Home Alimentazione Dieta e salute Alimentazione contro la ritenzione idrica

Alimentazione contro la ritenzione idrica

Ultima modifica: 13 marzo 2017

11855
0
CONDIVIDI
alimentazione contro la ritenzione idrica

L’alimentazione può aiutare molto, tanto nella prevenzione quanto nella cura della ritenzione idrica. Vediamo quali alimenti evitare e, quali, invece inserire spesso nella dieta

Che cos’è la ritenzione idrica

Per ritenzione idrica si intende la tendenza dell’organismo a trattenere liquidi, che si accumulano principalmente nelle aree più predisposte alla formazione di adipe e cioè cosce, glutei e addome. Si tratta di un deficit nel drenaggio dei liquidi linfatici.

Il disturbo è molto frequente e colpisce principalmente le donne. Le cause sono svariate, ma incidono molto stile di vita e alimentazione. Qualche volta la ritenzione idrica può essere il sintomo di importanti patologie sottostanti, specie a carico di reni e cuore. Spesso si associa a cellulite.

L’alimentazione contro la ritenzione idrica

Chi è sovrappeso dovrebbe seguire un regime alimentare a ridotto apporto calorico per tornare al proprio peso forma. Il sovrappeso, infatti, favorisce la ritenzione idrica. Sarebbe, inoltre, opportuno rivolgersi a un professionista che studierà una dieta personalizzata e valuterà eventuali intolleranze o allergie alimentari; queste problematiche, infatti, possono talvolta essere causa di ritenzione idrica.

Quelle che seguono sono indicazioni di massima, generalmente valide, che possono dare un orientamento sugli alimenti che possono favorire la ritenzione di liquidi o, al contrario, aiutare a risolvere il problema.

Alimentazione contro la ritenzione idrica: cibi da evitare

Sale. L’eccesso di sale è tra le cause principali di ritenzione idrica. Molti alimenti contengono naturalmente sodio, è quindi importante evitare di aggiungere troppo sale ai piatti che si preparano in casa e ridurre al minimo il consumo di tutti gli alimenti che ne hanno una quantità eccessiva, in particolare insaccati, formaggi stagionati e piatti pronti.

Carboidrati raffinati. Dolci, caramelle e tutti gli alimenti ricchi di zucchero aumentano bruscamente i livelli di insulina nel sangue e questo favorisce la ritenzione idrica. Inoltre, sono cibi ad elevato contenuto calorico. Andrebbe ridotto anche il consumo di farina bianca a vantaggio di farine meno raffinate.

Grassi saturi. Carne rossa e derivati, burro, creme, ecc..

Caffè e altre bevande contenenti caffeina.

Alcolici, soprattutto superalcolici.

Bevande zuccherate e addizionate di anidride carbonica.

Alimentazione contro la ritenzione idrica: cibi da favorire

Alimenti ricchi di acqua. Chi soffre di ritenzione idrica non deve limitare l’introito di acqua nella dieta ma, al contrario, aumentarla. Una giusta idratazione aiuta a preservare la salute dei reni ed è quindi fondamentale. Oltre a bere circa due litri di acqua al giorno bisognerebbe consumare alimenti ricchi di acqua, per esempio cicorie e zucchine.

Frutta e verdura. Frutta e verdura, oltre a essere alimenti ricchi di acqua, forniscono le vitamine e i minerali di cui l’organismo ha bisogno. Inoltre, contengono una buona quota di fibra alimentare, che previene la stitichezza, un problema che spesso si associa a ritenzione idrica.
In particolare è bene consumare frutta e verdura ricche di potassio, elemento antagonista del sodio. Questo infatti favorisce la ritenzione idrica perchè trattiene i liquidi nel sangue e nei tessuti, svaforendone l’eliminazione.

Olio extravergine di oliva. È un grasso buono e, in piccole quantità, è consigliabile anche nell’alimentazione contro la ritenzione idrica.

Cereali integrali. Nella dieta contro la ritenzione idrica sono da preferire rispetto a quelli raffinati.

Soia e derivati. Sarebbero da preferire a latte e latticini.

Hai letto: Alimentazione contro la ritenzione idrica

LASCIA UN COMMENTO

*