Home Alimentazione Dieta e salute Dimagrire con lo zenzero: scopriamo come e perchè lo zenzero fa dimagrire

Dimagrire con lo zenzero: scopriamo come e perchè lo zenzero fa dimagrire

Ultima modifica: 16 ottobre 2017

274913
30
CONDIVIDI
Le proprietà dimagranti dello zenzero e come usarlo per dimagrire

Premesso che non esistono alimenti miracolosi in grado di sciogliere i grassi e che il dimagrimento si può ottenere solo con una dieta mirata e la giusta attività fisica, scopriamo le proprietà dimagranti dello zenzero e come usarlo per ottenere i migliori risultati.

Fino a qualche tempo fa lo zenzero era confinato alla sola cucina asiatica e, al sentire il suo nome, saltavano in mente i tipici biscotti natalizi a forma di omino, dolci, profumati e deliziosi per il palato. Oggi, invece, scopriamo che la radice di zenzero è ampiamente versatile in cucina e, soprattutto, ha tantissime qualità terapeutiche che la eleggono ad alimento top per il benessere dell’organismo.

Lo zenzero (Zinziber officinale) è una pianta erbacea perenne delle Zingiberaceae d’origine orientale, reperibile in commercio come radice fresca o essiccata, sottoforma di polvere oppure di capsule e compresse.

Esso possiede spiccate proprietà antinfiammatorie e digestive, grazie alle quali è validissimo per curare i dolori osteoarticolari, prevenire o curare gli stati influenzali (e i disturbi ad essi connessi) o per facilitare il processo digestivo, stimolando la peristalsi intestinale, proteggendo la mucosa gastrica e riequilibrando la flora batterica; possiede proprietà antiemetiche e antibiotiche; stimola e rinforza il cuore e il sistema circolatorio; è un antiossidante e un antitumorale naturale.

Come se non bastasse, lo zenzero rappresenta un importante aiuto nella dieta grazie alle sue innate proprietà dimagranti: vediamole meglio insieme.

Come e perché lo zenzero aiuta a dimagrire

Come abbiamo appena visto, lo zenzero è un buon alleato delle diete per dimagrire. Il principale costituente dello zenzero è il gingerolo, ed è il principale responsabile delle proprietà dimagranti dello zenzero. Si tratta di un composto chimico che ha caratteristiche termogeniche in quanto, grazie alle sue proprietà piccanti responsabili del sapore particolare della radice, riesce ad innalzare la temperatura corporea e a donare un’accelerazione immediata al metabolismo.

L’innalzamento della temperatura rappresenta un punto chiave per dare una “scossa” all’organismo, facilitando così il processo di dimagrimento e lo scioglimenti dei grassi addominali, specialmente se l’uso dello zenzero è abbinato ad una regolare attività fisica e ad un’alimentazione equilibrata.

Inoltre, lo zenzero aiuta a dimagrire in quanto è utile a smorzare il senso della fame e contribuisce a digerire i carboidrati e le proteine; infine, permettendo l’eliminazione dei gas intestinali, favorisce il raggiungimento dell’obiettivo “pancia piatta”.

Per beneficiare delle sue qualità depurative e dimagranti, lo zenzero può essere consumato ogni giorno sottoforma di decotto o infuso, da solo o abbinato ad altri alimenti o piante.

Quanto zenzero si può mangiare ogni giorno per ottenere gli effetti dimagranti?

Come aiuto per dimagrire, è possibile consumare ogni giorno dai 10 ai 30 g di zenzero fresco, e diversi sono i modi in cui esso può essere preparato e declinato.

Un ottimo decotto allo zenzero, grazie ai suoi effetti sul metabolismo può essere d’aiuto anche per dimagrire e va preparato aggiungendo un paio di fettine sottili della radice in 200 mL di acqua fredda da portare poi ad ebollizione e da lasciar bollire per un paio di minuti. Dopo aver spento il fuoco, si lascia in infusione per 7-10 minuti, quindi si filtra: la bevanda ottenuta va consumata preferibilmente al mattino, meglio se a digiuno, e nel tardo pomeriggio. Una variante gustosa prevede l’aggiunta di cannella e della scorza di un limone durante la fase di ebollizione, oppure il succo di mezzo limone durante l’infusione.

In alternativa, un’ottima tisana può essere preparata aggiungendo a mezzo litro di acqua già portata ad ebollizione 5-6 fettine sottili di radice di zenzero e un pezzettino di stecca di cannella, lasciando il tutto in infusione per 10 minuti prima di filtrare. La tisana può essere travasata in una bottiglia vuota per essere consumata a sorsi durante l’arco della giornata.

