Home Alimentazione Dieta e salute Cosa mangiare con la colite? Ecco i cibi si e quelli no

Cosa mangiare con la colite? Ecco i cibi si e quelli no

Ultima modifica: 16 ottobre 2017

38345
0
CONDIVIDI
L’alimentazione che ti salva dalla colite

Come deve mangiare chi soffre di colite? Quali sono le abitudini alimentari errate? Quali cibi inserire preferibilmente nella dieta e quali, invece, evitare?

Le regole dell’alimentazione contro la colite

Esistono tante forme di colite, nel presente articolo ci riferiamo al disturbo noto anche come sindrome del colon irritabile. Le principali regole dell’alimentazione contro la colite sono:

  • Non mangiare in fretta; concedersi, dunque, il giusto tempo per consumare, con calma, i pasti.
  • Fare pasti regolari; preferibilmente tre pasti principali (colazione, pranzo e cena), più due spuntini (uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio), sempre più o meno allo stesso orario.
  • Mangiare pietanze cucinate in maniera sana e semplice.
  • Evitare i condimenti elaborati e troppo ricchi di grassi di origine animale.
  • Limitare il consumo di alimenti e bevande che possono irritare il colon.

Quali sono gli alimenti da evitare in caso di colite?

Più che di alimenti da eliminare dalla propria alimentazione, bisognerebbe parlare di metodi di cottura e di conservazione dei cibi, che possono contribuire a peggiorare i sintomi della colite e che, quindi, andrebbero evitati: fritture; insaccati e più in generale tutte le carni conservate; piatti pronti; formaggi stagionati e alcuni tipi di latticini; burro e alimenti ricchi di burro, per esempio dolci, specie quelli industriali; cibi da fast-food; pietanze condite con sughi molto elaborati; salse piccanti; pepe; bibite addizionate di anidride carbonica; superalcolici.

Un discorso a parte meritano caffè e vino. Queste due bevande, se consumate in grandi quantità, possono contribuire al peggioramento dei sintomi della colite. I medici, però, consigliano semplicemente di limitarne il consumo, senza abolirli completamente dalla dieta e questo, essenzialmente, per due ragioni:

  • Sebbene l’osservazione pratica suggerisca che vino e caffè possano contribuire ad aumentare la sintomatologia associata alla colite, non ci sono prove scientifiche che ciò sia vero.
  • La colite è spesso associata a fattori emotivi; l’abolizione completa di caffè e vino nelle persone che ne fanno un consumo abituale può comportare stress, aumentando, quindi, uno dei fattori di rischio del disturbo. Limitarne il consumo è, invece, sicuramente più accettabile.

Esistono, poi, alimenti che possono causare o peggiorare i sintomi della colite individualmente. Ognuno di noi, infatti, è più sensibile a uno o più alimenti. Per questo motivo la corretta alimentazione contro la colite non può che essere personalizzata. Se soffri di colite ti consigliamo di rivolgersi al tuo medico curante o a un nutrizionista, che possa mettere a punto una dieta individualizzata e quindi adatta al tuo caso specifico.

Colite: cosa mangiare? Vediamo quali sono gli alimenti indicati in caso di colite

Se l’alimentazione contro la colite deve essere personalizzata, non è semplice individuare alcuni cibi che vadano bene per tutti. Esistono, però, alimenti generalmente tollerati da chi soffre di colite, per esempio: patate bollite, patate novelle cotte in forno con la buccia, carote crude o bollite, yogurt, mele, finocchi, riso e pasta conditi in maniera semplice, zucca gialla cucinata in maniera semplice, per esempio al forno e condita con olio d’oliva e un pizzico di sale.

Ovviamente ci sono tantissimi altri cibi che chi soffre di colite può tranquillamente introdurre nella propria alimentazione; abbiamo solo voluto riportare alcuni esempi. Il consiglio resta sempre quello di rivolgersi a un esperto che possa mettere a punto la dieta perfetta per il caso specifico.

Hai letto: Cosa mangiare con la colite? Ecco i cibi si e quelli no
© Copyright Viversano.net, tutti i diritti sono riservati. In nessun caso è consentita la riproduzione dei contenuti qui pubblicati. Per maggiori informazioni consultare la pagina Avvertenze e condizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here