Home Alimentazione Intolleranze alimentari Celiachia: i sintomi per capire se sei intollerante al glutine

Celiachia: i sintomi per capire se sei intollerante al glutine

Ultima modifica: 18 febbraio 2016

2963
0
CONDIVIDI
celiachia sintomi

Quali sono i sintomi della celiachia? Cosa fare in caso di intolleranza al glutine?

La celiachia è un’intolleranza alimentare che colpisce circa l’1% della popolazione. Si tratta di una intolleranza al glutine, sostanza proteica presente nel frumento e in alcune varietà di cereali come il farro, orzo e segale.

Ne consegue che una persona celiaca non può mangiare pasta, pizza, pane e prodotti con la farina; è inoltre necessario prestare sempre attenzione perchè molti alimenti potrebbero essere contaminati dal processo di lavorazione o dalla semplice cottura.

Attualmente una giusta alimentazione è l’unica arma in nostro possesso per curare la celiachia. Occorre quindi escludere dal proprio regime alimentare alcuni degli alimenti più comuni, quali pane, pasta, biscotti e pizza, ma anche eliminare le più piccole tracce di glutine dal piatto.

Questo implica un forte impegno di educazione alimentare. Infatti l’assunzione di glutine, anche in piccole quantità, può provocare diverse conseguenze più o meno gravi. La dieta senza glutine quindi, è l’unica terapia che attualmente garantisce al celiaco un perfetto stato di salute.

Celiachia: diagnosi e sintomi nell’adulto e nel bambino

I sintomi della celiachia possono maniferstarsi durante tutto l’arco della vita, anche se spesso i sintomi si accusano nell’infanzia dopo lo svezzamento, con il passaggio dal latte materno all’alimentazione contenente glutine. Qualora non fosse diagnosticata, sono possibili disturbi della crescita e dello sviluppo.
La celiachia può tuttavia, come già detto, comparire ad ogni età e oggi viene diagnosticata soprattutto tra gli adulti. Bisogna ricordare però che la celiachia colpisce soprattutto gli individui predisposti geneticamente.

I sintomi più comuni nel bambino

  • Gonfiore e dolore addominale;
  • Dissenteria;
  • Vomito;
  • Costipazione;
  • Feci pallide e maleodoranti;
  • Dimagrimento.

I sintomi più comuni nell’adulto

  • Anemia da carenza di ferro;
  • Osteoporosi precoce e fragilità ossea;
  • Aftosi orale;
  • Dermatite;
  • Cefalee e malessere generale con debolezza;
  • Ansia, irritabilità e depressione;
  • Gonfiore addominale, colite, diarrea, flatulenza;
  • Assenza di mestruazioni;
  • Affaticamento.

Cosa fare se si sospetta la celiachia? I Test

Se si sospetta una celiachia, il primo test da effettuare sono gli esami del sangue. Se in questi esami vengono evidenziati gli anticorpi specifici, nella maggior parte de casi si procede con una biopsia dell’intestino tenue (prelievo del tessuto) per la conferma definitiva.

Esistono anche soggetti che non lamentano i classici sintomi della celiachia o nei quali i disturbi sono talmente modesti da non richiedere l’intervento del medico; vengono diagnosticati solo perché nell’ambito familiare c’è una persona affetta da celiachia.
Non raramente alla celiachia sono associate malattie quali diabete, artrite reumatoide, epatite cronica attiva, alterazioni della tiroide e dermatite erpetiforme.

Cosa fare se si scopre di essere celiaco? I Consigli

  • Controllare sempre e attentamente gli ingredienti dei cibi confezionati. Scegliere sempre cibi privi di glutine: i prodotti privi di glutine hanno il simbolo della spiga sbarrata;
  • Non utilizzare utensili con i quali siano stati cucinati cibi contenenti glutine;
  • Non usare olio di frittura già usato per cuocere cibi impanati o infarinati;
  • Non appoggiare il cibo su superfici che possono essere contaminate da alimenti contenenti glutine;
  • Non utilizzare l’acqua di cottura di alimenti contenenti glutine.
Hai letto: Celiachia: i sintomi per capire se sei intollerante al glutine

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here