Non solo in infusione: per godere dei benefici dimagranti dello zenzero è possibile anche masticarne due o tre pezzettini durante l’arco della giornata. In questo modo ci assicureremo anche un valido rimedio semplice e naturale per un alito sempre fresco!

Nel caso in cui si abbia a disposizione lo zenzero sottoforma di radice essiccata, il procedimento per la preparazione degli infusi è il medesimo, basterà sostituire le fettine di radice fresca con un cucchiaio per tazza della sua forma in polvere.

Non assumere zenzero se…

Lo zenzero non presenta grosse controindicazioni se assunto secondo la posologia corretta, senza eccessi. Ciò nonostante, vi sono dei casi particolari in cui è meglio o limitarne l’uso, o evitarlo del tutto.

I soggetti allergici alla radice dovranno, ovviamente, eliminare completamente tale alimento dalla propria dieta, così come chi presenta un’intolleranza alimentare verso esso.
Le persone affette da calcoli biliari, in cura con farmaci antinfiammatori, anticoagulanti o pressori dovrebbero evitarne l’uso oppure rivolgersi al proprio medico di fiducia per conoscerne la posologia più giusta per il proprio caso: questo perché lo zenzero lavora sul sistema circolatorio e fluidifica il sangue, per cui agirebbe sinergicamente con i medicinali in uso.

In presenza di diabete l’ingestione dello zenzero andrebbe evitata per i suoi effetti ipoglicemizzanti, così come sconsigliato è l’uso in caso di blocchi intestinali preesistenti.

Dibattuto è il suo utilizzo durante la gravidanza: difatti, sebbene lo zenzero abbia spiccate proprietà antiemetiche, utili quindi durante le fastidiosissime nausee nei primi tempi della gestazione, alcuni studi rivelerebbero la possibilità di causare eventuali danni sulla corretta formazione del feto. Anche in questo caso, è meglio affidarsi ai consigli del proprio ginecologo.

In ogni caso, è buona norma tener presente che non bisogna mai assumere quantità di zenzero in eccesso, onde evitare di avere spiacevoli effetti collaterali (soprattutto a carico del sistema gastrointestinale) e inficiare tutte le proprietà benefiche di questo prezioso alimento.

Dove acquistare lo zenzero in polvere

Zenzero in polvere

Zenzero in Polvere

Zenzero in polvere, indicato per frutta cotta, piatti in agrodolce, tisane oppure da bere in acqua calda contro la nausea e disturbi intestinali.

Hai letto: Dimagrire con lo zenzero: scopriamo come e perchè lo zenzero fa dimagrire
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.
Caterina Perfetto
Caterina Perfetto si laurea in Scienze Biologiche presso la Federico II di Napoli. Dopo aver lavorato presso un laboratorio di analisi cliniche, si perfeziona in Igiene Alimentare, Nutrizione e Benessere. Esegue valutazione dello stato nutrizionale, determinazione Massa Magra e Massa Grassa, elaborazione di profili nutrizionali personali e specifici, test per le intolleranze alimentari. Riceve a S. Antimo (NA)

30 COMMENTI

    • Salve Maria e grazie per la domanda che mi permette di sottolineare che una delle azioni dello zenzero è quella di aumentare la secrezione di acidi biliari.
      Per questo motivo l’utilizzo dello zenzero nel suo caso potrebbe essere sconsigliato, dipendentemente dal tipo di calcoli di cui ha sofferto.
      In questi casi la scelta migliore è quella di chiedere un consiglio specifico al suo medico di fiducia che conosce nel dettaglio la sua storia clinica.
      Dott.ssa Stefania Cocolo

  1. Buona sera, io ho acquistato lo zenzero in polvere, volevo sapere se anzichè preparare la classica tisana potevo metterne un cucchiaino o poco piu’ in una bottiglia di acqua minerale aggiungendo magari un limone spremuto. H a gli stessi effetti dimagranti? grazie

    • Cara Martina, lo zenzero in polvere possiede in parte le proprietà dello zenzero fresco. Si può certamente assumere per il suo effetto termogenico insieme al succo di limone ma è consigliabile non superare la dose di 3 gr al giorno di zenzero in polvere.
      Dott.ssa Barbara Ziparo

  2. Buongiorno, vorrei sapere se ci sono controindicazioni nell’assumere un bicchiere al giorno di decotto di zenzero limone. Prendo la pastiglia per la pressione.

    • Caro Giuseppe, il consumo di zenzero potrebbe avere un effetto riduttivo sulla pressione arteriosa, come dimostrano alcuni studi scientifici. Nel caso in cui si stiano assumendo farmaci ipotensivi, è consigliabile consultare il proprio medico di famiglia prima di consumare lo zenzero.
      Dott.ssa Barbara Ziparo

  3. Ho avuto una angioplastica quattro mesi fa e assumo antiaggregante e anticoagulante….posso prendere limone e zenzero ?

