Home Alimentazione Dieta e salute Mangiare di stagione a Ottobre

Mangiare di stagione a Ottobre

Ultima modifica: 20 settembre 2016

2425
0
CONDIVIDI
Mangiare di stagione a ottobre

Ottobre, l’estate è ormai alle porte, è tempo di cambiare dieta e lasciare entrare sulle nostre tavole i prodotti autunnali: castagne, cachi, mele, pere, zucche e cavoli non potranno mancare nel carrello della spesa di ottobre.

Frutta di ottobreVerdura di ottobre
CachiBietole
CastagneBroccoli
ClementineCarciofi
FichiCarote
MelaCavoli
Mela cotognaCicoria
MelagranaFinocchio
PereInsalate
PompelmiPorri
UvaRadicchio
Ravanelli
Sedano
Spinaci
Zucche

Mangiare di stagione a ottobre: la frutta

Ottobre è tempo di mele, pere, cachi e uva, ma anche di frutti meno commerciali, ma non per questo meno preziosi per la nostra salute: la mela cotogna e la melagrana. Possiamo trovare anche fichi e pompelmi.

Mele, pere e mela cotogna sono soprattutto frutti ricchissimi di fibre alimentari. La mela cotogna è, in assoluto, il frutto più ricco di pectina, ed è molto utile per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e di zuccheri nel sangue; fornisce, inoltre, un validissimo aiuto alla salute dell’intestino.

I cachi sono ricchissimi di sali minerali, soprattutto potassio, ma anche magnesio, fosforo, calcio e sodio. Apportano, inoltre, zuccheri immediatamente disponibili e vitamina C. Grazie alle qualità nutritive, il consumo di questi frutti aiuta a combattere la stanchezza tipica dei cambi di stagione.

L’uva è un concentrato di zuccheri semplici e contiene resveratrolo, un flavonoide a cui vengono riconosciute molte qualità benefiche per la salute dell’uomo (antiossidante, antinfiammatorio, diuretico…).

Se parliamo di prodotti del mese di ottobre non possiamo dimenticare le castagne. Tecnicamente sono il seme della pianta del castagno, anche se comunemente vengono considerate un frutto. Grazie alle loro qualità, però, sono indicate soprattutto per sostituire la parte glucidica del pasto, più che la frutta.

Mangiare di stagione a ottobre: la verdura

A ottobre ormai ci siamo lasciati alle spalle i peperoni (anche se possiamo trovare gli ultimi), le melanzane e i pomodori che abbiamo mangiato per tutta l’estate. Certo, nella grande distribuzione si trovano ancora e si troveranno anche per tutta la stagione fredda, ma rispettare la stagionalità degli alimenti è un modo per favorire la salute del nostro organismo e quella del pianeta che abitiamo. A ottobre, riempiamo dunque i carrelli di zucche, cavoli, finocchi, cicorie e funghi.

La zucca ha un sapore molto delicato che la rende un ingrediente adatto a mille preparazioni, compreso il dolce. È un ortaggio molto pratico e dunque risolve il problema dei pasti anche per chi ha poco tempo. Se la comprate intera, infatti, potete conservarla a lungo e, per ottenere un piatto sano senza molti sforzi, basta tagliarla a fette, metterla a cuocere in forno e poi condirla semplicemente con sale e olio extravergine d’oliva oppure, sempre dopo averla cotta in forno, frullarla e trasformarla in un coloratissimo purè.

A ottobre arrivano anche i cavoli; cavolfiore, cavolo verza, broccolo, cavolini, eccetera… ci accompagneranno per tutta la stagione fredda.

I funghi, infine, sono ricchissimi di minerali e aiutano a insaporire qualsiasi piatto. Basta un solo fungo per rendere più interessante un brodo vegetale o un sugo.

Una ricetta per mangiare di stagione a ottobre

Crostata con la mela cotogna

Ingredienti (per 4 persone): Per il ripieno occorrono 1,5 kg di mele cotogne e una stecca di cannella. Per la pasta occorrono: 200 gr di farina di kamut, 100 gr di olio di semi di girasole alto oleico, mezzo cucchiaino di bicarbonato, un pizzico di sale, un cucchiaino di cannella pestata e granella di noci o di frutta secca mista per guarnire il dolce.

Procedimento: preparare una pasta frolla con gli ingredienti sopra citati, lasciarla in frigorifero a riposare e, nel frattempo, preparare la farcitura di mele cotogne: far cuocere in acqua zuccherata, a cui avrete aggiunto una stecca intera di cannella, circa un chilo e mezzo di mele cotogne precedentemente sbucciate e tagliate e fette. Quando saranno cotte, ridurre le mele cotogne in purea e farle raffreddare. Stendere la frolla, versarvi sopra la purea di mele cotogne e tanta granella di noci o di frutta secca mista. Far cuocere in forno a 180 gradi per circa quaranta minuti.

Hai letto: Mangiare di stagione a Ottobre

LASCIA UN COMMENTO