Home Alimentazione Dieta e salute 10 cibi anticellulite: quali sono e perché funzionano

10 cibi anticellulite: quali sono e perché funzionano

Ultima modifica: 4 giugno 2017

1360
0
CONDIVIDI
10 alimenti consigliati contro la cellulite

La cellulite è una condizione tipicamente femminile, che affligge la maggior parte delle donne. La riduzione della cellulite è possibile attraverso l’utilizzo di diverse strategie. Alcuni alimenti possono inoltre aiutare in questa difficile lotta.

La cellulite è definibile come un insieme di protrusioni del tessuto adiposo sottocutaneo verso gli strati più superficiali del corpo. È una patologia tipica della donna in quanto favorita dalla presenza di estrogeni, ormoni tipicamente femminili.

Essa si manifesta con irregolarità della pelle, che presenta buchi o solchi (la tipica pelle “a buccia d’arancia” o “a materasso”), temperatura corporea non più omogenea e, spesso, arrossamento.

Le zone maggiormente colpite dalla cellulite sono i fianchi, le cosce e i glutei, ma spesso viene confusa con un aumento dell’adiposità localizzata in queste stesse zone. La cellulite tuttavia, diversamente dall’accumulo di grasso, comporta anche dei cambiamenti a livello metabolico e strutturale.

Non sempre viene adeguatamente diagnosticata, nonostante i segni per il suo riconoscimento siano diversi. In particolare la scala di Nurnberg-Muller (dal nome di due tra i principali studiosi di cellulite) elenca i sintomi e le caratteristiche dei vari stadi di cellulite, che possono essere suddivisi in stadio 0 (che coincide con l’assenza di cellulite), stadio 1, stadio 2 e stadio 3, con gravità della patologia crescente.

Riportiamo qui la classificazione appena citata con l’elenco dei differenti sintomi:

  • Stadio 0: nessun solco/buco visibile né in piedi né distesi. La pelle pizzicata mostra piccole pieghe, ma non paragonabili alla situazione di “pelle a materasso”;
  • Stadio 1: nessun solco/buco visibile né in piedi né distesi. La pelle pizzicata ha il tipico aspetto a materasso;
  • Stadio 2: solchi/buchi visibili in piedi e non distesi;
  • Stadio 3: solchi/buschi visibili sia in piedi e sia distesi.

La cellulite affligge la maggior parte delle donne e la sua presenza non è legata al peso dell’individuo, nonostante l’aumento di grassi corporeo rappresenti un’aggravante di questa malattia, insieme ai problemi circolatori.

I rimedi per questo fastidioso inestetismo sono molteplici, come la pressoterapia e la massoterapia, ma tali trattamenti non risultano efficaci se non accompagnati da una corretta alimentazione e da un esercizio fisico adeguato.

Ci teniamo a sottolineare che in questo caso è di fondamentale importanza rivolgersi a specialisti del settore: diete fai da te fortemente ipocaloriche e con digiuni prolungati o allenamenti non studiati sulla singola persona possono peggiorare la situazione.

10 cibi anticellulite

Tenuto conto di quanto appena detto, è facile capire che alcuni cibi, stimolando la circolazione o la lipolisi, possono essere utili per il miglioramento della condizione di cellulite. Vediamo insieme 10 alimenti utili al nostro scopo.

1 Basilico

Questa erba aromatica molto ricca di magnesio, è in grado di migliorare la circolazione sanguigna, contribuendo al miglioramento della condizione di cellulite. Il basilico può essere utilizzato fresco per abbellire e donare maggiore sapore alle nostre pietanze o può essere utilizzato per la preparazione di tisane e infusi. Sottolineiamo che l’impiego delle erbe dovrebbe avvenire sotto controllo del proprio medico poiché in grado di interferire con eventuali terapie farmacologiche.

2 Cannella

Anche questa spezia è in grado di migliorare la circolazione sanguigna e di eliminare le tossine accumulate all’interno del corpo, responsabili dell’infiammazione che, secondo alcuni studiosi, è una delle cause della cellulite.