    • Cara Graziella, lo zenzero è dotato di azione fluidificante sul sangue, quindi ne è sconsigliata l’assunzione, in corso di terapia con anticoagulante. Per un ulteriore conferma, chieda consiglio al suo medico di fiducia.
      Dott.ssa Barbara Ziparo

  4. Salve io prendo la folina 5mg perche ciò trombifilia ereditaria per 10 gg al mese posso fare la tisana CN zenzero fresco di supermercato

  5. Ciao sono Joseph gentilmente vorrei sapere se posso assumere zenzero sotto forma di radice fresca venduta nei supermercati . ciao

    • Salve Joseph, è certamente possibile consumare la radice fresca di zenzero. Questa spezia non è però priva di controindicazioni o interazioni con i farmaci, pertanto è consigliabile discuterne con il proprio medico prima di consumere con continuità questa radice. Inoltre, è consigliabile non superare la dose di 30 grammi al giorno, che corrispondono a circa 2 o 3 cm di radice fresca. È anche possibile grattugiarla e aggiungerla nelle insalate, per renderle fresche e gustose! Dott.ssa Barbara Ziparo

    • Salve Rosaria,
      In realtà possono esistere delle interazioni dell’omega 3 con lo zenzero (per esempio sono entrambe sostanze anticoagulanti) e pertanto il mio consiglio è quello di rivolgere questa domanda al suo medico curante, che possa valutare al meglio il suo stato di salute ed eventuali terapie da lei assunte.
      Dott.ssa Stefania Cocolo

    • Buongiorno Marinella, in presenza di diabete l’ingestione regolare e di grandi quantità di zenzero andrebbe evitata o comunque limitata a causa dei suoi effetti ipoglicemizzanti.
      Dott.ssa Alessandra Esposito

  6. salve assumo regolarmente tutti i giorni 1/2 pastiglia di cortisone in quanto affetta da artrite reumatoide e circa tre mesi fa sono stata operata di tumore al rene Bosniak di 3° grado, era all interno di una ciste e poco aggressivo x cui nn ho fatto chemio. vorrei sapere se ci sono delle contro indicazioni per l’uso dello zenzero. aspetto una risposta anche in privato grazie x l attenzione

  7. Ciao io assumo Lobimon il mio medico curante non ha saputo dirmi se posso assumere zenzero o meno.Per ora ho smesso di assumerlo ma sento un grosso senso di pesantezza e vorrei ricominciare a prenderlo in piccole quantità,cosa mio consigliate?

    • Ciao Angela, il Lobivom è un farmaco utilizzato per la cura dell’ipertensione e dello scompenso cardiaco, più o meno grave. L’uso concomitante dello zenzero è sconsigliato proprio con questo tipo di medicinali.
      Dott.ssa Caterina Perfetto

  8. … nel mondo asiatico fanno largo uso di zenzero e non mi risulta abbiano avuto grandi problemi di aborti o deformazioni dei nascituri, ergo mi domando perché quell’appunto sulle donne in gravidanza.

  9. È da un mese che la sera prima di andare a letto prendo 30 GR. Di zenzero in 300 ml di acqua e un limone spremuto e un cucchiaio da caffè di miele per addolcirlo mentre al mattino appena sveglio un bicchiere di acqua tiepida e un limone spremuto mi chiedo e preferibile alternare o continuare cosi per perdere peso

    • Buongiorno Pasquale, se lei non presenta problemi glicemici, pressori e non sta assumendo particolari farmaci (es. anticoagulanti) l’assunzione di acqua, zenzero e miele la sera e acqua e limone al mattino può per lei essere indicata, ma consiglio comunque di informare sempre il proprio medico di base.
      Dott.ssa Alessandra Esposito

  10. Ciao io prendo la pastiglia per la pressione minima alta…..la COVERLAM 5mg. Posso assumere lo zenzero come infuso?
    Grazie Sabrina

  11. Ciao mi hanno diagnosticato il diabete tipo 2 da piu di 1 anno, posso utilizzare lo zenzero come una tisana per dimagrire?
    Mi aspetto una risposta in privato.
    Un vostro lettore.

  12. ciao sono una ragazza affetta da diabete tipo 1 e ho il microinfusore.
    faccio una dieta da 1300kcal.vorrei sapere se posso utilizzare la tisana allo zenzero e quanta ne potrei bere al giorno. in attesa di una vostra risposta vi porgo tanti saluti

    • Ciao Giuseppe, a meno che lei non sia strettamente allergico allo zenzero, questa spezia non dovrebbe provocarle nessuna allergia in quanto non fa parte della famiglia delle Graminacee.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here