leggero sia da sole che insieme ad altri ortaggi. Essendo un alimento tipico delle stagioni calde, potete associarlo a peperoni, melanzane, pomodori, ma anche alle sempre presenti carote e patate. Possono essere un ottimo condimento per i primi piatti, sia nei risotti che nella pasta ed anche nelle vellutate.

Riescono a condire egregiamente ogni tipo di piatto, ad esempio sono ottime nelle frittate, nei ripieni di torte salate e pizze. 
Inoltre, una volta bollite e scavate, possono essere farcite con qualsiasi tipo di ripieno: a base di carne, formaggio o anche esclusivamente di verdure. Se tagliate di lungo e arrostite possono essere protagoniste di una versione alternativa alla parmigiana di melanzane oppure possono fare da accompagnamento ad altri piatti come la piadina.

Come non ricordare che sono un ingrediente onnipresente nei minestroni e nelle zuppe, consideriamo poi il fatto che rispetto ad altre verdure e ortaggi hanno il vantaggio che, oltre ad essere facilmente digeribili, hanno tempi di cottura molto rapidi.

Un’idea originale per usare le zucchine in cucina è quella di preparare un pesto con cui poi condire la pasta. In questo caso è bene prima cuocere per dieci minuti le zucchine tagliate a pezzi piccoli in 4 cucchiai di acqua. Una volta ammorbidite ed evaporata l’acqua, frullatele insieme a qualche foglia di basilico, un pugnetto di pinoli, sale, uno spicchio d’aglio (facoltativo) e olio extravergine d’oliva. Se non avete problemi con il formaggio aggiungetelo pure al vostro pesto, otterrete un primo piatto gustoso e diverso dal solito.

Ultimamente si stanno diffondendo anche delle ricette dolci con le zucchine, usate crude e grattugiate vengono aggiunte all’impasto, come accade con le carote. Spesso nelle torte vengono associate al cioccolato e alla frutta secca, soprattutto nocciole e mandorle, che garantiscono un sapore più tipico da dessert.

Abbinamenti consigliati con le zucchine

Le zucchine usate nei minestroni, zuppe e contorni possono essere associate a diversi tipi di ortaggi e verdure: peperoni, carote, patate, melanzane, zucca, fagiolini, carciofi, ma anche a funghi e legumi (soprattutto piselli). 
Avendo un sapore neutro e delicato sono davvero versatilissime. Possono condire pasta, riso e cereali, come orzo e farro, per la preparazione di zuppe o piatti freddi.

Tagliate a julienne arricchiscono insalate miste, provatele insieme a carote, finocchi, pomodori, asparagi, cipollotti, avocado, rughetta o alla semplice lattuga, magari arricchendo l’insalata con semi oleosi o mandorle.

Per dare un sapore più deciso alle delicate zucchine è possibile affidarsi all’uso di spezie ed erbe aromatiche. Tra le spezie vi suggeriamo lo zenzero, il pepe, il coriandolo, la curcuma e il curry, mentre come aromi mentuccia, prezzemolo e basilico sono di certo gli abbinamenti migliori, ma anche origano e salvia stanno benissimo.

Cucina nel mondo

In Francia è famoso un primo piatto a base di zucchine chiamato tian di zucchine. Si tratta di una sorta di timballo al forno fatto con zucchine, riso, panna, uova, formaggio e spezie.


Conservazione delle zucchine

Le zucchine possono essere conservate in frigorifero in un sacchetto per alimenti per 4 giorni circa. Se sono presenti i fiori meglio utilizzarli subito oppure eliminarli perché possono influire sulla buona conservazione dell’ortaggio. In alternativa possono essere surgelate e in questo caso vanno dapprima lavate, asciugate e tagliate a fette spesse, ed infine sbollentate per un paio di minuti. Una volta raffreddate potete riporle in un contenitore ermetico e poi nel surgelatore.

Curiosità
Tra le varie tipologie di zucchine vi sono alcune diverse da quelle tradizionali, cui siamo soliti trovare dal fruttivendolo, come la zucchina crooknet dalla forma particolare di pera e colore giallastro.

Avete visto i nostri consigli su come cucinare le zucchine e come utilizzarle in cucina. E voi come le utilizzate? Condividete con noi le vostre esperienze e le vostre ricette lasciando un commento.

Hai letto: Come cucinare le zucchine: idee, abbinamenti e consigli
Emanuela Burzi
Emanuela Burzi è esperta di cucina naturale e specializzata in ricette vegane. Da diverso tempo si occupa della scrittura di testi per molteplici siti ed è autrice del blog Ricette al femminile, un sito ricco di ricette e consigli utili per la cucina. Appassionata di benessere e prodotti bio si dedica con passione ad approfondimenti su temi legati al vivere e al mangiar sano. ricettealfemminile.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here