Home Alimentazione Dieta e salute Le farine raffinate sono tossiche?

Le farine raffinate sono tossiche?

Ultima modifica: 18 febbraio 2016

4015
0
CONDIVIDI
Le farine raffinate sono tossiche?

Le farine raffinate sono tossiche? Vediamo quali sono i danni provocati dalla farina raffinata e perchè questi sono in continuo aumento.

La mutazione genetica delle farine, unitamente alla raffinazione di farine e cereali e agli stress psicofisici, sta diffondendo una serie di problematiche crescenti nella popolazione. Queste problematiche riguardano la digestione e assimilazione, che diventano sempre più difficili fino ad arrivare a una conclamata forma di intolleranza.

I sintomi di disagio sono variabili a seconda della sensibilità individuale. Questi sintomi indicano una situazione di tossicità ed erosione cellulare, dovuti a scarsa assimilazione.

I principali sintomi che si riscontrano sono:

  • Incremento di liquidi extracellulari (gonfiore);
  • Sintomi gastroenterici;
  • Dolori osteo-articolari;
  • Senso di spossatezza;
  • Fame continua e voglia di dolciumi;
  • Sete continua;
  • Cefalea;

Tutti questi sintomi spesso fanno pensare ad un inizio di celiachia, tranne poi risultare negativi ai test di laboratorio.

Ma allora, se non è celiachia, cosa non va?

Spesso è proprio la raffinazione delle farine a creare problemi.
Si è constatato che molti soggetti, se levano la farina raffinata dalla loro tavola, e inseriscono altri cereali, anche contenente glutine – come il farro, il kamut, l’orzo, o gli stessi creali integrali – stanno subito meglio; ciò sta a indicare che le turbative sono legate non al glutine ma alla farina raffinata.

I danni provocati dalle farine raffinate

Alcuni ricercatori, come L. Becchimanzi nelle sue ricerche sul colon, hanno rilevato che i forti consumatori di farine raffinate, quindi tutti coloro che fanno largo uso di biscotti, pane, pasta, pizza, fette biscottate, ovviamente da farina bianca, presentano sulle pareti intestinali una sorta di pellicola: una specie di “colla”, che rende invalida sia la capacità di assimilazione dei nutrienti, come ad esempio il ferro, sia la flora batterica.
Effetti poco rilevabili ad analisi tradizionali, ma che si evincono nell’aumento di gonfiori addominali, e debilitazione dei tessuti magri. Quella “colla” sulle pareti dell’intestino, quindi, non è altro che una risposta infiammatoria delle pareti intestinali.

L’uso eccessivo di farine raffinate non giova all’organismo, ma rischia di debilitarlo nel tempo, in maniera subdola, ma inesorabile, aumentando il lavoro del pancreas, con picchi di insulina elevati, e provocando riserve lipidiche indesiderate.

Attenzione, la farina è raffinata anche se è senza glutine

Per quanto riguarda i celiaci, spesso anche se questi soggetti levano totalmente dalla propria dieta cibi glutinati, non hanno una totale remissione dei sintomi. Ciò può essere dovuto al fatto che, pur mangiando senza glutine, essi si cibano di altri tipi di farine anch’esse raffinate, ricavandone solo un parziale beneficio, e permanendo sintomi di colite, carenza di ferro, stanchezza, ecc… I loro sintomi indicano che c’è qualche componente alimentare che, pur non evidenziata dai test, altera la naturale funzionalità. Infatti anche i cibi senza glutine provengono da farine raffinate.

L’assenza o la semplice riduzione di farine raffinate nella dieta non può che giovare all’apparato digerente e al sistema immunitario. Per celiaci e non celiaci, è quindi consigliabile arricchire la dieta di cibi integrali (pane, pasta e cereali integrali) non solo per aumentare l’assunzione di fibre alimentari, ma anche per diminuire l’assunzione di farine e cereali raffinati che possono danneggiare l’intestino anche di chi non presenta alcuna specifica intolleranza.

Hai letto: Le farine raffinate sono tossiche?
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here