Home Alimentazione Intolleranze alimentari Intossicazione alimentare: piccola guida ai rimedi naturali

Intossicazione alimentare: piccola guida ai rimedi naturali

Ultima modifica: 1 dicembre 2016

2533
0
CONDIVIDI
intossicazione alimentare cosa fare

In caso di intossicazione alimentare cosa fare per ridurre i sintomi e ritornare presto in forma? Vediamo qualche consiglio utile

La bella stagione è appena incominciata e si moltiplicano le occasioni in cui restare fuori, magari anche per un pranzo o una cena, oppure un aperitivo con gli amici.

Qualche concessione in più alla gola, un alimento magari non conservato o non cucinato al meglio e il rischio di intossicazione alimentare (con tutti i fastidiosi effetti collaterali che questa patologia porta con sè) si moltiplica.

A volte non bastano le ottime tecniche di depurazione, per questo diventa molto importante sapere in caso di intossicazione alimentare cosa fare per ridurre l’importanza e la durata dei sintomi tipici: pochi e semplici rimedi completamente naturali possono rivelarsi davvero molto efficaci.

Nel caso in cui l’intossicazione alimentare presenti una sintomatologia molto grave oppure colpisca soggetti deboli (come anziani, donne in stato di gravidanza e bambini) è sempre meglio rivolgersi al proprio medico, che sarà in grado di valutare al meglio la situazione complessiva e di indicare le cure migliori.

Intossicazione alimentare cosa fare?

Prima regola: riposo
L‘intossicazione alimentare porta con sè una serie di effetti collaterali che interessano soprattutto l’apparato digerente (come nausea, vomito, diarrea, dolori addominali) e che rendono difficile, e in alcuni casi impossibile, svolgere le comuni attività quotidiane.

La disidratazione è spesso una conseguenza dei sintomi a carico dell’apparato digerente e porta a un indebolimento complessivo di tutto l’organismo: per questo motivo, almeno finchè i sintomi dell’intossicazione alimentare non sono quasi scomparsi, è consigliato osservare un periodo di riposo, per evitare di sottoporre il fisico a uno stress ulteriore.

L’importanza dell’acqua

I sintomi dell’intossicazione alimentare portano spesso a disidratarsi e reintegrare i liquidi diventa importantissimo: per cui è utile consumare acqua a piccoli sorsi ed evitare invece bevande gassate o peggio caffè o alcolici (che potrebbero peggiorare la situazione).

Invece possiamo trovare sollievo in una tisana alla melissa, in grado di attenuare la nausea. Per prepararla occorrono:

  • 200 ml di acqua;
  • 20 gr di foglie essiccate di melissa;
  • scorza di arancia o limone (a seconda del gusto che preferiamo).

Basterà fare bollire le foglie in acqua per circa 10 minuti, filtrare e dolcificare con il miele: si tratta di una bevanda ottima anche fredda e che in più ha un benefico effetto rilassante.

L’alimentazione: dieta leggera e depurazione per recuperare

Una dieta leggera, composta di alimenti semplici e non elaborati è necessaria per consentire all’apparato digerente di recuperare la piena funzionalità dopo un’intossicazione alimentare.

Abbiamo visto anche come alcune erbe ci possano essere di aiuto in questo momento delicato e dobbiamo ricordare anche un altro fattore molto importante: durante un’intossicazione alimentare il nostro corpo viene in contatto con un numero elevato di tossine, che è necessario smaltire per poter ritornare in piena forma.

Per rendere più facile e rapido il pieno ritorno in salute può diventare davvero utile applicare una delle diverse tecniche di depurazione dolce per favorire lo smaltimento delle tossine in eccesso.

Hai letto: Intossicazione alimentare: piccola guida ai rimedi naturali

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here