Home Alimentazione Dieta e salute Mangiare di stagione a Giugno

Mangiare di stagione a Giugno

Ultima modifica: 20 settembre 2016

2875
0
CONDIVIDI
Alimenti stagionali: cosa mangiare a Giugno

Giugno, finalmente è tempo della frutta e della verdura più golosa che c’è. Vediamo cosa mettere nel carrello della spesa per mangiare di stagione e quali sono le proprietà dei singoli alimenti.

Frutta di giugnoVerdura di giugno
AlbicoccheAsparagi
CiliegieBietole
FragoleCarote
NespoleCavoli
PescheCetrioli
SusineCicoria
Fagiolini
Fave
Insalata
Melanzane
Patate
Peperoni
Piselli
Pomodori
Radicchio
Ravanelli
Rucola
Sedano
Zucchine

Mangiare di stagione a giugno: la frutta

Giugno: è ancora periodo di fragole, ciliegie e nespole, ma è soprattutto il mese delle albicocche. Le albicocche, oltre a essere un frutto che gratifica il palato di grandi e piccini, sono un concentrato di nutrienti: contengono betacarotene e licopene; sono ricche di fibre; possono vantare una buona quota di vitamina A.

Sono dolci e golose e hanno un buon potere saziante a fronte di un apporto calorico molto contenuto. Sono adatte proprio a tutti, anche ai bambini in fase di svezzamento. Nel mese di giugno, quindi, non fatevi assolutamente mancare le albicocche; utilizzatele soprattutto come spuntino spezza-fame, da portare sempre con sé, anche in spiaggia e nelle gite, che il clima caldo, ma non ancora bollente, invita a fare.

A giugno cominciano a comparire anche le pesche: profumate, dolci, carnose e rinfrescanti, diuretiche e depurative, hanno anch’esse un contenuto calorico piuttosto limitato.

Mangiare di stagione a giugno: la verdura

Giugno è un mese in cui non si può assolutamente trasgredire alla regola di mangiare solo verdura di stagione perché sui banchi dei mercati troviamo gli ortaggi più golosi, quelli che si prestano alle preparazioni più fantasiose e ghiotte: zucchine con il loro bellissimo fiore, melanzane, carote, fagiolini, asparagi, bietole, cetrioli, fave, ravanelli, sedano, rucola, piselli, cavoli, radicchio, peperoni e pomodori; e tra le erbe aromatiche, il basilico, che aiuta a rendere profumato e invitante anche il piatto più banale.

Le zucchine sono rifrescanti, idratanti e molto poco caloriche; aiutano ad affrontare i primi caldi. Le melanzane sono le regine indiscusse della tavola estiva, ma non vi venga in mente di mangiarle crude, perché in quel caso risultano tossiche. Ricche di fibre a acido folico, hanno buone qualità antiossidanti. Sono un ortaggio piuttosto delicato, quindi vanno consumate freschissime.

I fagiolini sono ricchi di fibre, vitamine e minerali, soprattutto potassio. Sono ottimi bolliti e poi conditi con semplice olio d’oliva e sale, oppure utilizzati per preparare primi piatti dal profumo e dal sapore estivi.

Una ricetta per mangiare di stagione a giugno:

Fiori di zucchina in pastella

È una ricetta veramente golosa. La frittura non è un metodo di cottura sano, ma usata con moderazione, e usando l’olio giusto, una volta ogni tanto possiamo anche concedercela.

Ingredienti (per 4 persone): circa 300 grammi di fiori di zucchina freschissimi, 190 grammi di farina di semola di grano duro, 280 ml di acqua minerale frizzante o birra, abbondante olio adatto alla frittura, ossia un olio che abbia un punto di fumo elevato (per esempio olio d’oliva o olio di girasole alto oleico)

Procedimento: lavare i fiori di zucchina ponendoli in una ciotola di acqua fredda e poi metterli ad asciugare su un panno pulito; è un’operazione da fare con grande delicatezza perché i fiori di zucchina si sciupano facilmente. Preparare una pastella con la farina di semola di grano duro e l’acqua minerale frizzante o la birra, che devono essere freddissime. Portare l’olio alla giusta temperatura, passare i fiori di zucchina nella pastella, friggerli e poi salare.

Hai letto: Mangiare di stagione a Giugno

LASCIA UN COMMENTO