Home Alimentazione Dieta e salute La dieta anti invecchiamento

La dieta anti invecchiamento

Ultima modifica: 22 gennaio 2017

1693
1
CONDIVIDI
Dieta anti invecchiamento

Scopri gli alimenti che contrastano l’invecchiamento

La guerra all’invecchiamento parte dalla tavola, da cosa si mangia, ma sorprendentemente non sono le donne le più attente all’alimentazione bensì gli uomini, che assumono mediamente più antiossidanti, come emerge dalla ricerca dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano.

La dieta moderna non è anti-invecchiamento

Sulle nostre tavole il cibo non è mai stato così abbondante come in questi ultimi anni. Nonostante ciò, l’aspetto qualitativo degli alimenti è spesso insufficiente per mantenere l’ottimale efficienza di cui necessitiamo.
Si tratta infatti di un cibo ipercalorico, poco saziante e povero di princìpi nutritivi come sali minerali e vitamine. Questo fattore paradossale è alla base del crescente tasso di obesità che stiamo registrando negli ultimi anni ed è un grave problema che si sta diffondendo in modo pauroso e preoccupante.

Una delle premesse fondamentali per allungare e migliorare la propria vita è mantenere nella norma il proprio peso corporeo. Questo accorgimento, non sempre facile da adottare, è in grado di prevenire da solo, una lunghissima lista di patologie. Inoltre, stando agli studi condotti con successo, una riduzione complessiva dell’apporto calorico sembrerebbe essere uno dei modi migliori per perdurare nello stato di efficienza psicofisico che caratterizza la giovinezza.

Consigli per una dieta antiage

Il consiglio degli esperti, quindi, è quello di rivedere le proprie abitudini alimentari, non solo introducendo alimenti che esercitano un’azione protettiva nei confronti dei radicali liberi, come frutta e verdura, ma anche andando a modificare comportamenti scorretti che possono aumentarne l’attività, come il seguire una dieta troppo ricca di grassi animali o di ferro. Gli alimenti più “dannosi” in assoluto sono quelli ricchi di lipidi ed in particolare di acidi grassi polinsaturi anche se, fortunatamente, la natura ha saputo associare a tali nutrienti elevate quantità di vitamina E, in modo da ridurre considerevolmente la formazione di radicali liberi.

Integra così tutti gli elementi nutrizionali necessari

  • Cereali integrali (pasta, pane, fette biscottate etc.). In particolare, il grano integrale è ricco in vitamina E, vitamine del complesso B, carotenoidi, zinco, rame, selenio ed altri oligominerali.
  • Legumi, almeno due tre volte la settimana, sono ricchi di fitati e polifenoli antiossidanti.
  • Verdura, almeno 2 porzioni al giorno. In particolare, gli ortaggi che contengono più antiossidanti sono quelli di colore verde scuro (crescione, rucola, spinaci, broccoli, foglie di rapa, foglie di ravanello,cavolo verza, cavolo nero, agretti, bietole ecc), quelli “piccanti”, come l’aglio, il porro, lo scalogno e la cipolla (che però perdono le loro proprietà con la cottura) e quelle colorate, come i peperoni rossi e gialli, il cavolo rosso, le carote arancione scuro, la zucca gialla, il pomodoro rosso (ottima fonte di licopene) e la barbabietola rossa.
  • Frutta, almeno due porzioni al giorno. Occorre sceglierla matura: arance, albicocche, pompelmo, mandarini, more, mirtilli, uva nera, prugne nere, fragole, ciliegie, pesche a polpa gialla, ananas, kiwi, cachi, ecc. La buccia, in particolare quella degli agrumi, contiene la maggior parte degli antiossidanti pertanto, quando possibile, non andrebbe tolta, naturalmente a patto che si conosca l´origine del prodotto e lo si lavi accuratamente.
  • Oli vegetali, a crudo (soprattutto extra vergine d´oliva e soia spremuti a freddo), da preferire ai grassi animali.
  • Pesce, piuttosto che carne, senza trascurare l´apporto di zinco dato dai formaggi stagionati.

Come conservare gli antiossidanti presenti negli alimenti

  • Cuocere poco, e il più brevemente possibile. Consumare ad ogni pasto molti alimenti crudi o appena scottati.
  • Non lasciare mai il cibo all’aria e alla luce, a temperatura ambiente, ricordandosi di riporlo in frigorifero.
  • Le verdure vanno prima lavate e poi tagliate.
  • Evita fritture, specie di carne e pesce.
  • Non bruciare o brunire i cibi arrosto.
  • Cuoci i legumi e cereali integrali in pentola a pressione.
Hai letto: La dieta anti invecchiamento
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.

1 COMMENTO

  1. I nostri nonni avevano meno di noi da mangiare, ma tutto quello che mangiavano era ricco di principi nutritivi. E’ questo il progresso?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here