Anche la cannella può essere impiegata per la preparazione di infusi, o per aromatizzare dolci e piatti dal sapore esotico. Inoltre la cannella può essere utilizzata per la preparazione di olii da massaggio, secondo alcuni studi, utili per la riduzione della cellulite.

3 Guava

La Guava è uno tra i frutti più ricchi al mondo di vitamina c, una vitamina necessaria per la produzione del collagene, quindi utile per favorire l’elasticità della pelle. La vitamina C è inoltre un importante sostanza anti-ossidante, in grado di diminuire lo stress ossidativi che troviamo nell’ambiente cellulare. Un consiglio per il consumo di questo frutto? Semplicemente così com’è o “condito” con spezie a piacere!

4 Succo d’arancia concentrato

Il succo d’arancia rappresenta un’altra tra le principali fonti di vitamina C, che come abbiamo già visto è utile per combattere la cellulite. Da gustare fresco, con arance possibilmente appena colte. È possibile utilizzare anche la scorza d’arancia per la preparazione di dolci e infusi

5 Tè verde

Il tè verde stimola l’ossidazione lipidica, favorendo quindi la perdita di grasso che, come abbiamo anticipato, è uno degli aggravanti della condizione di cellulite. Il suo utilizzo, quindi, può aiutare a migliorare la situazione. Da scegliere con cura, possibilmente in foglie e da rivenditori selezionati e da lasciare in infusione 5 minuti prima di consumarlo.

6 Olio di germe di grano

L’olio di germe di grano è l’alimento più ricco al mondo di vitamina E, una vitamina ad aziona anti-ossidante e pertanto utile nella lotta alla cellulite. Quest’olio può essere utilizzato come condimento a crudo, per insaporire le pietanze, ed eventualmente in sostituzione saltuaria all’utilizzo del comune olio extravergine di oliva.

7 Semi di uva

I semi d’uva sono potentemente antiossidanti e in grado di inibire l’azione di enzimi in grado di degradare il collagene.

8 Melograno

Così come i semi d’uva, anche il melograno è un potente antiossidante utile a inibire l’azione delle collagenasi. Il melograno può essere consumato da solo o utilizzato per la preparazione di saporite insalate. Oppure può essere consumato quale succo.

9 Liquirizia

Migliora la condizione di resistenza insulinica, spesso collegata alla cellulite. Da consumare al naturale, senza che venga trasformata e zuccherata. Vi consigliamo di non esagerare con questo alimento che potrebbe avere effetti indesiderati e aumentare la ritenzione idrica.

10 Ginkgo Biloba

Potente antiossidante in grado di migliorare la circolazione sanguigna e l’elasticità dei capillari. Il ginkgo biloba può essere utilizzato per la preparazione di tisane, sotto consiglio del proprio medico o erborista di fiducia in quanto ha diverse controindicazioni (ad esempio è assolutamente controindicata l’assunzione in concomitanza di farmaci anticoagulanti). Si consiglia sempre di utilizzare le foglie di Ginkgo Biloba, acquistate in erboristeria, piuttosto che infusi pre-confezionati.

Voi soffrite di cellulite? Avete imparato a conviverci o siete sempre alla ricerca di qualche rimedio in più? Raccontateci la vostra esperienza lasciando un commento!

Hai letto: 10 cibi anticellulite: quali sono e perché funzionano
Stefania Cocolo
Biologa nutrizionista e amante dei cibi veri e naturali. Dopo la laurea, alcuni anni di esperienza lavorativa nell’ambito della formazione sanitaria e alcuni corsi di perfezionamento, si dedica dal 2015 esclusivamente all’ambito della nutrizione. Si divide tra attività di ambulatorio privato, corsi di formazione professionali riservati ad addetti mensa, corsi di divulgazione organizzati in collaborazione con diversi enti, aggiornamento professionale continuo e scrittura di brevi articoli informativi. Riceve presso diversi studi in provincia di Varese e principalmente a Gallarate. Tel: 340.5572519 - stefaniacocolo.wixsite.com/nutrizionista

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here