Home Alimentazione Dieta e salute Mangiare di stagione a Settembre

Mangiare di stagione a Settembre

Ultima modifica: 20 settembre 2016

2695
0
CONDIVIDI
Frutta e verdura di settembre

Settembre: l’estate è al capolinea e si affaccia l’autunno. Il clima è ancora caldo ma le vacanze sono finite o volgono al termine. Vediamo come affrontare con il giusto slancio questo mese, mangiando frutta e verdura di stagione.

Frutta di settembreVerdura di settembre
FichiBietole
Fichi d’IndiaCarote
LamponiCetrioli
MeleCicoria
MeloniFagiolini
MirtilliInsalate
MoreMelanzane
PerePatate
PeschePeperoni
PompelmiPomodori
SusinePorri
UvaRadicchio
Rape
Ravanelli
Rucola
Sedano
Spinaci
Zucche
Zucchine

Mangiare di stagione a settembre: la frutta

Settembre è un ottimo mese per mangiare more, mirtilli e lamponi; uva e pere. Ma sono ancora di stagione anche prugne, meloni, pesche, fichi e fichi d’India.

I mirtilli sono ricchissimi di antiossidanti; secondo la scala ORAC, elaborata dal dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti per misurare le qualità antiossidanti degli alimenti, il mirtillo è ai primi posti della lista.

Settembre è dunque un mese perfetto per fare il pieno di antiossidanti, tanto preziosi per prevenire l’azione dei radicali liberi, che sono responsabili dell’invecchiamento cellulare alla base di numerose patologie. I mirtilli, inoltre, sono piuttosto ricchi di vitamina B9.

Con l’uva possiamo fare il pieno di zuccheri immediatamente disponibili. L’uva contiene acido linoleico, un acido grasso essenziale appartenente alla serie omega-6; stimola la motilità intestinale ed ha qualità diuretiche e disintossicanti. Quella nera è ricchissima di antiossidanti, soprattutto resveratrolo, un fenolo non flavonoide a cui vengono riconosciute numerosissime qualità (antinfiammatorie, antibatteriche, antifungine eccetera).

Mangiare di stagione a settembre: la verdura

Settembre è ancora stagione per mangiare peperoni, melanzane, zucchine e pomodori, ma allo stesso tempo compaiono le zucche, e in natura comincia a sentirsi profumo di autunno. È, inoltre, una buona stagione per mangiare fagiolini, cetrioli e bietole.

I fagiolini, pur appartenendo alla famiglia delle Leguminose, hanno qualità più simili a quelle degli ortaggi. Sono, infatti, ricchissimi di acqua e presentano un quantitativo minore di proteine. Contengono molte fibre e favoriscono, dunque, la motilità intestinale. Possono vantare un ottimo contenuto di vitamina A e sali minerali, soprattutto potassio. Hanno poche calorie, circa 18 Kcal su 100 grammi, e presentano qualità diuretiche e rinfrescanti.

Una ricetta per mangiare di stagione a settembre

Spaghetti con pomodori e fagiolini

Ingredienti (per 4 persone): 320 gr di spaghetti, 500 gr di fagiolini, 5 pomodori San Marzano, uno spicchio d’aglio, olio extravergine d’oliva, sale, pan grattato.

Procedimento: pulire i fagiolini, togliendo le due estremità (picciolo e punta) e lavandoli in acqua fresca, e bollirli in acqua salata. Sbollentare i pomodori San Marzano, privarli della buccia e tagliarli grossolanamente. Far soffriggere uno spicchio d’aglio in poco olio d’oliva, togliere lo spicchio d’aglio dalla padella e aggiungere prima i pomodori e poi i fagiolini precedentemente cotti; aggiustare di sale e condire gli spaghetti; finire il piatto con un’abbondante spolverata di pan grattato e un filo di olio extravergine d’oliva a crudo.

Hai letto: Mangiare di stagione a Settembre

LASCIA UN COMMENTO