Home Alimentazione Mangiare sano 10 ricette per usare i finocchi in cucina

10 ricette per usare i finocchi in cucina

Ultima modifica: 15 dicembre 2017

1031
0
CONDIVIDI
10 utilizzi del finocchio nelle ricette di cucina

Del finocchio si possono usare tutte le parti, mentre di quelli selvatici molto usati sono i suoi frutti, i cosiddetti finocchietti. Depurativo, digestivo, antiossidante, dal sapore delicato e quindi molto versatile, tutte qualità che lo rendono un alimento perfetto per poter essere inserito abitualmente nelle vostre ricette.

La pianta del finocchio appartiene alla famiglia delle Ombrellifere, originaria dell’Asia Minore e diffusa successivamente in tutto il Mediterraneo, oggi è coltivata in varie parti del mondo.

I finocchi sono ricchi di vitamine e sali minerali, contengono poi flavonoidi e fitoestrogeni, sostanze che favoriscono la regolarizzazione del ciclo mestruale e combattono i fastidiosi sintomi legati alla menopausa, come le vampate di calore.

Sono molto benefici per il sistema gastrointestinale, agevolano infatti la digestione e limitano il gonfiore addominale, ed anche per il fegato, in quanto migliorano la funzione epatica favorendo la disintossicazione.

Del finocchio non si getta via nulla, il grumolo bianco con i fusti, sia cotti che crudi, possono essere usati in varie ricette. 
Mentre del finocchio selvatico si usano le foglie, i fiori, ma soprattutto i suoi frutti, erroneamente definiti semi, per aromatizzare diversi piatti e per la preparazione di liquori e tisane. Scopriamo insieme quali sono le migliori idee per usare il finocchio in cucina, in modo da inserirlo più abitualmente nelle ricette.

10 idee per usare i finocchi nelle ricette

1 Cottura dei finocchi: a vapore e bolliti

Prima di procedere con la cottura o preparazione di una qualsiasi ricetta, occorre pulire i finocchi. Tagliate quindi i gambi che, essendo più duri e filamentosi, potete riciclare per la realizzazione di un minestrone o di una vellutata, come se fosse del sedano. Lo stesso vale per le foglie esterne del finocchio, più dure e rovinate. 
Tagliate il finocchio in 4 e poi ogni spicchio di nuovo a metà, appoggiandovi su un tagliere. Infine, eliminato il fondo più duro da ogni spicchio, lavateli per bene sotto l’acqua corrente. Procedete poi con la cottura:

  • Cottura a vapore: versate poca acqua in una pentola, una volta raggiunto il bollore adagiate un cestello su cui avrete disposto uniformemente gli spicchi di finocchio. Fate cuocere, con il coperchio per circa 15/20 minuti. Se li preferite croccanti, passate i finocchi ancora caldi sotto l’acqua fredda;
  • Bollitura: fate cuocere i finocchi in acqua bollente salata per circa 10/15 minuti. Scolate subito i finocchi per evitare che si ammollino eccessivamente.

A questo punto avrete dei finocchi cotti da poter condire semplicemente con un emulsione di succo di limone, olio d’oliva, sale, prezzemolo tritato e pepe, per un contorno velocissimo, oppure una preparazione base per altre ricette.

2 Insalata di finocchi

Essendo molto versatili, i finocchi possono dar vita a innumerevoli tipi di insalate. Si combinano alla perfezione con tanti altri ortaggi, frutti, e verdure. Potete quindi giocare con gli ingredienti che preferite e creare la vostra insalata, noi vi suggeriamo di usare: ravanelli, mele, rughetta, carote, sedano, pomodori e arance. Se vi piacciono gli accostamenti con la frutta, potete creare un’insalata invernale aggiungendo ai finocchi tagliati a julienne, delle carote, sempre tagliate sottilmente, qualche oliva e pomodorino, ed infine degli spicchi d’arancia tagliati al vivo (privi della pellicina). Condite il tutto semplicemente con olio extravergine d’oliva, sale e, facoltativamente, una grattugiata di aglio fresco. Lasciate insaporire per qualche istante la vostra insalata di finocchi prima di servirla in modo da far amalgamare i sapori.

3 Vellutata di finocchi

Se vi piacciono le vellutate apprezzerete sicuramente quelle con il finocchio, in quanto questo ingrediente le rende molto più profumate, delicate e digeribili. Invece di usare solo il finocchio, potete associare altri ortaggi come carote, patate, zucchine, piselli, insomma avete solo l’imbarazzo della scelta. Per due persone vi basterà portare a cottura 350 grammi tra finocchi e altre verdure in 600 grammi di brodo, utilizzate poi un frullatore ad immersione per creare la consistenza desiderata, e insaporite con spezie a scelta.

4 Finocchi al gratin

Per un contorno semplice ma gustoso non c’è nulla di più adatto dei finocchi al gratin. Per una ricetta più ricca potete aggiungere ai finocchi bolliti della besciamella o besciamella vegetale, e spolverizzare la superficie con del formaggio grattugiato o frutta secca in granella. Se preferite una versione light potete semplicemente disporre i finocchi sbollentati su una teglia, cospargere la superficie con del pangrattato, formaggio grattugiato, granella di nocciole e un filo d’olio d’oliva. A questo punto vi basta gratinare la pietanza per 10-15 minuti a 180 gradi.

5 Risotto con i finocchi

Potete usare questa ricetta per riciclare un avanzo di finocchi già bolliti o cotti al vapore, in questo caso inseriteli soltanto agli ultimi minuti di cottura, oppure dei finocchi crudi, sempre tagliati a pezzi piccoli, da aggiungere insieme al riso dopo la tostatura. Procedete quindi come un qualsiasi risotto portando a cottura con il brodo vegetale, e insaporite il piatto con buccia di limone e un pizzico di zenzero oppure di curcuma in polvere.

6 Contorno di finocchi grigliati

Un’altra ricetta con i finocchi, molto veloce e sana, sono i finocchi grigliati. Occorre sempre lavare il finocchio e tagliarlo a fette, questa volta non troppo spesse, e farle arrostire su una piastra ben calda per qualche minuto per lato. Condite i finocchi così ottenuti con un emulsione di olio evo, aceto balsamico, sale e pepe.


7 Detox ai finocchi

Le bevande detox, per chi non lo sapesse, sono degli infusi a freddo in cui si lascia macerare in una caraffa d’acqua della frutta e verdura tagliata a pezzi. Una sorta di acqua aromatizzata che vanta proprietà diverse in base al tipo di ingredienti utilizzati. Per una detox digestiva e rinfrescate vi consigliamo di usare qualche foglia di menta, un pezzettino di zenzero fresco, uno spicchio di limone e uno spicchio di finocchio che farete aromatizzare in un litro d’acqua, riposta in frigorifero, per una notte.

8 Estratto con i finocchi

I finocchi sono un ingrediente ideale per gli estratti o i centrifugati. Insieme a carote, limone e zenzero otterrete un estratto altamente disintossicante, mentre con ananas e mela verde un’azione drenante. Il succo andrebbe bevuto al momento per effetti migliori, in alternativa potete conservarlo comunque in frigorifero. Per le vostre ricette, vi consigliamo di iniziare aggiungendo poco finocchio, poiché ha un sapore deciso e a volte può coprire il gusto di altri ingredienti.

9 Tisana digestiva con semi di finocchio

I semi di finocchio hanno proprietà altamente digestive e risultano utili contro il meteorismo. Se volete una tisana carminativa che aiuti a sgonfiare la pancia, associate al finocchio dell’anice, liquirizia, menta e coriandolo. Preparate una miscela mescolando più o meno in parti uguali le spezie, eccetto liquirizia e menta che vanno usate con più parsimonia. Fate bollire 2 cucchiaini della miscela per ogni tazza d’acqua per circa un paio di minuti. Una volta raffreddata filtrate e bevete la tisana dopo i pasti.

10 Semi di finocchio per aromatizzare diverse pietanze

I semi di finocchietto, oltre che essere ottimi per la realizzazione di tisane, si prestano per condire diversi piatti. Ad esempio sono usati nell’acqua di cottura delle castagne, che insieme all’alloro, le aromatizzano e rendono più digeribili, oppure per insaporire le carni, in particolare le salsicce di maiale, e poi molte verdure, come cime di rapa e cavolo verza, ed anche il pane e alcuni dolci, tra cui i famosi taralli. Inoltre, sono ottimi ingredienti per aromatizzare il sugo di pomodoro.

Hai letto: 10 ricette per usare i finocchi in cucina
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Emanuela Burzi
Emanuela Burzi è esperta di cucina naturale e specializzata in ricette vegane. Da diverso tempo si occupa della scrittura di testi per molteplici siti ed è autrice del blog Ricette al femminile, un sito ricco di ricette e consigli utili per la cucina. Appassionata di benessere e prodotti bio si dedica con passione ad approfondimenti su temi legati al vivere e al mangiar sano. ricettealfemminile.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here